La NASA registra il primo lancio di un razzo in assoluto da un sito commerciale al di fuori degli Stati Uniti

È il primo razzo della NASA lanciato dall’Australia dal 1995.

Sidney:

Il primo lancio in assoluto della NASA da un sito commerciale al di fuori degli Stati Uniti è decollato dall’entroterra australiano domenica scorsa, in un momento “storico” per l’industria spaziale del paese.

Nel primo dei tre lanci pianificati dall’Arnhem Space Center, il razzo, che trasportava una tecnologia simile al telescopio “Little Hubble”, è decollato per circa 350 chilometri (218 miglia) nel cielo notturno.

“È un’occasione importante per noi come azienda in particolare, ma storica per l’Australia”, ha detto all’AFP Michael Jones, CEO di Equatorial Launch Australia, prima del decollo del volo.

Jones, la cui società possiede e gestisce il sito di lancio nell’estremo nord dell’Australia, ha definito il sito un “prossimo consiglio” per l’industria spaziale del paese e ha affermato che l’opportunità di lavorare con la NASA è stata una pietra miliare per le società spaziali commerciali del paese.

Dopo una serie di ritardi dovuti a pioggia e vento, il razzo dal suono suborbitale è volato in cielo per studiare i raggi X emessi dai sistemi Alpha Centauri A e B.

Dopo che il razzo ha raggiunto il suo picco, il carico utile del razzo avrebbe catturato i dati sui sistemi stellari prima del paracadutismo sulla Terra.

Secondo la NASA, il lancio offre uno sguardo unico su sistemi distanti e apre nuove possibilità per gli scienziati.

“Siamo entusiasti di poter lanciare importanti missioni scientifiche dall’emisfero australe e vedere obiettivi che non possiamo lanciare dagli Stati Uniti”, ha affermato Nikki Fox, direttore della divisione di eliofisica della NASA a Washington, DC, annunciando la missione.

READ  Le prime immagini del telescopio spaziale Webb della NASA

Jones ha affermato che la posizione unica ha reso difficili i preparativi, con anni di lavoro per ottenere l’approvazione normativa e la necessità di trasportare i missili su chiatte fino al sito di lancio, a circa 28 ore di auto da Darwin, nell’Australia settentrionale.

“Penso che la squadra sarà, sai, un enorme sollievo da ciò che è stato fatto”, ha detto.

Ma con l’avvicinarsi della prossima data di lancio del 4 luglio, i tempi di inattività saranno di breve durata.

“Abbiamo bisogno, sai, di rispolverare noi stessi, prenderci un giorno libero e poi tornare a prepararci per il prossimo lancio perché è altrettanto importante”.

È il primo razzo della NASA lanciato dall’Australia dal 1995 e il primo ministro Anthony Albanese ha salutato il progetto come l’inizio di una “nuova era” per l’industria spaziale del paese.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dalla troupe di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.