La Corea del Sud e gli Stati Uniti mostrano la loro potenza aerea durante una visita ufficiale degli Stati Uniti a Seoul

SEOUL (Reuters) – Corea del Sud e Stati Uniti hanno organizzato martedì una dimostrazione congiunta di potenza aerea durante la visita del vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman, che ha affermato che ci sarebbe una risposta forte e chiara se la Corea del Nord avesse agito. test nucleare.

La dimostrazione, che comprendeva 20 aerei da guerra tra cui caccia stealth F-35A, è avvenuta il giorno dopo che gli alleati avevano lanciato otto missili terra-superficie al largo della costa orientale della Corea del Sud in risposta a una raffica di missili balistici a corto raggio lanciati dalla Corea del Nord. Domenica. Leggi di più

“La Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno dimostrato la loro forte capacità e determinazione di colpire rapidamente e accuratamente qualsiasi provocazione nordcoreana”, ha affermato l’esercito sudcoreano in una dichiarazione, aggiungendo che gli alleati stanno osservando da vicino e si stanno preparando per qualsiasi ulteriore provocazione da parte della Corea del Nord.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

La dichiarazione è arrivata poche ore dopo che Sherman ha incontrato la sua controparte sudcoreana Cho Hyun-dong a Seoul per discutere della Corea del Nord. Il paese solitario ha condotto di recente una serie di test missilistici e alcuni analisti ritengono che si stia preparando a riprendere i test sulle armi nucleari dopo una pausa di cinque anni.

“Qualsiasi test nucleare sarebbe una violazione completa delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’ONU (e) ci sarebbe una risposta rapida e forte a un tale test … Penso che non solo la Repubblica Dominicana, gli Stati Uniti, il Giappone ma il mondo intero lo farebbero rispondere in modo forte”, ha detto Sherman in una conferenza stampa dopo l’incontro e chiaro. “La Repubblica di Corea è la Repubblica di Corea, il nome ufficiale della Corea del Sud.

“Siamo pronti… e domani continueremo la nostra discussione a tre (con Corea del Sud e Giappone)”, ha aggiunto Sherman.

Le autorità e gli esperti nordcoreani affermano da settimane che ci sono segni di nuove costruzioni a Punggye-ri, l’unico sito di test nucleari noto della Corea del Nord.

Il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica Rafael Grossi ha dichiarato lunedì che i lavori di costruzione in Corea del Nord per espandere le strutture chiave del suo principale impianto nucleare a Yongbyon stanno procedendo. Leggi di più

La Corea del Nord ha subito il suo primo focolaio di COVID-19 il mese scorso, con il paese che ha riportato un totale di 4.198.890 persone con sintomi di febbre a partire da lunedì. La Corea del Nord non ha confermato il numero totale di persone risultate positive al coronavirus.

Finora Pyongyang ha rifiutato qualsiasi aiuto da Washington e Seoul, anche se l’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che la situazione del COVID-19 si sta deteriorando. Leggi di più

“Ci auguriamo che (il leader nordcoreano) Kim Jong Un si concentri sull’aiutare il suo popolo ad affrontare questa sfida del COVID-19 che tutti abbiamo affrontato e torni al tavolo dei negoziati invece di intraprendere azioni provocatorie, pericolose e destabilizzanti”, ha affermato Sherman .

(Segnalazione di Juri Roh e Soo Hyang Choi) Montaggio di Kim Coogle e Lincoln Fest.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.