L’amministrazione Biden conta su Tesla come guida nella riforma della sua politica sui combustibili rinnovabili

(Reuters) – Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden cita raramente il produttore di auto elettriche Tesla (TSLA.O) in pubblico. Ma in privato, la sua amministrazione si è affidata alla società per aiutare a elaborare una nuova politica per consentire ai veicoli elettrici di sfruttare i redditizi sussidi per i combustibili rinnovabili del paese, secondo le e-mail visualizzate da Reuters.

L’amministrazione Biden ha chiamato Tesla nel suo primo giorno in carica, inaugurando una serie di incontri sull’argomento tra funzionari federali e società associate all’industria delle auto elettriche nei mesi successivi, secondo le e-mail.

La tempestiva e ampia comunicazione dell’amministrazione riflette che l’espansione dello standard statunitense sui combustibili rinnovabili (RFS) per renderlo uno strumento per elettrificare la flotta automobilistica della nazione è una delle priorità di Biden nella lotta al cambiamento climatico.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

RFS, che risale al 2005, è un programma federale che richiede che i carburanti per i trasporti venduti negli Stati Uniti contengano una quantità minima di combustibili rinnovabili. Fino ad ora, era principalmente un sussidio per l’etanolo dal mais.

Il contatto della Casa Bianca con Tesla mostra anche che mentre c’era un rancore pubblico tra Biden e il fondatore di Tesla Elon Musk, all’inizio il team di Biden ha cercato di coinvolgere la casa automobilistica in un’importante spinta politica. Biden ha fissato l’obiettivo di rendere la metà delle nuove auto vendute nel 2030 a emissioni zero.

L’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti, che gestisce l’RFS, dovrebbe svelare proposte di modifiche alle politiche entro l’anno, identificando nuovi vincitori e perdenti in un mercato multimiliardario dei crediti, noto come RIN, che ha sostenuto i coltivatori di mais e i produttori di biocarburanti per più di un decennio. .

Le prime prove suggeriscono che la direzione si sta orientando verso una regola che avvantaggia le case automobilistiche come Tesla, dandogli il massimo accesso ai cosiddetti e-RINS, o RIN elettrici. Ma la riforma potrebbe anche estendere il sostegno alle industrie collegate, come le compagnie di navigazione automobilistica e le discariche che forniscono centrali elettriche a biogas rinnovabile, secondo gli attori del settore.

READ  Wells Fargo accusato di aver condotto finti colloqui di lavoro con candidati di minoranza: rapporto

“Abbiamo sentito attraverso l’uva che le aziende automobilistiche apprezzeranno davvero questa regola”, ha detto Maureen Walsh, direttore della politica federale presso il Consiglio per il biogas degli Stati Uniti, in una conferenza a maggio. Ma, ha aggiunto, “ci stavamo sbarazzando tutti di quella pila”.

L’idea di includere i veicoli elettrici nell’RFS è allo studio da anni, ma ha preso piede quando il team di transizione di Biden si è concentrato sui veicoli elettrici come soluzione favorevole al lavoro alla crisi climatica. I trasporti rappresentano oltre un quarto delle emissioni di gas serra negli Stati Uniti.

La Casa Bianca non ha risposto alle richieste di commento.

L’EPA ha affermato che si sta consultando con “tutte le parti interessate” nella revisione della politica RFS.

L’attuale RFS richiede alle raffinerie di petrolio di miscelare etanolo e altri biocarburanti nel pool di combustibili o di acquistare RIN da coloro che lo fanno. Questa politica ha portato a un boom economico negli stati di Farm Belt. Ma ha anche fatto arrabbiare i gruppi ambientalisti che affermano che la produzione eccessiva di mais sta danneggiando la terra e l’acqua mentre allunga l’età del motore a combustione interna.

Friends of the Earth, un gruppo ambientalista, ha espresso la sua disapprovazione per il programma e-RIN. Il gruppo vede l’RFS come una politica che non è riuscita ad aumentare la produzione della nuova generazione di combustibili a basse emissioni di carbonio, danneggiando anche l’ambiente. Vedete anche che l’espansione del programma rappresenta una china scivolosa verso l’aumento dell’uso di legname di scarto e materie prime di legname, che possono generare elettricità.

“L’RFS dovrebbe essere riformato per affrontare gli omaggi di etanolo da mais sporco. Non dovrebbe essere ampliato per includere nuovi doni per l’agricoltura intensiva e la biomassa legnosa”, ha affermato Lucas Ross, portavoce di Friends of the Earth.

READ  Questa influencer ha lasciato il suo lavoro da Big Four per creare contenuti a tempo pieno

Vai a TESLA

La mattina dell’inaugurazione presidenziale di Biden nel gennaio 2021, il dipendente dell’EPA Dallas Burkholder ha inviato un’e-mail al lobbista di Tesla Rohan Patel per un incontro su come integrare i veicoli elettrici nell’RFS, secondo i documenti esaminati da Reuters. I registri mostrano che hanno programmato una riunione una settimana dopo.

Da allora, l’Agenzia per la protezione ambientale di Biden ha tenuto ulteriori incontri sull’argomento con Tesla, gruppi che rappresentano i produttori di biogas come West Management. (WM.N) Società di servizi della Repubblica (RSG.N) e società di stazioni di ricarica come ChargePoint Holdings Inc (CAP.N)Secondo i documenti.

L’Agenzia per la protezione ambientale ha anche tenuto almeno un incontro con il personale della Casa Bianca, incluso il consigliere per il clima Ali Zaidi, per discutere le riforme, secondo le e-mail.

La Casa Bianca di Biden è stata un impenitente sostenitore dell’industria delle auto elettriche, riponendo molte delle sue speranze sul clima di portare più auto elettriche sulle strade. Un disegno di legge bipartisan per le infrastrutture approvato lo scorso anno includeva 7,5 miliardi di dollari per nuove stazioni di ricarica per auto elettriche e Biden ha cercato di riportare i crediti d’imposta scaduti per aiutare i consumatori a pagare i nuovi veicoli.

Tuttavia, il CEO di Tesla Musk è stato spesso ai ferri corti con la Casa Bianca, inviando duri tweet diretti a Biden. A febbraio, Biden ha riconosciuto pubblicamente il ruolo di Tesla nella produzione di auto elettriche, dopo che Musk si è ripetutamente lamentato di essere stato ignorato. Leggi di più

Quello che tutti vogliono

Tesla sta cercando modifiche all’RFS che le consentirebbero di guadagnare crediti di carburante rinnovabile in base ai kilowattora pagati o parametri simili, secondo due fonti che hanno familiarità con il piano. L’azienda ha anche esplorato le partnership con i produttori di biogas per dare loro una leva in qualsiasi mercato emergente dalla nuova norma, affermano le fonti.

READ  Il presidente del Comitato democratico invita gli amministratori delegati del settore petrolifero a testimoniare in mezzo all'aumento del prezzo del gas

Tesla non ha risposto alle richieste di commento per questa storia.

Nel frattempo, anche i membri del settore delle spedizioni automobilistiche stanno spingendo per una partecipazione.

Matthew Nelson, un lobbista di Electrify America, un gruppo commerciale per le società di ricarica, ha scritto all’Agenzia per la protezione ambientale in ottobre e ha detto loro che gli e-RIN avrebbero fatto di più per consentire gli obiettivi di Biden per il 2030 di 500.000 stazioni di ricarica e vendite del 50% in più di elettricità veicoli rispetto a qualsiasi altra politica Un’altra, secondo le e-mail. Ha aggiunto che le compagnie di navigazione hanno bisogno di credito per competere con la benzina.

Gli Stati Uniti hanno attualmente circa 48.000 stazioni di ricarica, concentrate intorno alle aree costiere, secondo i dati del Dipartimento dell’Energia.

I produttori di biogas, come le discariche, vogliono credito, sostenendo di fornire combustibili rinnovabili alla rete che genera energia per i veicoli elettrici.

L’elettricità derivata dal biogas è già idonea a generare RIN. Ma l’Agenzia per la protezione dell’ambiente non ha mai approvato una richiesta dell’industria perché non ha ancora determinato il modo migliore per tracciare la forza che porta i veicoli elettrici alla loro origine.

Nel 2020, il gas di discarica ha prodotto circa 10 miliardi di kilowattora di elettricità, ovvero lo 0,3% dell’energia su scala industriale degli Stati Uniti.

“Riteniamo che l’attuazione del programma elettrico della RFS si allinei bene con gli obiettivi climatici dell’amministrazione Biden”, ha scritto Carrie Anand, direttore esecutivo della Biomass Energy Association, all’Agenzia per la protezione ambientale, secondo i documenti.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi di Garrett Renshaw a Filadelfia e Stephanie Kelly a New York; Montaggio di Richard Valdemanis e Matthew Lewis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.