Il governo francese utilizza l’energia statale per ridurre i prezzi di mercato

Giovedì il governo di Parigi ha ordinato a Electricite de France SA, partner di maggioranza del governo francese, di vendere grandi quantità di elettricità ai concorrenti a prezzo fisso, con l’idea di ridurre le tariffe per il consumatore finale. , riferisce Agerpres. EDF, il più grande produttore di energia nucleare d’Europa, ha avvertito che la mossa potrebbe costare all’azienda fino a 8,8,4 miliardi e ha abbassato le sue stime di profitto per il 2022.

In tempi di crisi, non sorprende che la Francia si affidi all’EDF, che è controllata per l’80% dal governo francese. EDF è da decenni il principale fornitore di elettricità della Francia e la flotta dei suoi reattori consente alle famiglie e alle imprese francesi di fornire energia economica e pulita ed esportare elettricità nei paesi vicini.

Ma l’onere aggiuntivo che grava sulle spalle dell’EDF arriva in un momento in cui l’azienda sta attraversando un periodo difficile. EDF deve affrontare costosi problemi di manutenzione nei suoi vecchi impianti, mentre allo stesso tempo investe in modo significativo in nuovi reattori che aiuteranno la Francia a mantenere la sua fornitura di energia a basse emissioni di carbonio per i decenni a venire.

“Questo è per proteggere i consumatori e questo sarà fatto a spese dell’EDF”, afferma Xavier Regnard, analista di Brian, Garnier & Co.

Gli analisti hanno avvertito che l’EDF non è abbastanza forte per far fronte al colpo finanziario causato dal nuovo decreto del governo a Parigi. Venerdì, gli azionisti di minoranza di EDF si sono affrettati a vendere le loro azioni, facendo scendere le azioni della società di servizi pubblici fino al 25%.

L’EDF ha affermato di non poter ancora valutare con precisione l’impatto finanziario della decisione del governo. Poiché la società vende in anticipo la maggior parte dell’elettricità prodotta, EDF dovrà acquistare elettricità a prezzi più elevati nei prossimi mesi. La carenza aumenterà poiché molti dei forni EDF saranno spenti più a lungo del solito per le riparazioni.

READ  Foto Come vivere nella città ucraina di Kherson, occupata dai russi. Testimonianza di una donna del posto: “Ci sono partiti che disegnano la bandiera ucraina sui muri e sull'asfalto o mandano messaggi ai residenti. Sono giovani donne"

In un comunicato stampa diffuso giovedì, il FES ha annunciato che avrebbe “considerato misure appropriate per consolidare la posizione finanziaria e qualsiasi misura a tutela dei suoi interessi”. Nel 2017, EDF ha venduto quattro miliardi di euro di nuove azioni per consolidare i suoi fondi, a seguito di un forte calo dei prezzi dell’elettricità. All’epoca, la maggior parte dei nuovi fondi proveniva dallo stato francese, che ora possiede l’84% delle azioni di utilità, ma hanno contribuito anche gli investitori di minoranza.

EDF dovrà spesso raccogliere nuovi fondi, afferma Vincent Airal, analista di Vincent Airal, il quale ha affermato che è probabile che gli investitori evitino i titoli EDF per il momento. L’utility francese EDF non riposerà sugli allori nel prossimo periodo poiché i prezzi del gas naturale e dell’elettricità aumenteranno nei prossimi anni e il presidente Emmanuel Macron avrà bisogno dei voti degli elettori alle elezioni presidenziali di aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.