L’autore Nicholas Evans, che ha scritto The Horse Whisperer, muore a 72 anni dopo aver subito un infarto

L’autore Nicholas Evans, noto soprattutto per aver scritto The Horse Whisperer, è morto all’età di 72 anni per un infarto.

La sua agenzia letteraria ha confermato oggi che l’autore, sceneggiatore e giornalista best-seller è morto improvvisamente martedì.

“United Agents è profondamente rattristato nell’annunciare la morte prematura dell’acclamato autore di best-seller Nicholas Evans, morto improvvisamente martedì questa settimana per un attacco di cuore, all’età di 72 anni”, si legge in una dichiarazione rilasciata questa mattina.

The Horse Whisperer, pubblicato nel 1995, ha venduto circa 15 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato un bestseller in 20 paesi.

È stato il primo romanzo di Evans e segue un allenatore complesso e di talento incaricato di aiutare un’adolescente ferita e il suo cavallo a tornare in salute dopo un grave infortunio.

Tale era la sua popolarità e il libro è stato adattato per il grande schermo tre anni dopo dalla star di Hollywood Robert Redford, che ha recitato, con Scarlett Johansson nel ruolo della giovane concorrente Grace McClain nel suo ruolo da protagonista.

Kristen Scott Thomas ha interpretato sua madre Annie, mentre Sam Neill ha interpretato suo padre Robert.

Il famoso scrittore inglese Nicholas Evans posa durante un servizio fotografico a Parigi nel gennaio 2012

The Horse Whisperer, pubblicato nel 1995, ha venduto circa 15 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato il bestseller numero uno in 20 paesi.

The Horse Whisperer, pubblicato nel 1995, ha venduto circa 15 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato il bestseller numero uno in 20 paesi.

La sua agenzia ha confermato in una dichiarazione rilasciata questa mattina che l'autore di bestseller è morto improvvisamente martedì

La sua agenzia ha confermato in una dichiarazione rilasciata questa mattina che l’autore di bestseller è morto improvvisamente martedì

Robert Redford e Kristen Scott Thomas vengono fotografati durante una scena dell'adattamento cinematografico di The Horse Whisperer

Robert Redford e Kristen Scott Thomas vengono fotografati durante una scena dell’adattamento cinematografico di The Horse Whisperer

Evans e James Nesbitt si siedono per interviste come parte del programma televisivo Living the Life nel 2012

Evans e James Nesbitt si siedono per interviste come parte del programma televisivo Living the Life nel 2012

Evans è noto soprattutto per aver scritto il suo romanzo bestseller The Horse Whisperer

Evans è noto soprattutto per aver scritto il suo romanzo bestseller The Horse Whisperer

Dell Publishing ha accettato di pagare 3,15 milioni di dollari (2,1 milioni di sterline all’epoca) per i diritti nordamericani del film.

Nato nel Worcestershire nel 1950, ha studiato legge a Oxford prima di laurearsi con il massimo dei voti.

Ha lavorato come giornalista per l’Evening Chronicle a Newcastle prima di passare alla televisione.

Evans ha prodotto film sulla politica statunitense e mediorientale per il programma di attualità Weekend World.

Negli anni ’80 ha lavorato per la London Weekend Television, producendo film su Sir Laurence Olivier, Francis Bacon e David Hockney in The South Bank Show.

Ma mentre viveva nel sud-ovest dell’Inghilterra, incontrò un fabbro e conobbe mediatori equini che presumibilmente potevano curare cavalli traumatizzati.

L’idea è nata nel libro bestseller, che ora è stato tradotto in 36 lingue.

Scrivendo per il Daily Mail nel novembre 2020 in merito al libro, ha detto: “Scrivere un romanzo di solito è come scalare una montagna: è lento e faticoso e puoi perderti facilmente.

Ma con The Horse Whisperer, ho potuto vedere la storia davanti a me, come pietre su un fiume. Tutto quello che dovevo fare era mettere un piede davanti all’altro.

Mi sono reso conto che stavo raccontando un vecchio tipo di storia, del tipo che gli umani si raccontano da migliaia di anni.

Evans è stato fotografato nella sua casa vicino a Totnes, nel Devon, nel 2010. Il famoso autore è morto martedì dopo un infarto

Evans è stato fotografato nella sua casa vicino a Totnes, nel Devon, nel 2010. Il famoso autore è morto martedì dopo un infarto

La star di Hollywood Robert Redford ha interpretato il ruolo del personaggio principale del film tre anni dopo la pubblicazione del libro

La star di Hollywood Robert Redford ha interpretato il ruolo del personaggio principale del film tre anni dopo la pubblicazione del libro

Evans ha anche lavorato a numerosi film sia per la televisione che per il cinema prima di scrivere il popolare romanzo

Evans ha anche lavorato a numerosi film sia per la televisione che per il cinema prima di scrivere il popolare romanzo

Parla di brave persone che stanno annegando in un oscuro vortice di dolore. Alla fine, l’amore si protende per salvarli e tirarli fuori dalle nuvole. Pensa all’angelo che salva Daniele nella fossa dei leoni.

Per coloro che non hanno ancora letto il libro, non dirò molto di più. Tutto quello che vorrei aggiungere è che non è un libro sui cavalli. Riguarda noi, quanto è facile perdersi e disconnetterci tutti dalle cose che contano davvero.

“E come, se siamo fortunati, l’amore puro e l’altruismo possono salvarci.”

Mentre scriveva dell’adattamento cinematografico sul suo sito web, Evans ha rivelato di non pensare che la seconda metà del film “ha funzionato”,

Ha detto: “Anche se penso che Robert Redford abbia fatto un ottimo lavoro con il lavoro con i cavalli e l’intero aspetto del film (e la recitazione, ovviamente, è stata fantastica), non credo che la seconda metà del film sia stata davvero riuscito.

Mi sono perso. Non credo che avessero davvero la sceneggiatura prima di iniziare le riprese e una volta che inizi, non c’è abbastanza tempo per aggiustarlo.

“La fine, secondo me, manca completamente il senso del libro.”

Ha continuato a scrivere altri quattro romanzi: The Loop (1998), The Smoke Jumper (2001), The Divide (2005) e The Brave (2010).

Evans e la sua famiglia si sono ammalati nel 2008 dopo aver subito una reazione quasi fatale quando hanno mangiato un fungo ragnatela mortale, che pensavano fosse innocuo.

L’autore, sua moglie, la cantautrice Charlotte, suo fratello e sua cognata hanno sofferto di insufficienza renale e hanno subito la dialisi dopo l’incidente.

READ  La principessa Anna ricorda la regina Elisabetta, facendo un cenno a re Carlo

Il signor Evans è stato salvato dopo quasi tre anni in lista d’attesa quando la sua unica figlia gli ha dato uno dei suoi reni in una donazione dal vivo.

Evans è stato fotografato nella sua casa di Totnes, nel Devon, nel settembre 2010

Evans è stato fotografato nella sua casa di Totnes, nel Devon, nel settembre 2010

Evans e la sua famiglia si sono ammalati nel 2008 dopo aver subito una reazione quasi fatale quando hanno cucinato per loro funghi mortali.

Evans e la sua famiglia si sono ammalati nel 2008 dopo aver subito una reazione quasi fatale quando hanno cucinato per loro funghi mortali.

Evans, allora 61enne, ha detto che la donazione di sua figlia – avvenuta all’Hammersmith Hospital lo scorso luglio – gli ha ridato la vita.

È stato lo stesso Evans a raccogliere i funghi dalla tenuta di 13.000 acri di suo cognato nelle Highlands scozzesi e poi a cucinarli prima di servirli alla sua famiglia.

Aveva accidentalmente raccolto un mucchio di webcam assassine mentre stava con suo cognato, Sir Alistair Gordon Cumming, e la moglie Lady Louisa.

Dopo averli spalmati con burro e prezzemolo, li servì per cena a sua moglie, Charlotte e ai padroni di casa. Il giorno dopo sono stati tutti portati in ospedale.

In un’intervista dopo l’incidente, Nicholas ha detto: “Ho portato i funghi a casa e li ho mostrati dietro l’angolo e il commento generale è stato ‘Fantastico! “

Quindi l’ho tagliato a pezzi e l’ho cotto con burro e prezzemolo. I quattro grandi li mangiarono mentre erano seduti fuori. Avevano un sapore un po’ amaro, ma io e Alistair ne avevamo in abbondanza, e le due donne non erano troppo.

Fortunatamente nessuno dei quattro bambini [Nick and Charlotte have a six-year-old son, Finlay, and their hosts have three children] Voleva provarli.

“I medici ci hanno poi detto che se l’avessero fatto, il fungo li avrebbe uccisi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.