Il sensore difettoso potrebbe aver eliminato il massiccio lancio di razzi SLS della NASA

Ingrandisci / Il razzo SLS della NASA potrebbe essere lanciato sabato 3 settembre 2022.

Trevor Mahleman

Dopo che il tentativo di lancio di un razzo Space Launch System lunedì è stato annullato, i funzionari della NASA hanno affermato che stanno lavorando per un secondo tentativo di pilotare la missione Artemis I sabato 3 settembre.

Controllori di volo della NASA Interrompi il primo tentativo di lancio Dopo che non sono stati in grado di verificare che uno dei quattro motori principali del razzo SLS – il numero del motore. 3 – Raffreddato correttamente a -420 gradi Fahrenheit prima dell’accensione. I motori devono essere raffreddati a temperature estremamente basse per gestire l’iniezione di idrogeno altamente liquido e combustibili ossigeno.

Durante un briefing martedì sera, il responsabile del programma missilistico SLS della NASA John Honeycutt ha affermato che il suo team di ingegneri credeva che il motore si fosse già raffreddato dalla temperatura ambiente a quasi il livello richiesto ma non fosse stato misurato correttamente da un sensore di temperatura difettoso. .

“Il modo in cui si comporta il sensore non corrisponde alla fisica della situazione”, ha detto Honeycutt.

Il problema con la NASA è che il sensore non può essere sostituito facilmente ed è molto probabile che necessiti di un ritorno al Vehicle Assembly Building del Kennedy Space Center in Florida, a pochi chilometri dalla rampa di lancio. Ciò ritarderà il lancio del razzo almeno fino a ottobre e l’agenzia spaziale è preoccupata per l’usura di un razzo ora accatastato da quasi un anno.

Honeycutt si è detto fiducioso che l’idrogeno liquido non scorresse nel motore. 3 durante il conto alla rovescia di lunedì e che altri sensori, comprese le misurazioni della pressione, hanno indicato che il motore si trovava in un ambiente che si sarebbe raffreddato correttamente. Quindi, ha detto, il suo team sta lavorando a un piano di “logica di volo” che consentirebbe il lancio del missile senza ottenere buoni dati dal sensore di temperatura del motore.

READ  Earndel star: il telescopio spaziale Hubble vede la stella più lontana di sempre, a 28 miliardi di anni luce di distanza

“Esamineremo tutti gli altri dati che abbiamo e [will] Usalo per prendere una decisione informata”.

Di conseguenza, l’attuale piano della NASA include oggi alcuni lavori sulla rampa di lancio, incluso il controllo di un’area in cui si è verificata una piccola perdita di idrogeno durante il conto alla rovescia di lunedì. Quindi, se i funzionari sono soddisfatti di quelle ispezioni e della motivazione del loro volo per far fronte al sensore di temperatura difettoso, l’agenzia inizierà il conto alla rovescia giovedì. In questo orario, le operazioni di rifornimento inizieranno sabato mattina, poco prima delle 14:17 EDT (18:17 UTC) per aprire una finestra di lancio di due ore. Per dare al team di lancio più tempo per lavorare sul problema del raffreddamento del motore, un processo noto come “condizionamento” dei motori inizierà molto prima del conto alla rovescia rispetto a lunedì.

Non è stato immediatamente chiaro dalla conferenza stampa di martedì quali sarebbero state le implicazioni con un motore principale più caldo del normale. Da un punto di vista fisico, l’accensione di carburante estremamente freddo in un motore più caldo del previsto probabilmente danneggerebbe seriamente la turbopompa dell’RS-25, almeno. Presumibilmente, quindi, la NASA non lancerebbe il razzo SLS senza un’elevata fiducia nella logica del suo volo.

La NASA ha tempo fino al 5 settembre per lanciare il booster prima che venga tolto dalla piattaforma per la ristrutturazione. Con l’avvicinarsi della data di lancio del 3 settembre, l’agenzia spaziale monitorerà da vicino le previsioni meteorologiche e gestirà i problemi tecnici. Sebbene i temporali si verifichino frequentemente lungo la costa della Florida durante i pomeriggi estivi, l’ufficiale meteorologico di lancio Mike Burger ha affermato che il flusso via terra dovrebbe essere abbastanza forte questo fine settimana. Ciò dovrebbe spingere la brezza marina più all’interno e consentire alcune opportunità di stabilirsi entro una finestra di due ore. Se il tempo si rifiuta di provare, la NASA sta intervenendo per tentare il lancio il 5 settembre.

READ  Vola il tuo nome gratuitamente intorno alla luna nella missione Artemis I della NASA

I funzionari hanno insistito durante la conferenza stampa di martedì di essere fiduciosi di andare avanti con il tentativo di lancio. Sebbene lunedì l’agenzia spaziale abbia pubblicizzato pesantemente il primo tentativo di lancio di Artemis I – il lancio della navicella spaziale Orion senza pilota sulla luna ha attirato apparizioni di celebrità, promozioni sui social media e la visita del vicepresidente Kamala Harris allo spazioporto della Florida –La NASA non ha ancora completato un test di rifornimento.

Nonostante ciò, l’agenzia spaziale spera di poter rifornire completamente il razzo sabato e contare fino al T-0 senza ulteriori problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.