In questo giorno della storia, il 29 luglio, il presidente Eisenhower ha firmato un disegno di legge per la creazione della NASA

il nuovoOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Gli Stati Uniti hanno osato andare coraggiosamente dove nessuno era mai andato prima quando il presidente Dwight D. Eisenhower ha firmato il National Aeronautics and Space Act in questo giorno storico, il 29 luglio 1958.

Legislazione stabilita Il Centro Nazionale per l’Aeronautica e l’Amministrazione Spaziale (NASA).

Questo atto fu una risposta diretta al successo del lancio da parte dell’Unione Sovietica dello Sputnik, il primo satellite artificiale, nell’ottobre 1957.

Questo risultato ha sollevato il timore negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale di cedere il controllo dell’ultima frontiera ai sovietici.

Sputnik Moments: tre eventi di illuminazione spaziale che ci hanno stupito nel 1957

Questi timori, per quanto reali, ebbero vita breve.

La creazione della NASA ha prodotto il dominio americano nello spazio e un periodo di esplorazione senza precedenti nella storia umana.

Il presidente Eisenhower con Hugh Dryden e T. Keith Glennan, 19 agosto 1958. Eisenhower (al centro) giura al dottor T. Keith Glennan (a destra) come primo amministratore della NASA e il dottor Hugh Dryden (a sinistra) come vice amministrativo. La NASA è stata creata per condurre ricerche civili relative al volo spaziale e all’aviazione. (Artista NASA).
(Spazio del patrimonio / Immagini del patrimonio tramite Getty Images)

La NASA ha rapidamente implementato i programmi spaziali Mercury, Gemini e Apollo, ognuno basato sul successo dell’altro.

La NASA ha goduto di uno dei momenti culminanti della storia quando Apollo 11 Gli astronauti americani Neil Armstrong e Buzz Aldrin sbarcarono sulla Luna il 20 luglio 1969, appena 11 anni dopo che Eisenhower aveva firmato lo Space Act.

READ  Insolita galassia fossile scoperta alla periferia di Andromeda - potrebbe rivelare la storia dell'universo

Il primo uomo sulla luna, un’impresa unicamente americana, continua a stupirci ancora oggi

Nessun essere umano ha messo piede sulla Luna da quando il programma Apollo è terminato nel 1972.

L'astronauta Eugene A.  Cernan, il comandante dell'Apollo 17, saluta la bandiera americana sulla superficie lunare durante l'attività extraveicolare (EVA) durante la recente missione di atterraggio lunare della NASA.  unità lunare "Sfidante" Sullo sfondo a sinistra c'è la bandiera e sullo sfondo anche i Lunar Rovers (LRV).  Cernan è stato l'ultimo uomo a camminare sulla luna dopo aver completato il programma Apollo.

L’astronauta Eugene A. Cernan, il comandante dell’Apollo 17, saluta la bandiera americana sulla superficie lunare durante l’attività extraveicolare (EVA) durante la recente missione di atterraggio lunare della NASA. Il modulo lunare Challenger è sullo sfondo a sinistra dietro la bandiera e sullo sfondo c’è anche il Lunar Rovers (LRV). Cernan è stato l’ultimo uomo a camminare sulla luna dopo aver completato il programma Apollo.
(Spazio del patrimonio / Immagini del patrimonio tramite Getty Images)

La creazione della NASA si unisce alla rosa dei più grandi successi di Eisenhower: prima generale, poi presidente. È tra gli individui più importanti della storia americana.

D-DAY 78 anni dopo: come potente preghiera americana di FDR

In qualità di comandante in capo degli alleati nella seconda guerra mondiale, Eisenhower mantenne con tatto un’alleanza di leader americani, britannici e francesi nonostante il conflitto personale e gli obiettivi personali e nazionali contrastanti.

Il generale Eisenhower dà l'ordine del giorno, "Vittoria completa - nient'altro" Paracadutisti in Inghilterra prima di salire a bordo dei loro aerei per partecipare al primo attacco alla conquista del continente europeo.

Il generale Eisenhower dà l’ordine del giorno, “vittoria completa – nient’altro” ai paracadutisti in Inghilterra prima che salgano sui loro aerei per partecipare alla prima offensiva alla conquista dell’Europa continentale.
(Foto dell’US Army Signal Corps tramite AP)

Ha orchestrato l’invasione dell’Europa del D-Day del 6 giugno 1944, probabilmente il più grande successo logistico e militare nella storia umana.

Ha guidato la completa sconfitta e la disintegrazione militare della Germania nazista in meno di 3,5 anni dopo l’ingresso dell’America nel conflitto.

I suoi due mandati di presidenza (1953-1961) hanno dimostrato un periodo senza precedenti di pace, prosperità e dominio globale americano.

READ  SpaceX esegue una tripletta e lancia il terzo missile in 36 ore

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

In particolare, pose fine al coinvolgimento dell’America nella guerra di Corea nel 1953 e si stabilì Sistema autostradale interstatale Nel 1956 ha firmato il Civil Rights Act del 1957.

Poi, nel 1958, ha ispirato una nuova era audace di esplorazione umana, questa volta dall’universo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.