La Cina “combatterà fino alla fine” per impedire a Taiwan di dichiarare l’indipendenza e “spezzerà” qualsiasi tentativo di indipendenza.

Il ministro della Difesa cinese ha dichiarato domenica che la Cina “combatterà fino alla fine” per impedire a Taiwan di dichiarare l’indipendenza, aggiungendo che le tensioni tra Pechino e Washington sono aumentate per il destino dell’isola. Le Figaro.

Il rapporto sembra essere in risposta a una dichiarazione del segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin di sabato che condanna l’operazione militare “provocatoria e destabilizzante” di Pechino vicino a Taiwan.

La disputa verbale tra le due potenze nasce nel mezzo di forti tensioni diplomatiche sull’isola dell’autonomia e della democrazia che Pechino considera parte integrante del proprio territorio. L’infiltrazione senza precedenti di aerei militari cinesi nella zona di difesa aerea di Taiwan ha aumentato la pressione negli ultimi mesi.

“Lotteremo ad ogni costo e lotteremo fino alla fine. Questa è l’unica scelta della Cina”, ha detto Wei Fengke in tono offensivo al Consiglio di sicurezza del dialogo Shangri-La a Singapore. “Coloro che cercano l’indipendenza di Taiwan per dividere la Cina non avranno certamente successo”, ha detto. “Nessuno dovrebbe sottovalutare la determinazione e la capacità delle forze armate cinesi di difendere la propria integrità territoriale”.

“Smettete di insultare e costringere la Cina, (…) smettere di interferire negli affari interni della Cina e smettere di danneggiare gli interessi della Cina”, ha esortato Wei Fengke a Washington. Tuttavia, ha chiesto una relazione “stabile” tra Cina e Stati Uniti, che ha detto essere “importante per la pace nel mondo”.

Durante il suo discorso, Lloyd Austin ha condannato sabato l’operazione militare “provocatoria e instabile” della Cina vicino a Taiwan, un giorno dopo che Pechino ha emesso un severo avvertimento. “Vediamo una crescente compulsione da parte di Pechino. Abbiamo assistito a un costante aumento di operazioni militari impegnative e instabili vicino a Taiwan”, ha detto il capo del Pentagono al Consiglio di difesa di Singapore. Ma ha anche sottolineato l’importanza di mantenere “contatti completamente aperti con i funzionari della sicurezza cinesi” per evitare errori di calcolo.

READ  Gli esperti del Roland Garros rivelano come affrontare un attacco di panico

“Dichiarazioni senza senso”

I due si sono incontrati venerdì per il primo faccia a faccia a margine del vertice di Singapore. La Cina considera l’isola, che ospita 24 milioni di persone, una delle sue province storiche e, se necessario, vuole rivendicarla con la forza.

Il portavoce del ministero della Difesa cinese Wei Fengke, che venerdì ha incontrato Lloyd Austin a margine del forum, ha dichiarato: “Se qualcuno osa separare Taiwan dalla Cina, l’esercito cinese non esiterà a iniziare una guerra ad ogni costo”. Il ministero della Difesa cinese ha avvertito che qualsiasi tentativo di indipendenza di Pechino sarà “vastato”.

Secondo il Pentagono, Lloyd Austin ha detto a Wei Fengke che avrebbe “evitato” qualsiasi altra instabilità nella regione di Pechino. Sabato il ministero degli Esteri di Taiwan ha respinto le “assurde affermazioni” di Pechino.

Durante una visita in Giappone il mese scorso, il presidente Joe Biden sembrava essersi staccato dalla politica statunitense per decenni e, in risposta a una domanda, ha affermato che Washington avrebbe difeso militarmente Taiwan se fosse stata attaccata dalla Cina. Da allora, la Casa Bianca ha insistito sul fatto che la politica di “ambiguità strategica” sul potenziale intervento non è cambiata.

Questa è l’ultima controversia tra Washington e Pechino. È un altro importante hotspot nella regione del Mar Cinese Meridionale. La Cina rivendica quasi l’intera superficie di questo ricco oceano, attraverso il quale ogni anno avvengono miliardi di dollari di scambi marittimi.

Domenica Wei Fengke ha sottolineato che la Cina rispetta la libertà di navigazione e ha alzato un velo a Washington. “Una particolare grande potenza ha operato a lungo con la falsa pretesa di libertà di navigare nel dominio marittimo”, ha detto.

READ  Importanti colloqui USA-Russia. Washington è pronta a discutere il controllo dei missili e le esercitazioni militari nell'Europa orientale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.