Il telescopio Hubble conferma il più grande nucleo di cometa che gli astronomi abbiano mai visto: NPR

Questa sequenza mostra come il nucleo della cometa C/2014 UN271 sia stato isolato da una massiccia crosta di polvere e gas che circonda il nucleo solido e ghiacciato. Sulla sinistra c’è un’immagine della cometa scattata dalla Wide Field Camera 3 del telescopio spaziale Hubble della NASA l’8 gennaio. .

Istituto di scienza del telescopio spaziale / Università di scienza e tecnologia di Macao


Nascondi didascalia

Interruttore didascalia

Istituto di scienza del telescopio spaziale / Università di scienza e tecnologia di Macao


Questa sequenza mostra come il nucleo della cometa C/2014 UN271 sia stato isolato da una massiccia crosta di polvere e gas che circonda il nucleo solido e ghiacciato. Sulla sinistra c’è un’immagine della cometa scattata dalla Wide Field Camera 3 del telescopio spaziale Hubble della NASA l’8 gennaio. .

Istituto di scienza del telescopio spaziale / Università di scienza e tecnologia di Macao

Agenzia della NASA Telescopio spaziale Hubble L’esistenza del più grande nucleo di cometa ghiacciata mai confermata dagli scienziati. Il nucleo C/2014 UN271 (Bernardinelli-Bernstein) ha un diametro di circa 80 miglia, più grande del Rhode Island, Lo dice la Nasa.

Il nucleo della cometa è circa 50 volte più grande della maggior parte delle comete e la sua massa è stimata in 500 trilioni di tonnellate.

“Questa cometa è letteralmente la punta dell’iceberg di diverse migliaia di comete che sono troppo deboli per essere viste nelle parti più lontane del Sistema Solare”, ha detto David Jewett, professore di scienze planetarie e astronomia all’Università della California, Los Angeles, in una dichiarazione.

READ  Un coccodrillo con un dinosauro nello stomaco trovato in Australia

“Abbiamo sempre sospettato che questa cometa dovesse essere grande perché è così luminosa a una distanza così grande. Ora confermiamo che lo è”, ha aggiunto Jewett.

La cometa C/2014 UN271 è stata scoperta per la prima volta dagli astronomi Pedro Bernardinelli e Gary Bernstein utilizzando immagini d’archivio dell’Osservatorio internazionale Cerro Tololo in Cile. La cometa è stata osservata dal 2010, quando si trovava a 3 miliardi di miglia dal Sole, e da allora è stata studiata.

La NASA afferma che c’era una sfida per misurare il nucleo della cometa, perché era troppo lontano dal telescopio Hubble per determinarne le dimensioni. Invece, gli scienziati hanno dovuto realizzare un modello al computer che è stato modificato per adattarsi alle immagini in luce brillante della cometa che hanno ottenuto dai dati del telescopio.

Nonostante viaggi a 22.000 miglia orarie, la massiccia cometa sta ancora arrivando dal confine del sistema solare. Ma la NASA sostiene che non si avvicinerà mai a meno di un miliardo di miglia dal Sole, e anche allora non si avvicinerà mai fino al 2031.

Il precedente detentore del record per il nucleo più grande della cometa è stato scoperto nel 2002. La cometa C/2002 VQ94 era larga circa 60 miglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.