La Russia avverte i vicini: se offrono i loro aeroporti all’Ucraina, potrebbero essere considerati coinvolti nel conflitto

L’esercito russo ha avvertito i vicini dell’Ucraina di non pilotare i suoi aerei da guerra, dicendo che Mosca potrebbe considerarli parte del conflitto se gli aerei ucraini effettuassero operazioni di guerra nel loro territorio.

Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha detto domenica a Reuters che qualsiasi paese che fornisce aeroporti all’Ucraina potrebbe essere considerato coinvolto negli attacchi alla Russia.

L’agenzia di stampa Interfax ha citato Konashenkov dicendo che “l’acquisizione di aerei militari ucraini utilizzando le reti aeroportuali di questi paesi e il loro uso contro le forze armate russe potrebbe essere considerato il coinvolgimento di questi stati nel conflitto armato”.

Secondo l’Associated Press, un portavoce del ministero della Difesa russo ha accusato alcuni aerei da guerra ucraini di essere bloccati in Romania e nella vicina Ucraina, cosa che non ha riconosciuto. Konashenkov ha avvertito che se questi aerei da guerra attaccassero le forze russe al confine con questi paesi, potrebbe essere “considerato il coinvolgimento di questi paesi nel conflitto militare”.

“Quasi tutti gli aerei del regime di Kiev sono stati distrutti. Allo stesso tempo, sappiamo che gli aerei da guerra ucraini sono volati in Romania e in altri paesi vicino al confine. “, ha detto Igor Konashenkov.

Zhelensky ha chiesto voli di fabbricazione russa per l’Europa orientale

Sabato a Mosca, il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky ha invitato i legislatori statunitensi ad aiutare gli Stati Uniti a costringere alcuni paesi dell’Europa orientale a mettere a disposizione dell’Ucraina aerei di fabbricazione russa.

Diversi media americani hanno riferito di un possibile accordo tra Stati Uniti e Polonia Varsavia fornirà voli per l’Ucraina Aerei da combattimento sovietici in cambio di aerei da combattimento americani F-16.

READ  Non sono abbastanza bravo. Ho dovuto servire meglio

Il segretario di Stato americano Anthony Blingen, in visita domenica in Moldova, ha confermato che gli Stati Uniti stanno valutando la possibilità di inviare aerei da combattimento in Polonia se Varsavia deciderà di inviare aerei da combattimento in Ucraina.

Tuttavia, Varsavia in seguito ha negato tale intenzione.

Il primo giorno del conflitto un aereo ucraino è entrato accidentalmente nello spazio aereo romano

D’altra parte, il primo giorno dell’invasione russa dell’Ucraina, un caccia Sukhoi 27 dell’aviazione ucraina è stato intercettato da due F-16 dell’aviazione romana nel nord della Romania. L’aereo militare ucraino è stato portato ad effettuare un atterraggio immediato al 95° aeroporto di Baghdad, dove è stato sganciato pochi giorni dopo, con le autorità rumene che hanno concluso che si è trattato di un “incidente”.

“Dopo il volo ucraino Incluso Doveva essere portato nello spazio aereo rumeno e all’aeroporto di Baga, il ministro Resnikov (ministro della Difesa ucraino – n.) ha ricevuto da loro una lettera di scusa per il suo volo in arrivo qui, quindi lo ha confermato molto rapidamente. Questo è un errore e non dobbiamo interpretarlo come un atto di ostilità nei confronti della Romania”, ha affermato il ministro della Difesa Vasile Ding alla DG24.

Per saperne di più: Putin: le sanzioni occidentali sono come una dichiarazione di guerra. Consideriamo comilitante il Paese che impone la zona di esenzione

Autore: Luana Pavaluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.