La nuova sottovariante di Omicron solleva interrogativi ed è strettamente monitorata dagli scienziati

Una nuova variante di Omicron, rilasciata poche settimane fa, solleva interrogativi ed è monitorata da vicino dagli scienziati, secondo AFP e Reuters, ripreso da Agerpres.

Sebbene la nuova sottovariante “non modifichi i dati del problema”, secondo il ministro della Salute francese, le sue caratteristiche esatte, che non sono ancora del tutto note, sollevano alcuni interrogativi.

Di nome PA.2, Questa sottovariante è stata trovata in molti paesi del mondo, specialmente in Europa.

In una conferenza stampa giovedì sera, il ministro della Salute francese Oliver Vernon ha affermato che “nuove variazioni compaiono molto spesso”.

Per quanto ne sappiamo la nuova sottovariante è più o meno simile alle caratteristiche che conosciamo di Omicron. Non modificare i dati del problema a questo punto“, ha aggiunto il ministro francese.

Come per la precedente variante Delta, la variante Omigran si è diffusa sempre più in tutto il mondo, creando dei “fratelli minori”, sottospecie con una o due mutazioni legate al suo gene originario.

Per ora non sono state analizzate le caratteristiche esatte della nuova sottovariante. Ma alcune informazioni mediche attirano l’attenzione degli esperti: Si dice che BA.2 sia diventata la maggioranza in Danimarca, dove il numero di casi quotidiani di COVID-19 ha ricominciato a salire negli ultimi giorni..

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha classificato Omicron nella categoria “Preoccupato”, ma a questo punto non fa distinzione tra la variante Omicron originale e la sottovariante BA.2.

“Abbiamo una situazione internazionale in cui la versione Omigron è in grande diffusione ed è naturale osservare la comparsa di sottotipi nel tempo”, ha affermato venerdì l’agenzia di stampa francese di San Diego in una nota.

READ  Shoiku riappare in pubblico e afferma che i principali obiettivi dell'"operazione" in Ucraina sono stati raggiunti.

“Ciò che ci interessa è se l’infezione ha caratteristiche diverse in termini di evitamento della risposta immunitaria e gravità”, ha affermato la società francese.

Finora la nuova sottovariante è già stata rilevata in Francia, “ma in misura molto minore”.

In Danimarca, invece, ha gradualmente sostituito la variante “classica” di Omigran, BA.1.

“Le autorità danesi non hanno alcuna spiegazione per l’incidente, ma lo stanno monitorando con la migliore compagnia”, hanno affermato gli esperti dell’Agenzia Pubblica Francia. Da parte loro, gli esperti in Francia “seguono da vicino i dati ottenuti in Danimarca”.

Da parte sua, l’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKSHA) ha annunciato venerdì di aver aggiunto la nuova sottovariante Omicron alla categoria “Variations Under Investigation”, riferisce Reuters.

BA.2 non ha mostrato una mutazione specifica trovata nella variante Omicron e l’ha distinto dalla variante delta, che è stata esplorata dagli scienziati britannici ma non è stata definita “variante preoccupante”.

“Le mutazioni sono inerenti ai virus, quindi si prevede che continueremo a vederne emergere di nuovi”, ha affermato Mira Chand, direttore della virologia dell’UKHSA.

“Il nostro monitoraggio continuo del gene virale (SARS-CoV-2, n.) ci consente di identificare nuovi sottotipi e analizzarli per vedere se sono importanti”, ha affermato lo stesso esperto britannico, microbiologo.

Fonte foto: Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.