James Harden non era più quello di una volta, ma è ciò di cui l’esagramma ha bisogno

Tobia Harris Di solito ha altro da dire, ma stava cercando di prendere le cose con calma con la sua trachea dopo averla risucchiata accidentalmente Pam Adebayo Gomito al collo nella seconda metà della vittoria per 116-108 dei Philadelphia 76ers sui Miami Heat nella quarta partita di domenica al meglio di sette vittorie consecutive nelle semifinali della Eastern Conference.

Harris è appena arrivato al punto quando gli è stato chiesto di farlo James Harden31 punti di stasera, di cui 16 su 27 nel quarto quarto decisivo.

“Quello che vogliamo che faccia ogni notte è quello che fa”, disse Harris con voce roca. “Sii forte per noi e difendi il modo in cui giocano con lui”.

Questa è la nuova visione di James Harden.

Non ha bisogno di riprodurre la sua forma di miglior giocatore dei Sixers 2018 per vincere.

Non ha bisogno di riempire il punteggio della casella o colpire la frizione alla fine della partita. Non ha nemmeno bisogno di fare 20 tiri, che in precedenza era un numero basso per lui.

Harden ha preso solo 18 tiri in gara 4, ma è stato molto perché ha segnato o assistito su 54 dei 98 punti (55%) che i Sixers hanno segnato mentre era in campo.

Questa versione di James Harden, il 32enne ceduto dai Sixers a febbraio con l’idea di una partnership a lungo termine, deve solo essere solido e organizzare l’attacco della squadra in base a come gioca la difesa con lui .

Gioele Embiid (24 punti, 11 rimbalzi) Lui può fare il resto. Harris (13 punti e quattro assist), Teresa Maxi (18 punti, quattro assist) Può colmare le lacune segnate e fare gioco. Danny Verde Il pavimento può distanziarsi (11 punti su 3 contro 4 su 3).

READ  MLB e MLBPA continuano le trattative CBA

Ma Harden deve essere un quarterback.

“Ha fatto un ottimo lavoro valutando il gioco”, ha detto Harris. “Da dove può giocare, dove può tirare. Ha iniziato stasera. Puoi vedere la fiducia in lui quando scende prima, e poi la palla tre lo ha aperto. “

“Vede molta copertura difensiva lì. Molte volte sono anche in campo, quindi a volte è difficile per lui essere molto aggressivo sul lato offensivo. Ma quando è in una scanalatura come [Sunday night]Lo prendiamo con la palla e andiamo avanti”.

Gli Heat hanno messo sotto pressione Harden durante questa serie negandogli lo spazio per lavorare, specialmente quando Embiid non è in campo.

Nelle prime due partite, Embiid ha mancato una commozione cerebrale e si è fratturato un osso orbitale, ha spazzato Miami Harden con diversi difensori o ha lanciato una zona in faccia per rovinare l’attacco dei Sixers.

Secondo Second Spectrum, il difensore più vicino a Harden nel gioco aveva una media di 1 3,7 piedi. In Gara 2, è sceso a 3,1 piedi, il più vicino che ha giocato nelle ultime tre stagioni.

In Gara 3, quando Embiid era di nuovo in formazione, la differenza era ancora più pronunciata. Con Embiid in campo, Miami ha dato a Harden 3,7 piedi, ma solo 2,6 piedi quando Embiid era più lontano da lei.

Togliere spazio a Harden è come privare un fuoco di ossigeno. L’ex allenatore dei Rockets Mike Dantoni e l’ex e attuale direttore generale Daryl Morey hanno tentato di costruire un impero a Houston attorno alla creazione sfacciata e radicale dello spazio Harden, e sono quasi riusciti, ma per i Golden State Warriors della stessa epoca e Chris PaoloLesione al tendine del ginocchio.

Morey, ora capo delle operazioni di basket di Filadelfia, aveva più o meno la stessa visione per i Sixers quando ha iniziato a provare a commerciare con Harden praticamente dal momento in cui è subentrato nell’autunno del 2020.

Se fosse riuscito a fare una lista di spazio intorno a Harden, ma con Embiid come co-protagonista mondiale, non si poteva dire che tipo di potere offensivo sarebbe potuto diventare.

Ma la verità sull’età e le capacità attuali di Harden era fin troppo ovvia nel suo breve periodo a Filadelfia. Che perda un passo – o tre – è chiaro che non può sfidare il tempo e lo spazio nello stesso modo in cui faceva prima.

Gli Heat si sono impadroniti dell’incapacità di Harden di ottenere difensori come ha fatto per tutta la serie. Ma nel gioco 4, ha capovolto il testo.

Ha iniziato a prosciugare 3 tiri per tenere i difensori fuori dal canestro. Ha attaccato le difese dell’area ed è stato lanciato dalle doppie squadre di Miami. Tutto ha creato uno spazio, dove prima c’era ben poco.

Secondo i dati di tracciamento del secondo Spectrum, Harden ha creato una pausa di 3,6 piedi con l’Embiid in campo domenica e di 5,1 piedi con l’Embiid da terra.

Quattro dei cinque scatti che Harden ha fatto con Embiid sollevato da terra erano tre, motivo per cui aveva così tanto spazio. Ha anche segnato sei dei suoi 10 tre punti quella notte, dopo aver lottato dietro l’arco nelle sue prime tre partite, colpendo il 21% di 3.

READ  Velivoli disposti a scambiare scelte al primo turno

Quindi parte di questo è solo un colpo a segno piuttosto che mancato. Ma per Harden, si tratta sempre di spazio. Quando ce l’ha – che stia creando lo spazio o facendo il sistema offensivo della squadra – può trovare il suo ritmo e controllare la partita. Quando non lo fa, sembra perso e frustrato.

Sunday era la versione di Harden the Sixers che stava aspettando, anche se non è un vecchio harden. Perché quando legge la parola e organizza la partita come ha fatto in Gara 4, i Sixers sembrano una squadra che può battere chiunque.

“Da quando è arrivato qui, si è adattato in base a ciò di cui abbiamo bisogno da lui”, ha detto Embiid. “Che sia nell’industria dei giochi o stasera, vai a prendere un secchio in base a come hanno protetto tutti gli altri. Facendo colpi duri. Lo ha fatto per tutta la sua carriera”.

Harden ha minimizzato il suo contributo alla vittoria di domenica rispetto alle difficoltà che ha dovuto affrontare durante la serie.

“Non è cambiato nulla,” Harden scrollò le spalle. “Ho appena fatto dei colpi.”

Ma poi ha detto qualcosa che ha messo in prospettiva il suo intero viaggio con i Sixers e la sua età media nella NBA.

“Siamo ancora una squadra abbastanza nuova”, ha detto Harden. “Mancano appena due mesi… ci stiamo finalmente accontentando di questa serie di vittorie. Abbiamo trovato delle cose fantastiche che funzioneranno stasera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.