Le Isole Salomone si rifiutano di ricevere una nave statunitense

Le Isole Salomone si sono rifiutate di consegnare la motovedetta statunitense Le Figaro.

La guardia costiera degli Stati Uniti ha dichiarato venerdì che la nave pattuglia Oliver Henry era “programmata per fare una visita di routine alle Isole Salomone”.

“Il governo delle Isole Salomone non ha risposto alla richiesta del governo degli Stati Uniti di consentire alla nave di fare rifornimento e rifornirsi a Honiara”, ha aggiunto la Guardia Costiera degli Stati Uniti, che è sotto il Dipartimento dell’Interno in tempo di pace ma sotto la giurisdizione in tempo di guerra. Dipartimento della Difesa “Il Dipartimento degli Affari Esteri rimane in contatto con il governo delle Isole Salomone e si aspetta che tutte le future richieste del governo degli Stati Uniti vengano soddisfatte”, conclude la breve dichiarazione.

La Guardia Costiera non ha detto quando è avvenuto l’incidente, ma ha rilasciato una foto dell’Oliver Henry il 14 agosto, dicendo che era arrivato in Papua Nuova Guinea. La didascalia della foto recita che la nave è “di pattuglia verso sud per assistere le nazioni alleate nel far rispettare e affermare la loro sovranità” da Guam.

Il governo delle Isole Salomone, che ha recentemente firmato un opaco patto di sicurezza con Pechino, sta cercando di limitare la libertà di stampa e sta valutando la possibilità di posticipare le elezioni. Le Isole Salomone videro la battaglia di Guadalcanal, il primo grande attacco di terra degli Stati Uniti e dei loro alleati contro il Giappone nel 1942 e il punto di svolta della guerra del Pacifico.

Passo e…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.