Il processo Wagatha Christie nel Regno Unito è terminato

Rebecca Vardy, moglie dell’attaccante del Leicester City Jamie Vardy (a sinistra), sta lasciando la Royal Courts of Justice dopo l’ultimo giorno del processo di alto profilo soprannominato il caso “Wagatha Christie” poiché Rebecca Vardy fa causa a Colin Rooney (a destra) per diffamazione dopo è stato pubblicamente accusato di aver fatto trapelare storie private alla stampa il 19 maggio 2022 a Londra, in Inghilterra.

Victor Szymanowicz | L’editoria nel futuro | Getty Images

LONDRA – L’affascinante processo Wagata Christi del pubblico britannico ha raggiunto un verdetto venerdì, con Rebecca Vardy che ha perso un caso per diffamazione contro il collega Colin Rooney.

L’Alta Corte del Regno Unito si è pronunciata contro Vardy a favore di Rooney dopo una faida durata anni tra i “Wags” – le mogli e le fidanzate dei calciatori – che presentava tutti i colpi di scena in uno dei migliori romanzi gialli di Agatha Christie.

Il giudice Justice Stein ha pronunciato la sua sentenza scritta venerdì dopo un processo feroce e scandaloso di due settimane a maggio.

Arriva due anni dopo che Vardy ha citato in giudizio Rooney per diffamazione a seguito di una lite su una serie di post su Instagram.

Rooney ha affermato che le storie del suo account Instagram sono trapelate da Vardy ai giornalisti del tabloid britannico The Sun.

Vardy ha negato con veemenza le accuse, sostenendo che le accuse hanno causato il suo “abuso pubblico diffuso”, e ha citato in giudizio Rooney nel tentativo di riabilitare il suo nome.

Tuttavia, nella sua sentenza di venerdì, Stein ha affermato che era “probabile” che l’allora agente di Vardy, Carolyn Watt, “avesse svolto un lavoro diretto” trasmettendo le informazioni a The Sun.

READ  McCarthy critica Biden per la risposta insufficiente all'invasione dell'Ucraina, suggerisce come avrebbe potuto scoraggiare Putin

“Le prove … mostrano chiaramente, a mio avviso, che la signora Vardy era a conoscenza di questo comportamento e lo condonava, e si è attivamente impegnata indirizzando la signora Watt all’account Instagram privato, inviando schermate dei post della signora Rooney e attirando l’attenzione ad argomenti di potenziale interesse per la stampa e per rispondere ad ulteriori richieste sollevate dalla stampa tramite la Sig.

Come siamo arrivati ​​qui?

Rooney e Vardy sono saliti alla ribalta negli anni 2000 e 2010 come Wags – un termine ora meno usato a causa delle sue connotazioni sessuali – rispettivamente per l’ex capitano di football inglese Wayne Rooney e Jamie Vardy del Leicester City.

Ma la coppia, che era amica, è salita all’infamia personale dopo le ricadute pubbliche.

Ronnie, che sospettava che qualcuno avesse fatto trapelare storie dal suo account Instagram privato alla stampa, ha iniziato una “puntura” nel 2019.

Ha pubblicato una sfilza di storie false, incluso un viaggio in Messico per fare una “scelta sessuale” e allagare il suo seminterrato, e gradualmente ha represso i suoi follower per vedere se le storie sarebbero ancora apparse sulla stampa.

Alla fine, quando è rimasto un solo seguace e le storie continuavano a trapelare, Ronnie si è rivolta ai social media per pubblicare le conclusioni delle sue scoperte: “È……….. l’account di Rebecca Vardy”.

Vardy, che ha negato le accuse, ha quindi intentato una causa per diffamazione contro Rooney, dicendo che la sua reputazione era stata danneggiata. Rooney ha sostenuto che le sue azioni erano giustificate nell’interesse della verità e nell’interesse pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.