Il mondo aperto di Halo Infinite è stato notevolmente ridotto rispetto alla visione originale

Il mondo aperto di Halo Infinite è stato notevolmente ridotto rispetto alla sua visione originale.

Questo è quanto afferma Joseph Staten, Head of Creative di 343 Industries, parlando nel Game Maker Notebook presso l’Academy of Interactive Arts and Sciences (grazie radar tecnologico).

Infinite è stato il primo gioco open world di Halo, quindi è comprensibile che ci siano stati molti cambiamenti durante lo sviluppo, ma in particolare la portata e la diversità dei biomi sono state notevolmente riviste.

Il gioco cooperativo Halo Infinite Campaign è stato testato… con il mazzo Steam nel mix!

“Il team ha subito molte iterazioni sulla scala e sulla diversità dei biomi prima che io mi unissi al team”, ha detto Staten. “Anche dopo essere entrato a far parte del team, abbiamo dovuto fare delle scelte su dove ridimensionare”.

La ragione principale di ciò era la fedeltà grafica. “Non abbiamo avuto il tempo, il tempo per cercare il livello di fedeltà con tutta la varietà che volevamo. Abbiamo fatto molta strada dallo spettacolo dell’E3 ai tempi di spedizione del gioco, ma dobbiamo ancora ridimensionare , tagli al bersaglio”.

“Non abbiamo finito per tagliare molto del mondo aperto, ma so che con i design originali c’è stato un taglio piuttosto grande su ciò che il team a un certo punto sperava di poter ottenere”.

nel nostro territorio Recensione Halo InfiniteWes ha criticato il gioco per la sua mancanza di biodiversità che rende la campagna un po’ ripetitiva.

Staten ha anche discusso di cosa significhi un gioco open world, bilanciando le aspettative di genere e alta qualità per la serie Halo.

“Volevamo liberarci da molte aspettative dei giochi open world, motivo per cui abbiamo lottato così a lungo su come parlarne in termini di marketing perché non volevamo che le persone si facessero un’impressione sbagliata .

READ  I possessori di Nintendo Switch ricevono un raro regalo gratuito

“Siamo più simili a un gioco open world nella misura in cui il nostro gioco è più aperto di prima. Halo è sempre stato un gioco relativamente aperto in termini di architettura sparatutto, ma per noi non era un set completo di sistemi. ”

Questi sistemi includono un sistema di creazione del tipo cacciatore e raccoglitore, che ovviamente il capo capo non avrà bisogno di usare. Questo è Alone!

È in arrivo anche la modalità cooperativa della campagna di Halo Infinite – Digital Foundry ha messo alla prova la beta.

Puoi guardare il podcast completo con Staten di seguito.


Aura infinita con Joseph Staten | Il podcast AIAS Game Maker Notebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.