La Moldova afferma che il tentativo dell’esercito russo di reclutare i propri cittadini è pericoloso

CHISINAU (Reuters) – (Questa storia del 14 aprile nel titolo e nel primo paragrafo chiarisce che la Moldova non ha accusato direttamente i militari russi, e corregge la giornata in cui il ministro ha fatto commenti; nel quarto e quinto paragrafo aggiunge il contesto delle dichiarazioni del ministro affermazioni e corregge l’esatta formulazione della citazione)

La Moldova ha dichiarato mercoledì che i rapporti secondo cui l’esercito russo sta cercando di reclutare cittadini moldavi sono seri e che discute regolarmente tutte le questioni di interesse con i funzionari russi, in risposta a una domanda sulla guerra in Ucraina.

I commenti sono arrivati ​​pochi giorni dopo che l’intelligence militare britannica aveva affermato che Mosca stava cercando di ricostituire le sue forze in Ucraina reclutando nella regione separatista della Transnistria. Leggi di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La Transdniestria è una stretta striscia di terra controllata dai separatisti filo-russi che corre lungo la Moldova orientale e raggiunge circa 25 miglia (40 km) dal porto ucraino di Odessa. Leggi di più

In risposta a una domanda dei giornalisti locali sui presunti tentativi russi di reclutare persone in Transnistria, il ministro degli Esteri moldavo Nico Popescu ha dichiarato: “Queste non sono azioni che contribuiscono alla pace per tutti noi, per i nostri compatrioti, per le nostre famiglie, e sono cose pericolose e dovrebbero essere scoraggiati”.

“C’è una serie di incontri regolari tra i miei colleghi del Ministero degli Affari Esteri e l’ambasciatore della Federazione Russa, durante i quali la Moldova afferma chiaramente la sua posizione”.

Il ministero degli Esteri russo non ha risposto a una richiesta di commento.

READ  L'ondata di caldo porta temperature estreme ad aprile in India e Pakistan

La Reuters non è stata in grado di verificare se l’esercito russo stesse cercando di reclutare cittadini moldavi.

Giovedì, il vice ministro della Difesa ucraino Hanna Maliar ha affermato che la Russia sta ammassando le sue forze in diverse regioni, inclusa la Transnistria, per “un’ulteriore escalation” in Ucraina.

La Moldova ha dichiarato il mese scorso che stava monitorando la situazione in Transnistria, dove si stima che siano di stanza circa 1.500 soldati russi, ma che non ha visto grandi cambiamenti dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio. Leggi di più

Lunedì, le autorità della Transnistria hanno negato che la Russia avesse fatto preparativi militari sul suo territorio che avrebbero minacciato l’Ucraina. Giovedì il ministero degli Esteri della regione non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento sui commenti ucraini di Maliar.

Mosca descrive le sue azioni in Ucraina come una “operazione speciale” per distruggere le capacità militari dell’Ucraina e sradicare quelli che considera pericolosi nazionalisti, ma l’Ucraina e l’Occidente affermano che la Russia ha lanciato una guerra di aggressione ingiustificata.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Alexander Tanas) Segnalazione aggiuntiva di Natalia Zenets Scrittura di Alexander Winning Montaggio di William MacLean e Frances Kerry

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.