Il forte trimestre di Home Depot mostra che il mercato immobiliare è ancora in forte espansione

Martedì, il gigante della vendita al dettaglio di articoli per la casa ha registrato guadagni migliori del previsto nelle vendite e nei profitti per il primo trimestre e ha aumentato le sue previsioni per il resto dell’anno fiscale. condivisioni Deposito domestico (HD)uno dei trenta titoli in dawè aumentato di quasi il 2% nel trading del tardo pomeriggio.
Le azioni sono state sostanzialmente più alte martedì nonostante scarsi profitti dal rivenditore Walmart (WMT)un altro componente del Dow, Che è sceso di circa il 9%. Concorrente di Home Depot Louie (Poco)che riporterà i suoi guadagni del primo trimestre mercoledì, è in calo di circa l’1%.
Ostello Home Depot Inizio difficile quest’anno Perché gli investitori sono preoccupati per una possibile flessione delle abitazioni con tassi di interesse e inflazione in aumento. Le azioni sono ancora in calo di circa il 30% nel 2022 nonostante le buone notizie di martedì.
Ma il nuovo CEO Ted Decker chi Ha preso la posizione dal presidente di lunga data di Home Depot Craig Miner All’inizio di quest’anno era ottimista. Nella dichiarazione sugli utili, ha notato che le vendite, che sono aumentate di quasi il 4% da un anno fa a 38,9 miliardi di dollari, sono state le più alte di sempre nel primo trimestre nella storia dell’azienda.

“La forte performance del trimestre è stata ancora più impressionante poiché stavamo confrontando la crescita storica dell’anno scorso e quest’anno l’inizio della primavera è stato più lento”, ha affermato Decker.

Durante una teleconferenza con gli analisti, Decker ha aggiunto che “i clienti continuano a dirci che le loro case non sono mai state così importanti e che l’arretrato di progetti è molto salutare”. “Le basi a medio e lungo termine della domanda di miglioramenti domestici non sono mai state così forti”, ha affermato.

READ  Futures Dow: il rally del mercato raggiunge il livello chiave

I numeri forti di Home Depot possono aiutare a dissipare alcune preoccupazioni su un rallentamento economico e un possibile calo dei prezzi delle case.

Sì, i piani per aumentare i tassi di interesse della Fed potrebbero portare a tassi ipotecari più elevati. Ma gli esperti sottolineano che una scarsità di nuove case insieme a un mercato del lavoro ancora sano dovrebbe continuare a sostenere le vendite di case. Questo è buono per Home Depot.

Tassi ipotecari elevati “riverseranno senza dubbio acqua fredda sul mercato immobiliare”, ha affermato in un rapporto Joe LaVorgna, capo economista statunitense di Natixis CIB.

Ma ha aggiunto che “assicurarsi che i prezzi delle case siano lenti è straordinariamente difficile a causa del deficit abitativo cronico nazionale, aggravato infinitamente dalla pandemia abitativa, e dai continui problemi della catena di approvvigionamento che hanno impedito il completamento di nuove case”.

LaVorgna ritiene che “solo una correzione di una cifra nei prezzi delle case nel prossimo anno sia perfettamente ragionevole”.

In altre parole, è improbabile che i prezzi delle case crollino tanto quanto alla fine degli anni 2000. Questa non è una ripetizione del boom dei mutui e del successivo crollo.

“Il problema principale per gli alloggi rimane la mancanza di offerta. Non c’è abbastanza per soddisfare la domanda”, ha affermato Laura Adams, capo analista immobiliare di Aceable, una piattaforma di formazione immobiliare online. “Non ci aspettiamo che questa sia un’altra bolla che scoppia. Potrebbe esserci un graduale allentamento quest’anno e il prossimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.