Indigna l’attacco di Bolsonaro al sistema elettorale brasiliano | Jair Bolsonaro

Funzionari elettorali e alti politici hanno criticato il presidente brasiliano, Jair BolsonaroDopo che il leader di estrema destra ha convocato diplomatici stranieri al palazzo presidenziale e fatto accuse infondate sull’equità delle imminenti elezioni.

Bolsonaro ha detto loro il sistema di voto elettronico in Brasile, che è stato utilizzato senza controversie dal 1996, è stato debole. I commenti hanno sollevato timori che il politico populista – di fronte a scarsi risultati elettorali – possa tentare di screditare il processo democratico se perde in ottobre.

Le accuse infondate sono state confutate dalla Corte Suprema Elettorale del Brasile, l’organo che sovrintende alle elezioni.

TSE ha pubblicato un elenco di 20 smentite delle dichiarazioni di Bolsonaro che il capo della giustizia, Edson Fachin, ha descritto come “negazione elettorale inaccettabile”.

“È ora di dire abbastanza di questa disinformazione”, ha detto Fachin. “È anche ora di dire no al populismo autoritario”.

Il presidente del Senato ha anche respinto le accuse di Bolsonaro, dicendo che “non c’era motivo o solo motivo” per mettere in dubbio l’efficacia del processo elettorale.

“Il Congresso nazionale, la cui attuale composizione è stata eletta secondo il moderno sistema elettorale, è obbligato a garantire alla popolazione che le urne elettroniche forniranno allo stato una rappresentazione onesta dei desideri del popolo, qualunque essi siano”, ha affermato Rodrigo Pacheco.

La decisione di Bolsonaro di aumentare le critiche di fronte a un pubblico straniero potrebbe essere correlata alla sua scarsa performance nei sondaggi.

La maggior parte dà all’ex presidente Luis Inacio Lula da Silva un doppio vantaggio, ei suoi sostenitori sono persino ottimisti sul fatto che possa vincere il primo turno ed evitare il ballottaggio.

READ  Una donna ucraina insegna preparazione alle crisi e abilità di autodifesa a Kiev

Il primo round si svolgerà il 2 ottobre e una possibile replica è prevista per il 30 ottobre.

Bolsonaro, un sostenitore di Donald Trump, in precedenza aveva messo in dubbio la credibilità delle urne elettroniche anche dopo aver vinto facilmente nel 2018, e in seguito ha cercato di approvare una legge che richiedeva il ritorno alle schede elettorali cartacee.

Questo tentativo è stato dichiarato incostituzionale nel 2020 e Un altro tentativo Per includere le schede elettorali insieme ai voti elettronici, il Congresso ha rifiutato un anno dopo.

Il suo discorso ai diplomatici lunedì includeva attacchi a giudici e funzionari della Corte suprema elettorale che avranno il compito di verificare i risultati elettorali non solo per le elezioni presidenziali, ma anche per il Congresso e 27 governatori statali.

Iscriviti alla prima edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00 GMT

Il titolo si concentrava anche sull’indagine del 2018 su un tentativo di hackerare il sistema elettorale. Un’indagine ufficiale ha concluso che non c’erano rischi per il conteggio o i risultati.

Bolsonaro ha limitato l’accesso dei media al suo discorso di 30 minuti a Planalto, il palazzo presidenziale. Tuttavia, è stato trasmesso in diretta dalla televisione di stato, portando alcuni parlamentari dell’opposizione a sostenere che lo avrebbero portato in tribunale a causa dell’uso improprio delle risorse del governo.

È un peccato che il Brasile non abbia un leader più interessato a problemi come il lavoro, lo sviluppo e la fame, ha detto Lula. “Invece, sta mentendo sulla nostra democrazia”, ​​Lula cinguettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.