L'”anomalia” di Blue Origin provoca l’interruzione della capsula

Una “anomalia” della capsula è stata costretta a bordo lunedì durante un volo Blue Origin dal Texas occidentale. Il missile New Shepard, ora messo a terra dalla Federal Aviation Administration, non trasportava persone. È una versione precedente di uno che è stato lanciato sei volte con persone a bordo. Un minuto e quattro secondi della sua missione di 10 minuti avviene quando il booster del Blue Origin NS-23 fallisce. Solo dopo un irregolare soffio di fiamma dal motore, il sistema di interruzione si è avviato e ha sparato la capsula lontano dal motore principale guasto. Palcoscenico. “Se torni indietro e lo fai molto lentamente, vedrai che ci sono dei lampi. Normalmente, quando hai quei lampi, significa che c’è qualche tipo di detriti o del carburante in più o qualcosa in corso”, ha detto Paula do Valle Pereira della Florida Tech, ma l’azienda ha affermato che il sistema di fuga funziona come previsto. “È il sistema di fuga di lancio. Un solido motore a razzo è stato fondamentalmente acceso alla base di questa capsula quando necessario. “La capsula si è allontanata dal missile che era in procinto di esplodere”, ha affermato Eric Berger di Ars Technica. Sebbene non ci fossero esseri umani nella capsula, c’erano 36 carichi utili di esperimenti scientifici, metà dei quali finanziati dalla NASA. “Se le persone lo fossero state. Sull’aereo, avrebbero avuto un bel calcio nei pantaloni e avrebbero sentito delle G, ma stavano bene. “Ci sono altri tre voli passeggeri in programma per New Shepard quest’anno. Per operazioni simili a quelle di una compagnia aerea, Berger Penso che ci sia ancora molta strada da fare”, ha detto Berger. Come risultato della missione interrotta lunedì, la FAA ha messo a terra il New Shepard e l’agenzia ha scritto quanto segue in una dichiarazione a WESH 2 News: “Prima che il velivolo New Shepard possa tornare in volo, la FAA determinerà se un sistema o un’operazione An o procedura relativa all’incidente che ha pregiudicato la sicurezza pubblica. Questa è una pratica standard per tutte le indagini sugli incidenti, poiché la missione NS-23 è stata ritardata tre volte a causa del tempo. Il booster fallito è una versione precedente della versione nominale per attività con persone a bordo. La capsula è tornata sulla Terra sotto tre paracadute, proprio come sarebbe scesa anche se tutto fosse andato come previsto. “Sono abbastanza sicura che potrebbe capirlo senza problemi”, ha affermato Julie Brisset dell’Università della California. Florida Space Institute. grande “. Guarda il momento in cui il volo è stato interrotto di seguito

READ  Il tasso di inflazione della Turchia è salito al 73% con un forte aumento dei costi alimentari ed energetici

Una “anomalia” della capsula è stata costretta a bordo lunedì durante un volo Blue Origin dal Texas occidentale.

Il missile New Shepard, ora messo a terra dalla Federal Aviation Administration, non trasportava persone. È una versione precedente di uno che è stato lanciato sei volte con persone a bordo.

Un minuto e quattro secondi della sua missione di 10 minuti quando il booster del Blue Origin NS-23 ha fallito.

Dopo che un irregolare getto di fiamma è emanato dal motore, il sistema di interruzione ha iniziato a entrare in azione e ha lanciato la capsula lontano dallo stadio principale guasto.

“Se torni indietro e corri molto lentamente, vedrai che ci sono dei bagliori. Normalmente, quando hai quei bagliori, significa che c’è qualche tipo di detriti o del carburante in più o qualcosa in corso”, ha detto Paula do Valle Pereira della Florida Tech.

Ma la società ha affermato che il sistema di fuga funziona come previsto.

“È il lancio del sistema di fuga. Fondamentalmente un solido motore a razzo è stato lanciato alla base di questa capsula quando necessario. La capsula si è allontanata dal razzo che stava esplodendo”, ha affermato Eric Berger di Ars Technica.

Sebbene non ci fossero esseri umani nella capsula, c’erano 36 carichi utili di esperimenti scientifici, metà dei quali finanziati dalla NASA.

“Se le persone fossero state sulla barca, avrebbero preso un bel calcio nei pantaloni e avrebbero sentito qualche caduta, ma sarebbero andate bene”, ha detto Berger.

Sono previsti altri tre voli passeggeri per New Shepard quest’anno.

“Sebbene queste società stiano cercando di spostarsi verso operazioni simili a quelle di una compagnia aerea, penso che ci sia ancora molta strada da fare”, ha detto Berger.

READ  Post in evidenza su Twitter di Elon Musk e tagli ai costi, modi per fare soldi: rapporto

Come risultato della missione interrotta lunedì, la nuova FAA ha messo a terra Shepherd.

L’agenzia ha scritto quanto segue in una dichiarazione a WESH 2 News: “Prima che il velivolo New Shepard possa tornare in volo, la FAA determinerà se qualsiasi sistema, processo o procedura relativa all’incidente abbia influito sulla sicurezza pubblica.

Questa è una pratica standard per tutte le indagini sugli incidenti.

La missione NS-23 è stata ritardata tre volte a causa del tempo. Il booster fallito è una versione precedente della versione nominale per le attività in cui le persone sono a bordo.

La capsula è tornata sulla Terra sotto tre paracadute, proprio come sarebbe scesa anche se tutto fosse andato come previsto.

“Data la loro storia di voli regolari e affidabili, sono sicuro che potrebbero capirlo senza grossi problemi”, ha affermato Julie Brisset del Florida Space Institute dell’UCF.

Guarda il momento in cui il volo è stato interrotto di seguito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.