L’arte incontra la scienza nell’analisi di un’antica statua di cavallo danzante

1300 anni scultura I cavalli danzanti – una reliquia della dinastia Tang cinese – hanno ripreso un’antica tradizione di cavalli addestrati che si esibivano per gli imperatori.

Ma i curatori del Cincinnati Museum of Art non erano affascinati da una caratteristica della statua realistica dell’VIII secolo: la nappa sulla fronte che sospettavano non fosse originale.

Come indagare senza danneggiare l’arte preziosa?

Gli scienziati sono scesi per aiutarlo a capirlo.

Il mosaico in pietra dell’artista è un omaggio a grandezza naturale all’anatomista rinascimentale

Sofisticate tecniche analitiche hanno aiutato a risolvere il mistero e hanno rivelato di più sulla storia dell’oggetto.

Per ottenere risposte, le guardie del restauro hanno dovuto accettare di regalare parti dell’insostituibile arte da 26 pollici in nome della scienza. Un team internazionale di ricercatori ha analizzato 11 piccoli campioni incisi, ciascuno del peso di pochi milligrammi. Prelevati da varie località del Mud Horse, i campioni sono stati sottoposti a una serie di test diversi.

Analizzando tutto, dalla chimica dei campioni alla struttura molecolare, gli scienziati hanno sfruttato al massimo i minuscoli mucchi della polvere.

Una tecnica, la diffrazione dei raggi X in polvere, studia come si comportano i raggi X quando vengono addestrati su un metallo o un’altra sostanza che è stata macinata in polvere. Diversi materiali piegano i raggi in modi diversi e questa tecnica può aiutare a determinare la miscela di materiali o la composizione di campioni anche molto piccoli.

Altre tecniche includevano la spettroscopia Raman, che osserva come la luce di un raggio laser viene diffusa quando colpisce il campione.

I ricercatori descrivono Indagine In Scienze del patrimonio.

Gli scienziati hanno appreso che la nappa non era fatta di argilla, ma piuttosto di gesso con colla animale. Altre nappe sulle selle dei cavalli hanno rivelato prove di molteplici riparazioni nel corso delle generazioni.

READ  I fisici del MIT scoprono una famiglia di strutture superconduttive di grafene "magiche".

Alla fine, scoprire che la nappa non era originale ha portato il museo a rimuoverla.

Lo studio aiuterà i supervisori del restauro a determinare il modo migliore per mantenere il cavallo in buone condizioni. Nelle news PubblicazionePietro Stropea, professore associato di chimica dell’Università di Cincinnati che ha guidato la ricerca, afferma che continuerà ad analizzare gli oggetti per i musei di tutto il Midwest.

La statua restaurata e altri disegni di cavalli nella lunga storia della Cina esisteranno ancora Mostrare In museo dal 7 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.