Il figlio di Anne Heck parla dopo che la sua morte è stata dichiarata legale

Il figlio maggiore di Ann HeckHomer Lavon ha espresso la sua preoccupazione in una dichiarazione appena rilasciata dopo il suo portavoce Ha dichiarato che è legalmente morta. Heche aveva 53 anni ed è morto venerdì dopo aver trascorso quasi una settimana in coma e in condizioni critiche.

In una dichiarazione fornita a NBC News tramite un portavoce di Anne Heshey, il figlio dell’attore ha descritto il suo dolore in seguito alla morte di sua madre.

“Mio fratello, Atlas e io abbiamo perso nostra madre”, si legge nella dichiarazione. “Dopo sei giorni di sconvolgimenti emotivi quasi incredibili, ho provato una tristezza profonda e silenziosa. Spero che mia madre sia libera dal dolore e inizi a esplorare quella che mi piace immaginare come la sua libertà eterna. Durante quei sei giorni, migliaia di amici, familiari e i fan mi hanno fatto conoscere i loro cuori”.

Homer, che Heche condivideva con l’ex marito Colman Lavon, ha 20 anni. Il suo fratellastro di 13 anni, Atlas Heck Topper, è il figlio dell’attore James Taber, che ha recitato al fianco di Heche nella serie “Men in Trees”.

Tapper ha reso omaggio alla sua ex, per iscritto Instagram“Ti amo per sempre”, aggiungi un’emoji con il cuore spezzato.

Il 5 agosto, Heche è stata coinvolta in un incidente di fuoco a Los Angeles che ha visto un’auto in corsa schiantarsi contro una casa in un quartiere residenziale. Ha subito una grave lesione cerebrale a causa della mancanza di ossigeno, Secondo il suo portavoce.

Mentre Heche è morta legalmente secondo la legge della California, il suo portavoce ha detto alla NBC News che il suo cuore stava ancora battendo e non era stato tolto dai rianimatori fino a quando non è stato possibile determinare se era adatta per la donazione di organi.

READ  Guarda Psy e Suga dal video musicale "That That" dei BTS

In più occasioni, l’attore ha parlato Quanto era orgogliosa dei suoi figli.

Heche ha coniato a blog per le persone Sulla gioia di vedere Homer partecipare a un campo estivo di tennis e di vederlo sviluppare le sue abilità in questo sport.

“Questo è ciò che vogliamo per i nostri figli. Speranza – soddisfazione che quando lavoriamo, possiamo dare loro tutto ciò che li fa sentire bene con se stessi. Cioè. Le guerre delle madri. Il buono, il cattivo e il brutto. Il futuro. È tutto su di loro e quello che ho imparato quest’estate è che se ti connetti davvero con loro, per loro lo accetteranno “, ha scritto nel 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.