Ladder: Michael Peterson Blasts, serie HBO e regista di documentari

Il ritratto di Antonio Campos dei documentaristi Jean-Xavier de Lestrade e Sophie Brunet in HBO Maxle scale“ha portato a Polemica pubblica sulla loro interpretazione In breve adattamento. Ma ora, il tema fattuale principale di entrambe le serie – Michele Peterson – Parlando pubblicamente in una serie esclusiva di email a diverso.

La moglie di Peterson, Kathleen, è stata trovata morta in fondo alle scale della loro casa nella Carolina del Nord nel 2001. Le autorità hanno scoperto che Peterson, noto per essere bisessuale, aveva avuto rapporti sessuali con uomini. È stato accusato dell’omicidio di sua moglie e condannato nel 2003. Ora è latitante dopo che le accuse si sono trasformate in omicidio colposo in un nuovo processo.

Peterson ha permesso alla troupe televisiva di filmare lui e la sua famiglia in attesa del processo, che è diventata una serie di documentari estesa che è stata presentata per la prima volta nel 2004 (trasmessa su Netflix). Sebbene Peterson non fosse contento della serie HBO Campos, era arrabbiato con de Lestrade.

“Ho letto di Jean de Lestrade che si è sentito tradito da Antonio Campos e dello show della HBO Max di ‘The Staircase’, ma ciò che è stato dimenticato, trascurato o semplicemente ignorato è il suo tradimento di me e della mia famiglia”, dice. “Riteniamo che Jane abbia fatto il magnaccia – ha venduto la nostra storia a Campos per soldi – quale parola oltre a magnaccia descriverebbe quello che ha fatto?”

De Lestrade ha prodotto e diretto documentari. Oltre alle commissioni, ha ricevuto crediti come co-produttore esecutivo per l’adattamento con Colin Firth nei panni di Peterson.

“Ha rilasciato il suo archivio a Campos che ha poi creato un resoconto fittizio degli eventi, la maggior parte dei quali (di cui non mi interessa molto) ha distrutto me e i miei figli, cosa che conta davvero per me”, dice Peterson. “Ci sono enormi inesattezze e distorsioni della verità nella serie HBO, ben oltre quella che sarebbe considerata una licenza ‘artistica’”.

Una delle rivelazioni del caso fu che Peterson conosceva una seconda conoscenza, un vicino in Germania, anch’egli morto cadendo da una scala.

De Lestrade suggerisce che Campos avrebbe realizzato la miniserie senza la sua partecipazione. Dice che quando ha incontrato Campos più di un decennio fa per discutere di immaginare la “scala”, l’ultimo offerente gli ha chiarito che Peterson e il suo caso erano di dominio pubblico. A quel tempo, Fox Searchlight era incaricato di trasformare la storia in un film autonomo. Alla fine, de Lestrade decise di vendere i diritti sui suoi materiali a Campos, cosa che de Lestrade e Peterson contestarono sull’importo effettivo.

“Dato che sapevo che Antonio doveva raccontare la storia di Michael e il documentario, ho pensato che sarebbe stato meglio collaborare ed essere coinvolto nel processo e poi rimanere fuori come un outsider”, dice de Lestrade. “In qualche modo pensavo di proteggere Michael e la sua famiglia facendomi coinvolgere, ma mi sbagliavo”.

READ  Justin Bieber risulta positivo al COVID-19 e ha rinviato il concerto di Las Vegas all'estate

In un’intervista a diversoDe Lestrade dice di non aver mai guardato le sceneggiature di Campos e di non aver co-prodotto HBO Max nonostante sia stato accreditato come produttore della serie.

“Ho parlato molto con Antonio nel corso degli anni e ho davvero pensato che avesse capito bene la storia”, dice de Lestrade. “Quindi, quando hanno iniziato il processo di scrittura, c’erano scrittori nella stessa stanza che avevano molte idee e lavorato molte ore. Non posso prendere parte a questo processo da Parigi. Inoltre, poiché mi fidavo già di Antonio, non ho chiesto per la sceneggiatura. So che è difficile da capire, ma ora so che non posso fidarmi di nessuno in questo settore. Avrei dovuto chiederlo. È colpa mia”.

Campos non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sui commenti di Peterson sulla serie, che ha mandato in onda il suo finale il 9 giugno. HBO Max non ha commentato le controversie che circondano la serie fantasy. Ogni episodio contiene un disclaimer che si tratta di “un gioco basato su determinati fatti”.

Nella sua email a diversoPeterson ha dichiarato che de Lestrade non gli ha mai detto di aver venduto oggetti a Campos. De Lestrade lo contesta, dicendo di aver detto alla famiglia Peterson nel 2008 e intorno al 2008 che Campos voleva girare un lungometraggio sui documentari. De Lestrade non riesce a ricordare se ha segnalato Peterson sulla serie HBO Max.

“Se non l’avessi fatto, avrei dovuto”, ammette de Lestrade.

Mentre de Lestrade sostiene di aver ricevuto solo € 7.500 (US $ 9.370) per gli articoli venduti a Campos, Peterson afferma che il manager avrebbe dovuto diffidare dell’accordo e preoccupato per la famiglia Peterson. Afferma inoltre che il regista ha ricevuto molto più di questo importo.

“Jane avrebbe dovuto sapere che quando vendi il tuo culo/la tua proprietà, corri il rischio di essere sfruttata/tradita”, dice Peterson. “Ogni cagna lo sa. Quindi ha tradito/scopato. Perché è sorpreso? È stato risarcito – ripagato. Ma non abbiamo venduto la nostra storia a Campos – non siamo stati nemmeno consultati o detto che Jean l’ha fatto. Noi che eravamo traditi, sono stati falsamente descritti come Una lotta tra noi (che non è mai avvenuta) e con una storia inventata che offusca la nostra reputazione agli occhi di milioni di persone.

Campos Dramatic Photography ritrae de Lestrade e Brunet come un regista di documentari eticamente modificato. Poco dopo la premiere del 5 maggio del primo episodio di “The Staircase”, De Lestrade e Brunet hanno pubblicamente accusato Campos, così come la co-conduttrice Maggie Cohn, di aver spinto troppo oltre la loro licenza d’arte. Ma Peterson non ha simpatia per de Lestrade.

READ  Netflix dice ai dipendenti di smettere se si sentono offesi dal nuovo memo culturale

“È falso e ipocrita per Jan parlare di sfidare la sua integrità quando si è venduto a Campos e non ci ha mostrato integrità o senso di responsabilità”, afferma Peterson.

Peterson continua: “È l’unico responsabile di quello che ci è successo, e mentre io sono furiosamente arrabbiato a Campos per tutte le libertà che si è preso con la verità (e per il furto del mio ‘Dietro le scale’, l’unica fonte del suo scene di prigione, per le quali, ovviamente, non ho ricevuto alcun compenso), sono ancora più arrabbiato di Jean che avrebbe dovuto pensare ai nostri interessi quando ha venduto la nostra storia. Non provo simpatia per lui, non più di quanto lo farei per una prostituta che ha contratto una malattia sessualmente trasmissibile dopo aver venduto il suo culo. Sembra crudele, ma guarda il risultato per la nostra famiglia per quello che ha fatto.”

De Lestrade prova simpatia per Peterson. “Lavoro in Francia e faccio un grande spettacolo teatrale”, dice. ‘Non ho bisogno di vendere i diritti a [‘The Staircase’] per guadagnare soldi. Ma posso davvero capire la posizione di Michael perché [the series is] Terribile per lui e la sua famiglia. Ma penso di aver cercato di farlo nel documentario con grande rispetto per Michael e tutti i suoi figli”.

Peterson afferma che De Lestrade ha ricevuto $ 75.000 per vendere i diritti della serie di documentari, citando la sua conoscenza di precedenti accordi per adattare il progetto, ma il regista lo confuta con veemenza, suggerendo che la società di produzione potrebbe aver ricevuto una somma maggiore da lui. Dal punto di vista di Peterson, anche questa cifra più alta contestata era una quantità molto piccola del danno che la miniserie aveva inflitto alla sua famiglia.

“Amo e rispetto Jane, ma non importa come cerchi di farla girare, guadagna circa 75.000 dollari per la nostra storia, che è una piccola somma, sicuramente dato l’orribile danno che la mia famiglia ha subito”, dice Peterson. “E non ha menzionato come Antonio ci abbia aperto l’intero archivio dei suoi filmati”.

Peterson ha detto a Variety che ha intenzione di essere a New York questo fine settimana per la premiere di “The Subject” al Tribeca Film Festival, un documentario che esplora il tema della moralità nei documentari. La figlia di Peterson, Margaret Ratliff, che è una regista di documentari, è stata coinvolta nel film così come suo padre.

Peterson scrive: “È mia intenzione sollevare la questione dell’etica dei documentari che vendono i loro documentari ad altri che potrebbero trarne vantaggio, come hanno fatto Antonio e HBO per noi”.

READ  Halo Streaming episodio 1 di Show Free su YouTube

Questa è l’email iniziale di Peterson a diverso:

Cara signora Morfoot,

Questo è il mio primo commento pubblico su HBO Max e sul documentario francese Staircase. Attenzione: segui l’oscenità. Dai la colpa a mia figlia Margaret, mi ha dato il tuo indirizzo email.

Ho letto di Jean de Lastride che si sente tradito da Antonio Campos e dello show HBO Max della Scala, ma ciò che è stato dimenticato, trascurato o semplicemente ignorato è il suo tradimento di me e della mia famiglia.

Pensiamo che Jean ci abbia sfruttato – ha venduto la nostra storia a Campos per soldi – quale parola oltre a sfruttato potrebbe descrivere quello che ha fatto? Ha rilasciato il suo archivio a Campos che ha poi creato un resoconto fittizio degli eventi, la maggior parte dei quali ha rotto me (cosa di cui non mi interessa davvero) e i miei figli, cosa che conta davvero per me. Ci sono imprecisioni ed eclatanti distorsioni della verità nella serie HBO, ben al di là di quella che potrebbe essere considerata una licenza “artistica”.

Jane avrebbe dovuto sapere che quando vendi il tuo culo/la tua proprietà, corri il rischio di essere sfruttato/tradito. Ogni cagna lo sa. Quindi è stato imbrogliato/scopato. Perché è sorpreso? Rimborsato – rimborsato.

Ma non abbiamo venduto la nostra storia a Campos – non siamo stati nemmeno consultati o detto che Jean l’ha fatto. Siamo quelli che sono stati traditi, falsamente descritti come in lotta tra di noi (cosa che non è mai accaduta) e con una storia inventata che offusca la nostra reputazione agli occhi di milioni di persone.

È falso e ipocrita per Jean parlare di sfidare la sua integrità quando si è venduto a Campos, senza mostrarci integrità o senso di responsabilità. È lui il responsabile di quello che ci è successo, e mentre io ero furiosamente arrabbiato a Campos per tutte le libertà, è stato preso dalla verità (e per aver rubato il mio libro Dietro le scale – l’unica fonte delle sue scene di prigione, per cui di certo che non ho avuto un compenso), sono ancora più arrabbiato di Jean che avrebbe dovuto farlo che mette in mente i nostri interessi quando ha venduto la nostra storia. Non provo simpatia per lui, non più di quanto lo farei per una prostituta che ha contratto una malattia sessualmente trasmissibile dopo aver venduto il suo culo.

Sembra crudele, ma guarda il punteggio della nostra famiglia per quello che ha fatto.

Cordiali saluti, e i migliori auguri, Michael Peterson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.