La Banca d’Inghilterra si prepara al più grande aumento dei tassi degli ultimi 27 anni mentre l’inflazione sale alle stelle

Londra, 3 febbraio: Andrew Bailey, governatore della Banca d’Inghilterra, lascia dopo una conferenza stampa presso la Banca d’Inghilterra il 3 febbraio 2022 a Londra, Inghilterra. La banca dovrebbe aumentare i tassi di interesse per il quarto incontro consecutivo giovedì, ma deve affrontare un atto di equilibrio tra il sostegno alla crescita e il contenimento dell’inflazione.

Dan Kitwood | Notizie Getty Images | Getty Images

LONDRA – IN Banca d’Inghilterra Giovedì è ampiamente previsto un aumento dei tassi di interesse di 50 punti base, il più grande aumento dal 1995.

Una tale mossa aumenterebbe i costi finanziari all’1,75% mentre la banca centrale combatte l’aumento dell’inflazione e sarebbe il primo aumento di mezzo punto da quando è diventata indipendente dal governo britannico nel 1997.

L’inflazione nel Regno Unito ha raggiunto il massimo da 40 anni del 9,4% a giugno Poiché i prezzi di cibo ed energia continuano a salire, esacerbando la storica crisi del costo della vita del paese.

Suggerì il governatore della Banca d’Inghilterra Andrew Bailey Discorso duro il 19 luglio Che il Comitato di politica monetaria potrebbe prendere in considerazione un aumento di 50 punti base, giurando che non ci sarebbero “nessuna condizione o riserva” nell’impegno della banca di riportare l’inflazione al suo obiettivo del 2%.

un Un sondaggio Reuters la scorsa settimana Ha osservato che oltre il 70% dei partecipanti al mercato ora si aspetta un aumento di mezzo punto.

James Smith, economista del mercato sviluppato presso un lavoroha affermato che mentre i dati economici dall’aumento di 25 punti base di giugno non hanno spostato l’ago in modo significativo, il precedente impegno dell’MPC a lavorare in modo “aggressivo” per ridurre l’inflazione, valutando il mercato più o meno a 50 punti base a questo punto, significa che È probabile che i responsabili politici errano dal lato aggressivo.

READ  Wall Street ha chiuso in rialzo, spinta dai guadagni dei titoli tecnologici, grazie agli utili ottimisti

“Tuttavia, la finestra per ulteriori rialzi dei tassi sembra chiudersi. I mercati hanno già abbassato le aspettative per un tasso bancario ‘picco’ dal 3,5% al ​​2,9%, sebbene ciò significhi ancora un aumento del tasso di 50 punti base entro dicembre, più altro, Smith disse.

“Sembra ancora una forzatura. Stiamo iniziando a raggiungere un picco del tasso bancario al 2% (attualmente 1,25%), il che significa un aumento del tasso di 25 punti base a settembre prima che i responsabili politici smettano di inasprire”.

Ha riconosciuto che, in pratica, questa potrebbe essere una sottostima e, a seconda del segnale inviato dalla banca giovedì, ING non escluderebbe un aumento di 25 punti al secondo o al massimo di 50 punti oltre.

Smith ha affermato che i punti principali da tenere d’occhio nel rapporto di giovedì saranno se la banca continuerà a usare la parola “vigorosamente” e le sue prospettive, che collegano le aspettative del mercato ai modelli della banca e al percorso politico previsto.

Se, come nelle precedenti iterazioni, le previsioni indicano un’accelerazione della disoccupazione e dell’inflazione al di sotto dell’obiettivo in due o tre anni, i mercati potrebbero dedurre un messaggio più pessimistico.

“Tutti lo prendono come un segno che stanno dicendo ‘OK, OK, se vogliamo tenere traccia di ciò che i mercati si aspettano, l’inflazione sarà al di sotto dell’obiettivo’, che è il loro modo indiretto di dire ‘Non abbiamo bisogno a salire tanto quanto i mercati si aspettano'”, ha detto Smith alla CNBC martedì.

“Penso che questo si ripeterà, mi aspetto, e questo dovrebbe essere preso come un’indicazione forse che ci stiamo avvicinando alla fine del ciclo di inasprimento”.

READ  ESCLUSIVO: il campione del petrolio cinese si prepara al ritiro dell'Occidente per paura delle sanzioni

preoccupazioni di crescita

Un approccio più aggressivo alla riunione di giovedì dovrebbe portare il percorso di stretta monetaria della banca più vicino alla direzione che ha impostato Riserva Federale degli Stati Uniti e il Banca Centrale EuropeaQuale Esecuzione 75 E il 50 punti base il mese scorsoDritto.

Ma mentre può aumentare la credibilità anti-inflazione della banca, un ritmo più rapido di inasprimento aggraverà i rischi al ribasso per un’economia già debole.

L’economista capo di Berenberg Calum Pickering ha dichiarato lunedì in una nota che il governatore Bailey avrebbe probabilmente detenuto la maggioranza del Comitato di politica monetaria di nove membri se avesse sostenuto un aumento di 50 punti base giovedì e prevedeva che con l’inflazione in continuo aumento, la banca lo avrebbe fatto. sollevare l’altro lato. 50 punti base a settembre.

“Dopo di ciò, le prospettive sono incerte. È probabile che l’inflazione raggiunga il picco in ottobre, quando il tetto dei prezzi energetici delle famiglie aumenterà di nuovo. Tra le crescenti prove che la stretta monetaria sta pesando sulla domanda e sull’inflazione core, prevediamo che la BoE aumenterà di 25 punti base Altri a novembre ma interrotti a dicembre.

Berenberg si aspetta che il tasso bancario raggiunga il 2,5% a novembre, in rialzo dall’1,25% attuale, anche se Pickering ha affermato che i rischi di questa chiamata sono inclinati al rialzo. Ha osservato che la BoE dovrebbe essere in grado di invertire parte dell’inasprimento fino al 2023 con l’inizio dell’inflazione ed è probabile che tagli il tasso bancario di 50 punti base l’anno prossimo con un ulteriore taglio di 50 punti base nel 2024.

READ  Cosa ha Warner Bros. Discovery In aggregato canali e marchi

Il tetto del prezzo dell’energia aumenta

Il regolatore energetico britannico Ofgem ha alzato il tetto del prezzo dell’energia del 54% da aprile per assorbire i costi globali più elevati, ma si prevede che aumenterà ulteriormente in ottobre, con le bollette energetiche annuali delle famiglie. aspettare superare le 3.600 libbre ($ 4.396).

Barclays Storicamente, è stato cauto riguardo ai tassi di interesse bancari, il che ripone molta fiducia nella strategia “precoce e progressista” dell’MPC. Tuttavia, l’economista capo del Regno Unito Fabrice Montaigne ha dichiarato alla CNBC in un’e-mail la scorsa settimana che ora è possibile che i responsabili politici agiscano in modo “aggressivo” poiché i prezzi dell’energia continuano a salire.

“In particolare, i prezzi più elevati dell’energia stanno alimentando le nostre aspettative sul tetto dei prezzi di Ofgem e costringeranno la BoE a rivedere nuovamente le aspettative di inflazione. Un’inflazione più alta per un periodo più lungo è il tipo di scenario che spaventa le banche centrali a causa dei maggiori rischi di persistenza e ricadute. “

Il colosso bancario britannico prevede ora un aumento di 50 punti base martedì seguito da 25 punti base a settembre e poi lo “status quo” del 2%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.