Joe Biden e Boris Johnson hanno parlato al telefono per 40 minuti della crisi in Ucraina

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il primo ministro britannico Boris Johnson hanno parlato al telefono lunedì e hanno deciso che non tutte le speranze per una soluzione diplomatica alla crisi ucraina erano andate perdute, anche se hanno avvertito che la situazione era debole. BBC.

Dopo la loro conversazione telefonica di 40 minuti, Joe Biden e Boris Johnson credono che un accordo diplomatico sia ancora possibile, nonostante i numerosi avvertimenti di un’azione militare russa immediata. Secondo un rapporto di Downing Street, i due leader hanno affermato che si trattava di un’opportunità “importante” per la diplomazia.

“Il primo ministro e il presidente Biden si sono informati a vicenda sui recenti colloqui con altri leader mondiali”, si legge nella dichiarazione. “I leader hanno sottolineato che questa sarebbe un’importante finestra sulla diplomazia e che la Russia si ritirerà dai suoi tentativi di minacciare l’Ucraina.

Boris Johnson dovrebbe convocare martedì una riunione del Consiglio di sicurezza (COBRA) per discutere la risposta del Regno Unito alla crisi.

Boris Johnson, che lunedì ha affermato che l’invasione russa dell’Ucraina è “possibile nelle prossime 48 ore”, prevede di tornare in Europa questo fine settimana per tenere colloqui con i leader dei paesi nordici e baltici. Due settimane fa, il capo del governo britannico è volato a Kiev per esprimere il suo sostegno all’Ucraina, per la quale Londra ha recentemente consegnato, per la prima volta, armi anti-letali e missili anticarro.

Cosa sta succedendo sul fronte diplomatico orientale

La Russia ha sempre negato i piani per invadere l’Ucraina, ma ha portato 100.000 soldati al confine. Allo stesso tempo, diversi stati hanno esortato i propri cittadini a lasciare l’Ucraina e lunedì gli Stati Uniti hanno trasferito i servizi dell’ambasciata vicino al confine polacco da Kiev a Elvov, a ovest del Paese, affermando che gli attacchi aerei potrebbero iniziare “in qualsiasi momento”.

READ  La Russia annuncia il ritiro dal Consiglio europeo Quali sono le conseguenze della decisione del Cremlino

Lunedì, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che la diplomazia “non è finita” e il ministro della Difesa russo Vladimir Putin ha affermato che alcune delle esercitazioni militari russe vicino al confine ucraino erano già state completate, mentre altre erano in via di completamento. .

Alla domanda se ci fosse la possibilità di un accordo con l’Occidente, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto: “La possibilità è tutt’altro che certa.

I commenti di Sergei Lavrov durante un incontro con il presidente Vladimir Putin, che ha inviato le foto del Cremlino, sono stati visti come un chiaro segnale che i colloqui potrebbero allentare ulteriormente le tensioni e fare concessioni.

D’altra parte, se le due parti non scenderanno a compromessi sulla potenziale questione dell’adesione dell’Ucraina alla NATO, gli analisti affermano che ci sarà ancora una situazione di stallo, commenta la BBC.

Il Cremlino afferma che è inaccettabile che l’Ucraina, un’ex repubblica sovietica con profondi legami sociali e culturali con la Russia, un giorno si unisca alla NATO.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholes è arrivato lunedì a Kiev per discutere della crisi, al seguito di altri leader occidentali venuti qui per mostrare solidarietà all’Ucraina. Scholz ha affermato che la presenza militare della Russia ai confini dell’Ucraina è “ingiustificata” e che le nazioni occidentali imporranno “sanzioni molto ampie ed efficaci” a un’invasione della Russia.

Lunedì, gli Stati Uniti hanno annunciato di aver inviato otto caccia F-15 in Polonia per partecipare alla polizia aerea della NATO, pochi giorni prima che Washington decidesse di inviare altri 3.000 soldati in Polonia. Regione.

READ  Amore proibito: in Germania due fratelli si innamorano e hanno quattro figli. "Non ci sentiamo in colpa per quello che è successo tra di noi".

Autore: Luana Pavaluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.