La Russia si è detta pronta a riprendere i colloqui con l’Ucraina

Il negoziatore russo Vladimir Medinsky ha dichiarato domenica che la Russia è pronta a riprendere i colloqui di pace con l’Ucraina e ha promesso che sarebbero stati sospesi a causa di Kiev.

“Siamo pronti a continuare la conversazione”, ha detto alla televisione bielorussa Vladimir Medinsky, il consigliere del Cremlino incaricato dei colloqui con Kiev.

“La sospensione dei colloqui è interamente un’iniziativa dell’Ucraina”, ha detto, aggiungendo che “la palla è nel campo degli ucraini”. “La Russia non ha mai rifiutato di negoziare”, ha detto.

Dopo che le forze russe sono entrate in Ucraina il 24 febbraio e non sono riuscite a impossessarsi rapidamente della capitale, Russia e Ucraina hanno tenuto diversi round di colloqui, direttamente o online, con il più alto livello di rappresentanza ministeriale degli esteri. Sergei Lavrov e Dmitro Kuleba si sono incontrati in Turchia a marzo, e successivamente i delegati si sono incontrati a Istanbul, ma non ci sono riusciti.

Il negoziatore ucraino Mikhail Podoliak ha dichiarato martedì che i colloqui sono stati “sospesi”, mentre la Russia ha ripreso le sue “operazioni speciali” nell’Ucraina orientale, dove gli attacchi sono in aumento.

In un’intervista di sabato, Mikhail Podoliak, consigliere del presidente Zhelensky, ha rifiutato l’offerta di accettare una guerra con la Russia e l’idea di concludere un accordo con Mosca sulla resa dei territori.

Autore: Luana Pavaluca

READ  FT: America o Europa in Europa multimp - mulimită lui Putin - International

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.