La tempesta tropicale Earl ha previsto che si trasformerà in un uragano: Forecasters

Sebbene gli uragani Daniel e la tempesta tropicale Earl dovrebbero farsi strada nell’Atlantico aperto, Earl dovrebbe diventare il primo grande uragano della stagione alla fine della settimana, secondo l’avviso delle 17:00 di domenica. Inoltre, un terzo sistema è apparso al largo della costa occidentale dell’Africa.

I meteorologi hanno affermato che la tempesta tropicale Earl, con venti massimi sostenuti di 50 mph e situata a circa 110 miglia a nord di St. Thomas e delle Isole Vergini, si sta spostando a nord-ovest a 5 mph e dovrebbe trasformarsi in un uragano verso nord all’inizio di questa settimana.

I venti tropicali di burrasca di Earl si estendevano fino a 105 miglia.

Earl dovrebbe trasferirsi dai Caraibi il lunedì e il martedì. L’uragano Earl dovrebbe formarsi martedì, secondo il National Hurricane Center, e dovrebbe diventare un grande uragano (almeno 111 mph) venerdì.

“Ci si aspetta che il conte si pieghi bruscamente e rapidamente, consentendo alla tempesta di passare a sud e ad est dell’isola. Gli impatti diretti sono improbabili, tuttavia il conte potrebbe generare correnti agitate e correnti di strappo che possono influenzare l’isola durante questo”, ha affermato Alan Ripert , meteorologo senior presso AccuWeather. la settimana.

Alle 17:00 di domenica, Danielle si trovava a circa 1.000 miglia al largo nel Nord Atlantico e viaggiava verso nord a 2 mph.

I meteorologi affermano che un’area di bassa pressione potrebbe formarsi alla fine di questa settimana da un’onda tropicale vicino all’Africa e uno sviluppo graduale è possibile perché questo sistema si sposta generalmente da ovest a nord-ovest nell’Oceano Atlantico.

A partire da domenica sera, il National Hurricane Center ha dato una probabilità del 20% di svilupparsi nei prossimi cinque giorni.

Avvisi sulle ultime notizie

Avvisi sulle ultime notizie

come succede

Ricevi aggiornamenti sullo sviluppo di storie man mano che accadono con avvisi e-mail di ultime notizie gratuiti.

I venti massimi sostenuti dall’uragano Daniel hanno raggiunto i 85 mph domenica sera e un certo graduale rafforzamento è previsto fino a lunedì.

I suoi venti da uragano si estendevano per 25 miglia dal suo centro, con venti di tempesta tropicale che si estendevano per 105 miglia. Alle 17 di domenica, Danielle si trovava a circa 980 miglia a ovest delle Azzorre mentre navigava sull’Oceano Atlantico.

Danielle ed Earl sono le prime tempeste con nome a formarsi nell’Oceano Atlantico dall’inizio di luglio, quando la tempesta tropicale Colin si è formata al largo della costa della Carolina. Arriva dopo un agosto tranquillo senza temporali definiti, che si verifica solo per la terza volta dal 1961.

La stagione degli uragani 2020 ha stabilito un record con 30 sistemi denominati, mentre la stagione 2021 è stata la terza più attiva con 21 sistemi denominati. L’anno medio richiede 14 tempeste denominate.

La prossima tempesta da formare sarà Fiona.

I meteorologi affermano che aria secca, polvere del deserto e frangivento sono stati tra i motivi per cui quest’anno non ci sono state più tempeste.

La stagione degli uragani termina il 30 novembre.

READ  La Germania si prepara all'"incubo" russo sul taglio permanente del gas Germania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.