Jonas Weinggaard vince il Tour de France

Sospensione

Jonas Weinggaard ha completato un’improbabile vittoria del Tour de France domenica appena tre anni dopo essere diventato professionista, quando il 25enne pilota danese si è tuffato nei cieli lungo gli Champs-Elysees a Parigi per concludere la 21a e ultima tappa.

Vingegaard ha gareggiato al Tour de France solo per la seconda volta, ottenendo la vittoria dopo aver rivendicato un margine così comodo in montagna che nessun altro corridore poteva formare abbastanza terreno prima del tradizionale giorno di chiusura della celebrazione.

Il tempo vincente di Vingegaard è stato di 79 ore 33 minuti 20 secondi. Lo sloveno Tadej Pojákár è arrivato secondo con 2 minuti e 43 secondi, con il britannico Giriant Thomas terzo, 7:22 volte, nell’evento di tre settimane.

Il belga Jasper Philipsen ha conquistato la fase finale con una seconda vittoria di tappa a diverse lunghezze di bici. L’olandese Dylan Groenwegen è arrivato secondo in gara davanti al norvegese Alexander Kristof, terzo.

Vingegaard è arrivato secondo nella prova di sabato dietro al suo compagno di squadra Jumbo-Visma Wout van Aert portandosi in vantaggio di 3 minuti e 34 secondi nell’ultima giornata. Tuttavia, il tempo trascorso fino a quel momento lo ha lasciato di fronte ai suoi compagni più stretti che subito dopo il completamento è stato in grado di iniziare la sua incoronazione coccolando la sua compagna, Trin Hansen, e la loro figlia di due anni, Frida.

Lo ha fatto di nuovo domenica quasi subito dopo aver tagliato il traguardo.

“Avere la mia ragazza al traguardo significa di più per me”, ha detto ai giornalisti sabato. “Sono molto felice e orgoglioso”.

READ  posizionare i gemelli Carlos Correa, Chris Bardack al 10 Days Illinois; Seleziona Marc Contreras, Jaharel Cotton

Mentre l’ondata di caldo in Europa scioglie le strade, il Tour de France si precipita verso un futuro incerto

Tra i concorrenti più vicini di Vinggaard c’era Poojacar, che cercava la terza vittoria consecutiva. Ha inseguito Weinggaard, secondo classificato al Tour de France l’anno scorso, da quando il danese gli ha preso la maglia gialla sulle Alpi.

Le tariffe di Vingegaard sono aumentate vertiginosamente l’anno scorso dopo che il primo pilota della Jumbo-Visma, Primoz Roglic, si è ritirato dopo un incidente. La sua prestazione sulla scia della partenza di Roglic ha segnato uno dei tempi più veloci per scalare il Mont Ventoux.

Finire il libro di fiabe di Vingegaard è tanto più urgente dato che tre anni fa lavorava part-time in un impianto di confezionamento in Danimarca, pulendo e pulendo il pesce. Ha anche lavorato a un’asta di pesce, spesso alzandosi molto prima dell’alba e lavorando a temperature gelide.

Nel frattempo, Van Aert ha concluso il Tour de France di quest’anno indossando la maglia verde, assegnata al miglior velocista della gara. Van Aert ha vinto tre tappe mentre aiutava il suo compagno di squadra a scalare la robusta Hautacam nella tappa 18, interrompendo la pista e controllando il ritmo.

Pogacar non è riuscito a rimanere in contatto e alla fine è svanito quando Vingegaard e van Aert hanno continuato a salire, mantenendo la squadra di Jumbo-Visma in vantaggio vincendo le sue sei tappe su 20.

“Penso che la lotta tra me e Jonas sia stata qualcosa di veramente speciale e Jonas fosse qualcosa di veramente speciale”, ha detto Pojakar, 23 anni.

Anche le celebrazioni Apparve la schiena della donna per me I più visti al mondo Scena sportiva personale. Il Tour de France è iniziato domenica con 24 squadre di sei corridori in lizza per il titolo in una gara di otto giorni di 640 miglia che si conclude sui monti Vosgi, segnando la quinta volta in 119 anni del Tour de France con concorrenti donne. .

READ  Il capo dei Royals ha detto che Whit Merrifield è "dispiaciuto" per aver detto che avrebbe fatto vaccinare un concorrente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.