Il Dow Jones Industrial Average è rimbalzato a piatto, recuperando una perdita di 200 punti nel commercio instabile dopo il forte rapporto sull’occupazione

Il Dow Jones Industrial Average è rimbalzato dopo una precedente perdita a seguito di un rapporto sull’occupazione di luglio molto migliore del previsto, poiché gli investitori hanno valutato cosa significherebbe un forte mercato del lavoro per la campagna di restrizione dei tassi della Federal Reserve.

Il Dow Jones Industrial Average ha perso solo 3 punti dopo aver perso più di 200 punti. I titoli bancari hanno guidato il rendimento infragiornaliero poiché i tassi sono aumentati dal forte rapporto sui lavori. L’S&P 500 era piatto dopo aver perso circa l’1%. L’indice Nasdaq Composite è sceso di circa lo 0,1%.

Il mercato del lavoro ha aggiunto 528.000 posti di lavoro a luglio, Batte facilmente la stima del Dow Jones con un aumento di 258.000. Il tasso di disoccupazione è sceso al 3,5%, al di sotto della stima del 3,6%. Anche la crescita dei salari è aumentata più del previsto, in rialzo dello 0,5% per il mese e del 5,2% in più rispetto allo scorso anno, indicando che l’inflazione elevata rimane probabilmente un problema.

Le azioni hanno aperto in ribasso dopo il rapporto, anche quando sembrava che l’economia non fosse in recessione.

Art Hogan, chief market strategist di BP, ha dichiarato: Problemi finanziari. “È chiaramente una situazione in cui l’economia non sta urlando o non sta andando verso una recessione qui e ora”.

La crescita dell’occupazione doveva rallentare poiché la Fed continua ad aumentare i tassi di interesse per domare l’inflazione elevata, ma questo rapporto mostra che il mercato del lavoro rimane vivace. Questo rapporto è fondamentale perché è uno dei due che la banca centrale guarderà prima di decidere quanto aumentare i tassi di interesse nella riunione di settembre.

READ  Boeing si prepara ad accendere il Farnborough Air Show

Le principali medie hanno registrato il mese migliore dal 2020 a luglio nella speranza che la Fed rallenti il ​​ritmo dei suoi aumenti. L’S&P 500 ha guadagnato il 9,1% il mese scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.