La nuova leader britannica Liz Truss mette a punto un massiccio piano di sussidi energetici

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Truss annuncerà il suo piano di sostegno energetico giovedì
  • Il nuovo primo ministro esclude una tassa inaspettata sulle società energetiche
  • La sterlina britannica è scesa al livello più basso dal 1985 rispetto al dollaro USA
  • Kwarteng dice che il prestito sarà più alto
  • La Banca d’Inghilterra afferma che i sussidi energetici possono aiutare a raffreddare l’inflazione

LONDRA (Reuters) – Il nuovo primo ministro britannico Liz Truss ha preparato mercoledì i dettagli finali di un piano per affrontare le bollette energetiche elevate che sembrano probabilmente raffreddare l’inflazione ma aggiungono oltre 100 miliardi di sterline (115 miliardi di dollari) al prestito del Paese. .

Nel suo primo giorno intero come presidente della Gran Bretagna dopo aver sostituito Boris Johnson, Truss ha detto al Parlamento che avrebbe sostenuto le imprese e le famiglie nella preparazione di una recessione che dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno.

La sterlina è scesa al livello più basso rispetto al dollaro USA dal 1985, in parte a causa delle preoccupazioni degli investitori sull’importo del debito che la Gran Bretagna avrebbe dovuto vendere per finanziare il suo piano di sostegno energetico e dei tagli alle tasse che Truss aveva anche promesso.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Una fonte che ha familiarità con la situazione ha detto a Reuters che Truss stava prendendo in considerazione il congelamento delle bollette energetiche in un piano che potrebbe costare circa 100 miliardi di sterline, un’importante inversione di tendenza dopo aver rifiutato le “dispense” durante le prime fasi della campagna per la leadership dei Tory.

READ  Ultime notizie sulla guerra tra Russia e Ucraina e Zelensky: aggiornamenti in tempo reale

La Deutsche Bank ha affermato che il sostegno ai prezzi dell’energia e i tagli alle tasse promessi potrebbero costare 179 miliardi di sterline, ovvero circa la metà della storica spinta alla spesa britannica per la pandemia che ha inferto un duro colpo alle finanze pubbliche del paese.

Truss ha escluso le richieste del partito laburista di opposizione di finanziare parte della spesa aumentando le tasse sulle società energetiche.

“Sono contrario a una tassa inaspettata”, ha detto Truss ai legislatori. “Penso che sarebbe un errore impedire alle aziende di investire nel Regno Unito”.

I dettagli del piano di sussidi energetici dovrebbero essere presentati in parlamento giovedì.

Più prestiti

Il suo ministro delle finanze Kwasi Quarting, che è anche lui alla sua prima giornata intera di lavoro, ha affermato che i prestiti sarebbero stati più elevati a breve termine per fornire sostegno a famiglie e imprese e finanziare tagli alle tasse. Leggi di più

Ha detto ai leader aziendali: “Dobbiamo essere assertivi e fare le cose in modo diverso. Ciò significa concentrarsi incessantemente su come sbloccare gli investimenti aziendali e aumentare le dimensioni dell’economia britannica, piuttosto che su come ridistribuire ciò che è rimasto”.

La sterlina è scesa al livello più basso rispetto al dollaro dal 1985 a $ 1,1407 ed è scesa di circa l’1% anche rispetto all’euro.

Mentre un calo della sterlina potrebbe aumentare le pressioni inflazionistiche nell’economia, è probabile che il previsto regime di congelamento dei prezzi contribuisca ad alleviare la pressione sul costo della vita sui consumatori che si stava configurando come la più grave degli ultimi decenni.

Hugh Bell, capo economista della Bank of England, ha affermato che il piano potrebbe rallentare l’inflazione – che ha superato il 10% a luglio – sebbene fosse troppo presto per dire quali sarebbero le implicazioni degli aumenti dei tassi di interesse della banca centrale. Leggi di più

READ  Il prestatore multilaterale con sede a Pechino sospende le attività legate alla Russia

La Banca d’Inghilterra ad agosto prevede che l’inflazione superi il 13% e alcuni economisti hanno recentemente affermato che potrebbe superare il 20% se i prezzi del gas – spinti dall’invasione russa dell’Ucraina – rimangono elevati.

Bell ha anche affermato che la Banca d’Inghilterra non avrebbe consentito all’aumento della spesa pubblica di aumentare la domanda nell’economia al punto che l’inflazione era aumentata.

Tuttavia, gli investitori hanno ridotto le loro scommesse su un aumento del tasso di 75 punti base nell’imminente annuncio di politica monetaria della Banca d’Inghilterra il 15 settembre al 60% da quasi l’80% all’inizio di mercoledì. Anche i rendimenti dei titoli di Stato britannici per due anni sono diminuiti.

Kwarteng ha incontrato il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey e gli ha detto che “l’indipendenza è davvero la pietra angolare di come viene gestita l’economia”, commenti che sembravano volti a rassicurare gli investitori sul fatto che il nuovo governo non avrebbe esercitato pressioni sulla banca centrale.

All’inizio della campagna per la leadership dei Tory, Truss ha affermato che il governo dovrebbe stabilire una “chiara direzione di viaggio” per la politica monetaria, sebbene in seguito abbia assunto un tono meno invadente.

Quarting ha detto che incontrerà Bailey regolarmente, inizialmente due volte a settimana, per coordinare il sostegno economico.

(dollaro = 0,8721 sterline)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti aggiuntivi da parte dell’ufficio del Regno Unito Scrittura di William Schomberg Montaggio di Hugh Lawson

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.