Le azioni scendono, i rendimenti obbligazionari salgono per i timori di inflazione

  • L’indice europeo STOXX 600 ha rinunciato ai suoi guadagni
  • Commodity e titoli tecnologici in calo
  • I rendimenti obbligazionari continuano a salire dopo l’inflazione nell’area dell’euro
  • Il dollaro sale al massimo di due settimane contro lo yen
  • Le azioni di Wall Street si preparano a piccoli guadagni

LONDRA (Reuters) – I titoli globali sono scesi e i rendimenti obbligazionari sono saliti mercoledì, mentre il dollaro è salito mentre gli investitori sono preoccupati per l’aumento dell’inflazione e l’impatto di un imminente aumento dei tassi di interesse sulla crescita globale.

Indice europeo STOXX 600 (.stoxx) È diventato negativo nel trading mattutino, rinunciando ai guadagni iniziali dello 0,3%. azioni britanniche (.FTSE) È diminuito dello 0,2%.

Il calo delle azioni legate alle materie prime e alla tecnologia ha superato i guadagni delle azioni bancarie e dei beni di consumo, poiché i dati hanno mostrato che le vendite al dettaglio tedesche sono diminuite più del previsto ad aprile poiché i consumatori hanno sentito il dolore dell’aumento dei prezzi. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

I dati di martedì hanno mostrato che l’aumento dei costi alimentari ed energetici ha spinto l’inflazione nella zona euro a un livello record dell’8,1% a maggio, sollevando preoccupazioni per l’aumento dei tassi di interesse non solo in Europa ma a livello globale. Leggi di più

La Bank of Canada è l’ultima banca centrale a pianificare un aumento dei tassi di interesse, con gli economisti che prevedono un aumento dell’1,5% dall’1,0% più tardi mercoledì. Leggi di più

Gli attori del mercato stavano osservando se i tentativi di frenare l’inflazione da parte delle banche centrali di tutto il mondo con una politica monetaria più restrittiva avrebbero innescato recessioni, che a loro volta potrebbero rallentare i rialzi dei tassi di interesse.

READ  Le azioni hanno smorzato le aspettative di inflazione a causa del bombardamento del rame

“In questo momento è solo un ambiente incredibilmente incerto”, ha affermato Mike Bell, stratega del mercato globale presso JPMorgan Asset Management. “In momenti come questi, ha senso solo modificare la dimensione delle posizioni di rischio”.

Bell ha detto che gli investitori erano anche preoccupati per il fatto che l’accordo dell’Unione Europea sul divieto delle importazioni di greggio russo avrebbe visto ritorsioni da Mosca. Il divieto mira a fermare il 90% delle importazioni di greggio della Russia nel blocco entro la fine dell’anno. Leggi di più

Wall Street era sul punto di fare piccoli guadagni. I futures S&P 500 sono aumentati dello 0,1%, perdendo alcuni dei guadagni realizzati all’inizio del commercio londinese.

Indice azionario mondiale MSCI (.MIWD00000PUS.)che tiene traccia delle azioni in 50 paesi, è stato coerente.

In precedenza, Shanghai è stata mostrata lampeggiante dopo due mesi di blocco, ma con i dati che mostrano un forte calo dell’attività industriale in tutta l’Asia a causa del crollo della domanda cinese, il sollievo nella regione è di breve durata. Leggi di più

Il più ampio indice MSCI delle azioni dell’Asia Pacifico al di fuori del Giappone (MIAPJ0000PUS.) È sceso dello 0,4%, trascinato al ribasso dall’indice Hang Seng di Hong Kong (.HSI).

Nel frattempo, i rendimenti obbligazionari dell’eurozona hanno esteso il loro rally sulla scia dei dati sull’inflazione del blocco. Il rendimento del benchmark tedesco a 10 anni è già aumentato di 19 punti base questa settimana e si sta dirigendo verso il suo più grande aumento settimanale in quasi un mese.

Quando le preoccupazioni per l’inflazione globale sono divampate di nuovo, il dollaro USA è salito al massimo di due settimane contro lo yen, spinto dall’aumento dei rendimenti dei Treasury. Il dollaro ha smesso di scendere in tre settimane e ha raggiunto il massimo di due settimane di 129,54 yen.

READ  Tesla chiede l'approvazione degli azionisti per un frazionamento azionario; aumento delle azioni

L’indice del dollaro, che misura la valuta rispetto a sei principali valute, incluso lo yen, è salito dello 0,2% a 102,05, estendendo il suo aumento dello 0,4% rispetto a martedì.

rotazione

Mercoledì, la Federal Reserve degli Stati Uniti inizierà a ridurre le disponibilità di asset accumulate durante la pandemia. I trader si aspettano che i tassi di interesse aumentino di 50 punti base alle riunioni di questo mese e del prossimo e in seguito sono insicuri e sempre più preoccupati.

Anche il presidente della Fed Louis James Bullard e il presidente della Fed di New York John Williams parleranno mercoledì e saranno tenuti d’occhio per le prove delle prospettive.

“Siamo in questo tipo di zona crepuscolare in questo momento in cui è molto difficile affrontare ciò che farà la Fed dopo la riunione di luglio”, ha affermato Moh Seong Sim, analista della Bank of Singapore.

“A seconda di chi dice cosa e come andranno a finire i dati, ci sarà molta volatilità nelle prossime settimane”.

Nei mercati delle materie prime, i prezzi del petrolio sono leggermente aumentati dopo che l’Unione Europea ha accettato un divieto parziale e graduale del petrolio russo e con la fine del blocco di Shanghai per il COVID-19.

I future sul greggio Brent sono aumentati negli ultimi scambi dell’1,7% a $ 117,58 al barile.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reportage aggiuntivo di Tom Wilson a Londra e Tom Westbrook a Singapore Montaggio di Emilia Sithole Mataris e Mark Potter

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.