La MLB ha scatenato l’incidente di Josh Donaldson e Tim Anderson

calore morto. Nessun eroe, nessun cattivo, nessun interesse radicato. Solo una lotta tra le teste delle articolazioni ben consolidate.

Josh Donaldsonun provocatore a cui piace essere frustato indipendentemente dal suo colore, contro Tim Anderson, uno showboat autogonfiabile e affamato di attenzioni – guarda “Field of Dreams” Yanks-White Sox della scorsa stagione – che è già stato penalizzato dalla MLB per aver peggiorato le brutte situazioni .

Se solo il sistema di decisioni corrotte di Rob Manfred fosse in grado di leggere chiaramente questo battibecco tra gli iniziatori e lasciarlo passare come un argomento inutilizzato tra i ricorrenti tremori della criminalità.

Invece, sembrava che la MLB avesse deciso che il pareggio sarebbe stato rotto per razza, definendo una presa in giro del fair-played che ha visto il fallo contro il destro diventare una questione bianca o nera.

Donaldson Era un buon compagno di squadra ovunque giocasse. Esacerba entrambi i gruppi contemporaneamente. Sembra divertirsi a farsi dei nemici e fa bene a soddisfare la propria ricerca della felicità.

Anderson, che ha pagato una multa di $ 10.000 la scorsa stagione e ha avuto una sospensione di due partite per essersi scontrato con un arbitro mentre esacerbava i litigi con i Tigers per le vacanze sul posto, desiderava spingere i limiti della sofferenza.

È stato multato e sospeso per una partita nel 2019 quando, durante un battibecco dei White Sox-Royals in campo, il lanciatore del KC Brad Keeler, che è bianco, ha gridato: “Povero culo!” Ragazzo affascinante, questo è Anderson.

Josh Donaldson, Tim Anderson
Josh Donaldson, Tim Anderson
USA TODAY Sport, AP

Ma questa settimana la MLB ha scelto di creare qualcosa di molto brutto da qualcosa che avrebbero potuto gestire con calma, sobrietà e logica.

Così ora, con l’aiuto della MLB, se non incitando, Donaldson è l’ultima vittima sociale e politica ad essere punita per aver esercitato il suo diritto alla libertà di parola chiamando Anderson “Jackie”, un riferimento al dimenticato, storicamente ignorante e persino odioso di Anderson affermare che è l’ultimo giorno di Jackie Robinson.

Ma l’insistenza di Donaldson nel provocare Anderson al riguardo è eloquente.

Ciò non prova che Anderson sia un’altra vittima, reale o desiderata, dell’America bianca razzista, tuttavia, la MLB ha tracciato linee razziali indesiderate, non necessarie e ingiustificate.

READ  Pete Alonso segna due partite casalinghe nella vittoria dei Mets sui Dodgers

La MLB ha perso, forse apposta, che entrambi gli uomini sono uguali – ugualmente sciocchi, ugualmente responsabili di ripetute cattiva condotta.

MLB non impara. Non può sponsorizzare una partita di baseball, ma finge di sapere cosa è meglio per il Paese.

La sua decisione di spostare l’All-Star Game la scorsa stagione da Atlanta a Denver per supportare affermazioni politiche non specificate secondo cui la nuova legislazione sul voto della Georgia è razzista e prende di mira in modo sproporzionato gli elettori neri, è stato un errore inutilmente grave di Manfred.

Tanto per cominciare, Atlanta, la cui popolazione è composta per il 50% da neri, è stata privata dei guadagni che un gioco del genere comporta. La MLB ha spostato il gioco a Denver prevalentemente bianca. Genio puro.

Rob Manfred
Rob Manfred
AP

In secondo luogo, nulla in questa legislazione implicava che fosse discriminatoria. Al contrario, sembrava rendere più facile per tutti votare in Georgia. Questa settimana, il voto iniziale in Georgia tra Democratici e Repubblicani ha mostrato enormi guadagni di affluenza alle urne rispetto ai numeri pre-pandemia.

Dopo che Atlanta ci ha negato l’All-Star Game l’anno scorso, non abbiamo ancora avuto notizie da Manfred a riguardo. Il processo decisionale socio-politico, assecondante e di cattivo affare della MLB è stato relegato in un fascicolo che ricorda di dimenticare.

Tornando ad Anderson vs. Donaldson: Manfred aveva una scelta di sua scelta, che aveva lo stesso significato terapeutico: basta che ogni giocatore iniziasse il decimo inning come il corridore automatico in seconda base. È così che la MLB fa le cose ora.

Tierney ha fatto la scelta giusta rifiutandosi di incontrare O’Neill

Questo è Brandon Tierney Paul O’Neill WFAN Stormy Intervista – O’Neill voleva vendere il suo nuovo libro e non rispondendo a nessuna domanda sull’affare Josh Donaldson – Tim Anderson – mi ricorda quei famosi giornalisti professionisti di “60 Minutes” della CBS e la loro resa a Tiger Woods.

READ  La star dei Mets ha un caso perverso

Nel 2006, appena prima del programma Masters della CBS e in concomitanza con l’uscita del libro del padre di Tiger Woods dal braccio editoriale della CBS, ha promosso “60 Minutes” per un’intervista esclusiva in due parti del compianto Ed Bradley con Tiger Woods. Citato come “Tigre, come non l’hai mai visto prima”, le conversazioni erano proprio come le abbiamo sempre viste e ascoltate.

Sembravano, sorridenti, sessioni ricoperte di caramelle. Oltre ai maestri e alla vendita di libri, è tutto brutto come un lavoro con un carro armato, e ho scritto esattamente questo.

Ho avuto notizie in seguito dai partecipanti a un seminario ESPN in cui il famoso investigatore principale di “60 Minutes”, il compianto Mike Wallace, ha parlato a pagamento. Alla domanda specifica sull’esclusiva di Woods, Wallace ha ammesso che la CBS si è tuffata per farla atterrare. L’ho scritto anche io.

Wallace mi ha chiamato arrabbiato e imprecando, arrabbiato perché un “fischietto come te” dovrebbe scrivere una tale bugia su di lui. Ma avevo una copia della sua sessione ESPN. Wallace ha detto al suo pubblico che “c’era un’intesa” sul fatto che alcune delle domande di Woods erano vietate. Oh.

Improvvisamente Wallace dovette andare. Commentò questo piccolo grido.

Tierney ha fatto la cosa giusta. Immagina di avere O’Neill subito dopo l’episodio di “Jackie” e di non chiederglielo. Per O’Neill, il modo migliore per vendere un libro è acquistare un annuncio.

Profanazione grafica ESPN della NHL

Lo so, è ESPN, dove vale la pena esagerare. Ma per quanto riguarda l’amore di Gump Worsley, il buon senso si applica al software di streaming di giochi?

La quarta partita degli Hurricane Rangers, martedì, match serrato, gioco diretto, intenso. Tuttavia, ESPN pubblica costantemente grafica non necessaria e che distrae nella parte superiore.

Perché ESPN dovrebbe volere che rivolgiamo la nostra attenzione alla lettura di qualcosa – qualsiasi cosa – invece di guardare l’azione dal vivo nei vicini playoff della Stanley Cup? A 0-0 e il disco in gioco, perché dovremmo scegliere di leggere le statistiche di confronto “Canes” di Jordan Stahl?

READ  Thielen ristruttura il contratto per esentare i vichinghi dal tetto salariale massimo

Non importa, è ESPN. Sarebbe stato a schermo diviso quando l’Hindenburg è esploso.


Steve Gilps
Steve Gilps
SNY

Buon spettacolo e quotazione su Mets-Rockies sabato. Il surfista del SNY Steve Gilps ha notato che il bowler dei Mets Adam Ottino si stava allenando sul campo prima della partita a piedi nudi, aggiungendo che Ottavino gli aveva detto di averlo fatto molto tempo fa.

Orgoglioso praticante della bella vita, Keith Hernandez, ha detto in seguito che l’unico posto che qualcuno avrebbe mai trovato a piedi nudi è sulla spiaggia “a Turks e Caicos”.


Joe Benignano, il catcher della big league di Brooklyn che ha trovato fama e fertilizzante come allenatore dei Mets negli anni ’60, è morto questa settimana all’età di 92 anni. “Piggy” era uno spirito gentile e semplice, ricordato con affetto per la coltivazione di pomodori allo Shea’s Playground. Sospetto che molti di noi abbiano uno zio proprio come lui.

Joe Pignatano
Joe Pignatano
AP

Continuazione involontaria Madness: Panthers-Lightning è stato spento lunedì, freddo, per circa 10 minuti per cercare di determinare se un disco di disco era fuori gioco. L’alimentazione è stata scollegata inutilmente dallo sport di movimento. Cosa c’è di nuovo?


Domanda per Dottie Pepper e Ian Baker-Finch della CBS: chi nel PGA Tour non è un “buon attaccante con la pallina da golf”?


Il lettore/autore Doug Branch suggerisce che non esiste giocatore con un nome più appropriato di Giants Catcher Joy Bart. A San Francisco, il Bay Area Rapid Transit è noto come BART.


Preferisco ancora l’avviso di John Flaherty, ma un semplice approccio alle statistiche, senza trucchi con le parole, per le altre 75 emittenti Yankee ascoltate ora su YES. Flaherty indossa ben più di tre ore. Ma dati gli incarichi di YES, questo probabilmente lo renderebbe sacrificabile.


Non riesco ancora a credere che Tiger Woods si sia dimesso dopo tre round di Raid. Ha detto che non ci sarebbe “se non pensassi di poter vincere”. Diamine, quando ce l’ha fatta, la CBS lo ha elencato al primo posto tra quelle 21 volte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.