Le forze russe combattono per assediare gli ucraini a est

  • Le forze russe bombardano 40 città dell’Ucraina orientale – militari
  • Fosse comuni di civili uccisi – Governatore di Luhansk
  • 8000 prigionieri di guerra ucraini a Luhansk e Donetsk – TASS

Kiev (Reuters) – La Russia ha bombardato più di 40 città nella regione del Donbas, nell’Ucraina orientale, distruggendo quasi una dozzina di grattacieli, hanno detto le autorità giovedì, mentre le forze russe cercavano di mettere alle strette i loro avversari ucraini, in alcuni punti in inferiorità numerica.

Dopo aver fallito nel catturare la capitale ucraina di Kiev o Kharkiv, la sua seconda città, nella sua guerra di tre mesi, la Russia sta cercando di strappare il pieno controllo del Donbass per conto dei separatisti. La zona industriale comprende le regioni di Luhansk e Donetsk.

La Russia ha inviato migliaia di truppe nella regione, dove hanno attaccato da tre lati nel tentativo di circondare le forze ucraine con sede nella città di Severodonetsk e la sua gemella, Lysichansk. La loro caduta lascerebbe l’intera provincia di Luhansk sotto il controllo russo, uno dei principali obiettivi della guerra del Cremlino.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Ora tutto è concentrato sul Donbass”, ha detto in conferenza stampa Vadim Denisenko, consigliere del ministero dell’Interno ucraino.

Ha detto che la situazione era molto tesa poiché 25 gruppi tattici del battaglione russo hanno tentato di circondare le forze ucraine.

La task force combinata delle forze armate ucraine ha affermato che i russi hanno bombardato più di 40 città della zona e distrutto o danneggiato 47 siti civili, comprese 38 case e scuole.

READ  Biden ospita Summit of the Americas: aggiornamenti in tempo reale

“Come risultato di questo bombardamento, cinque civili sono stati uccisi e altri 12 feriti”, ha detto su Facebook, aggiungendo che 10 attacchi russi sono stati respinti, quattro carri armati e quattro droni sono stati distrutti e 62 “soldati nemici” sono stati uccisi.

L’ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che 11 grattacieli sono stati distrutti a Severodonetsk e otto a Lysekhansk.

Zelensky ha affermato che il numero delle forze russe supera di gran lunga le forze ucraine in alcune parti dell’est e che Kiev stava cercando senza successo di organizzare uno scambio di prigionieri con Mosca.

molti prigionieri

Il funzionario di Luhansk Rodion Miroshnik è stato citato dall’agenzia di stampa TASS dicendo che il numero di prigionieri di guerra ucraini detenuti nelle repubbliche di Luhansk e Donetsk, sostenute dalla Russia, aumenta ogni giorno.

“Ci sono molti prigionieri”, ha detto Miroshnik. “Ora il numero totale è da qualche parte nella regione di 8000. È molto e centinaia vengono aggiunti ogni giorno”.

Reuters non è stata in grado di verificare in modo indipendente alcun rapporto sul campo da nessuna delle due parti.

In un momento in cui la Russia cerca di rafforzare la sua presa sui territori che ha conquistato, il presidente Vladimir Putin ha firmato un decreto che semplifica il processo per i residenti delle aree appena conquistate per ottenere la cittadinanza e i passaporti russi. Leggi di più

Il parlamento russo mercoledì ha abolito l’età massima per il servizio contrattuale nell’esercito, sottolineando la necessità di sostituire le truppe perse. Leggi di più

In un video discorso a tarda notte, Zelensky, commentando le nuove regole di coscrizione della Russia, ha detto: “(Non hanno più abbastanza giovani, ma hanno ancora la volontà di combattere. Ci vorrà del tempo per reprimere quella volontà”.

READ  Il presidente del Messico minaccia di saltare il Summit delle Americhe a meno che gli Stati Uniti non invitino tutti i paesi

Zelensky ha affermato questa settimana che il conflitto può finire solo con colloqui diretti tra lui e Putin.

La Russia descrive le sue azioni in Ucraina come una “operazione speciale” per disarmare l’Ucraina e proteggerla dai fascisti. L’Ucraina e l’Occidente affermano che le accuse fasciste sono infondate e la guerra è un atto di aggressione ingiustificato.

L’Ucraina e l’Occidente affermano che le forze russe hanno preso di mira i civili e sono state implicate in crimini di guerra, accuse respinte dalla Russia. Un comandante di carro armato russo di 21 anni è stato condannato all’ergastolo questa settimana dopo essere stato condannato per crimini di guerra per l’omicidio di un civile disarmato.

Il governatore della regione di Luhansk Serhiy Gaidai ha affermato che la polizia di Lysichansk sta seppellendo i corpi dei civili in fosse comuni. Ha aggiunto che circa 150 persone sono state sepolte in un cimitero in una delle regioni.

Gedayi ha affermato che le famiglie delle persone sepolte saranno in grado di seppellirle di nuovo dopo la guerra e la polizia sta rilasciando documenti che consentono agli ucraini di ottenere certificati di morte per i loro cari.

crisi alimentare

La Russia ha imposto un blocco alle navi dell’Ucraina meridionale che di solito esportano grano e olio di girasole attraverso il Mar Nero, facendo salire i prezzi a livello globale. Mercoledì l’Unione africana ha esortato i due paesi a cancellare l’esportazione di grano e fertilizzanti per evitare una carestia diffusa. Leggi di più

La Russia ha accusato le pesanti sanzioni occidentali della crisi alimentare. Mercoledì, ha affermato di essere pronto a fornire un corridoio umanitario per le navi che trasportano cibo, ma in cambio voleva che le sanzioni fossero revocate. Leggi di più

READ  L'opposizione francese racconta all'"arrogante" Macron: un compromesso per conquistare consensi

Le pressioni economiche sono aumentate mercoledì quando gli Stati Uniti non hanno esteso la licenza alla Russia di pagare gli obbligazionisti, spingendola sull’orlo di un default storico sul suo debito.

L’esenzione ha consentito alla Russia di continuare a pagare i debiti pubblici finora. Leggi di più

La Commissione Europea ha proposto di rendere un crimine violare le sanzioni contro la Russia. Leggi di più

L’Unione europea sperava anche di concordare sanzioni sul petrolio russo prima del prossimo incontro dei leader dell’UE.

Ma la Russia, almeno per il momento, non è a corto di soldi. I ricavi da petrolio e gas hanno raggiunto i 28 miliardi di dollari nel solo mese di aprile grazie ai prezzi più elevati dell’energia. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Michael Perry e Robert Percell; Montaggio di Lincoln Fest e Gareth Jones

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.