Il sindaco di Kharkov afferma che i russi stanno lanciando bombe con paracadute nella città

Il sindaco di Kharkov Ihor Derehov afferma che i russi hanno lanciato bombe con paracadute sulla città e hanno avvertito le persone di non avvicinarsi a tali proiettili.

“Kharkov è stata bombardata con nuovi tipi di bombe. Gli attacchi russi si stanno lanciando con il paracadutismo. Pravda ucrainaPubblica anche una foto resa pubblica dal sindaco.

Il sindaco ha anche affermato che 1.716 edifici residenziali sono stati distrutti dall’inizio dell’invasione russa della città.

Le immagini della telecamera di sorveglianza rilasciate sabato mostrano come Le persone nelle vicinanze di Kharkov sono state catturate dall’esplosione di una bomba mentre cercavano di sprecare immondizia.

Kharkov, la seconda città più grande dell’Ucraina prima della guerra, si sta ancora preparando per un’offensiva di terra nel Donbass a sud ed è l’obiettivo dei bombardamenti russi che cercano di difendere il suo nord.

Il portavoce del ministero della Difesa Oleksandr Modusyanik ha affermato che le forze di occupazione russe si stanno preparando a catturare Kharkov e ad attaccare le truppe ucraine.

Il sindaco Ihor Terehov ha esortato i residenti a trascorrere le notti nei campi antiaerei, se possibile.

Assicurò al popolo di Kharkov che la città era ben armata, pronta a difendersi e a non farsi prendere dal panico. Da domenica, il sindaco afferma che la città riceverà più aiuti umanitari.

“Come posso dire a un bambino che mamma e papà sono morti? Non so cosa fare…”

In altre parti della regione, l’esercito ucraino non riusciva a credere alla distruzione e al dramma che stavano vivendo.

“La strada è bloccata. Hanno sparato ai civili in mezzo alla strada, indipendentemente dal fatto che fossero uomini, donne o bambini. Non hanno mostrato pietà per nessuno. Almeno 10 persone si nascondevano qui. Hanno usato il veicolo per nascondersi “, ha detto un soldato ucraino.

READ  Vittoria sulla campagna di Russia, anche nel Giorno della Vittoria: decine di articoli anti-Putin pubblicati su uno dei più grandi siti

Ovunque i russi si stiano ritirando, vengono alla luce dettagli scioccanti.

“Come si fa a dire a un bambino che mamma e papà sono morti? Non so cosa fare…” grida una donna.

Il gioco di questa ragazza è quello per cui tutti combattono adesso. L’attentatore ha colpito poco dopo mezzogiorno davanti a una base militare russa, uccidendo centinaia di persone.

“Nella regione di Kiev – Makariv, Borodianka, Bucha, Hostomel, Irpin – abbiamo trovato 650 corpi, di cui 40 erano solo bambini”, ha affermato Irina Venediktova, procuratore generale dell’Ucraina.

A Pucha, nel frattempo, sono iniziate le operazioni per cancellare le tracce dei combattimenti.

“Non dimenticheremo mai quello che è successo qui. Queste immagini di quanto tempo dovrebbe vivere un uomo rimangono nella nostra mente. Ogni volta che pattuglio queste strade o visito i miei amici”, dice un agente di polizia.

Autore: Luana Pavaluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.