I russi accelerano i preparativi per i “referendum” nei territori occupati / Quali metodi usano per intimidire i cittadini ucraini

Le autorità di occupazione russe potrebbero accelerare i preparativi per falsi referendum illegali sull’annessione da parte di Mosca del territorio ucraino occupato, afferma l’Istituto per gli studi sulla guerra. (ISW) nella sua ultima valutazione.

Soldati russi a Kherson occupataFoto: Twitter

Ivan Fedorov, il sindaco ucraino di Melitopol, nella regione di Zaporizhia, ha affermato il 7 agosto che l’opposizione tra i residenti ucraini aveva costretto le autorità russe a cambiare “costantemente” i loro piani per il referendum.

Fedorov ha detto che le autorità di occupazione avevano programmato solo un giorno per le votazioni, ma ora stanno valutando sette giorni di “votazioni da casa”, in cui soldati russi armati andranno porta a porta e “interrogheranno” i residenti di Melitopol.

Fedorov ha detto che solo il 10% circa dei cittadini rimanenti di Melitopol ha sostenuto l’occupazione russa e ha avvertito che i soldati russi avrebbero minacciato di sparare ai residenti che non avevano votato per l’annessione.

La data del referendum di Kherson è l’11 settembre

Sergei Klan, consigliere dell’amministrazione ucraina a Kherson, ha affermato che le autorità di occupazione non hanno ancora stabilito completamente le condizioni per il referendum, ma Klan ha affermato di aver intensificato i propri sforzi dopo una pausa di tre settimane. Logistica industriale.

Le autorità di occupazione possono anche modificare i tempi dei loro sondaggi preliminari in risposta alle mutevoli realtà sul campo, inclusa la controffensiva ucraina.

La prima data per le urne è l’11 settembre, ha detto Klan.

Il voto in casa è una minaccia diretta per i cittadini ucraini

Eliminando le opzioni di voto di persona e passando ai sondaggi porta a porta, le autorità di occupazione russe stanno aumentando le opportunità di minacciare direttamente i cittadini ucraini.

READ  Il film scioccante di Putin! I militanti della brigata hanno danneggiato il dittatore della Russia

Lo sforzo non è necessariamente un brogli elettorali nel senso del risultato desiderato dal Cremlino, ma rende quasi impossibile qualsiasi controllo indipendente del voto. Inoltre, le autorità occupanti potrebbero trasformare questi “sondaggi” in operazioni di raccolta di informazioni per eliminare la resistenza ucraina dai territori occupati.

L’eliminazione dei seggi elettorali di persona elimina molti problemi per i funzionari che devono lavorare in questi luoghi. Le forze russe hanno difficoltà a reclutare per questi posti dalla popolazione occupata.

Il voto in casa limita le possibilità di attacchi di parte in queste località. Il Cremlino può ordinare diversi tipi di voto nei diversi territori occupati, a seconda del sostegno locale percepito, del rischio di attacchi partigiani e della capacità burocratica.

Intimidazione russa: aiuti umanitari solo agli elettori

Ad esempio, Serhii Gaidai, capo dell’amministrazione civile-militare ucraina nella regione di Luhansk, ha affermato il 7 agosto che le autorità di occupazione russe nella regione avevano individuato i luoghi in cui tenere di persona un cosiddetto referendum sull’annessione.

Gaidai ha affermato che le autorità di occupazione russe hanno attivamente condotto una campagna per l’annessione distribuendo giornali di propaganda e fornendo aiuti umanitari, inclusi cibo, acqua e materiali da costruzione, partecipando al falso referendum.

Gaidai ha detto che la pratica equivaleva a una minaccia: “Noi [rușii] Noi ti aiuteremo [pe voi, civilii ucraineni] Soddisfa le tue esigenze di base quando vai al “sondaggio”. Altrimenti muori, pubblicheremo risultati falsi senza di te”.

La Russia occupa parti della regione di Luhansk dal 2014 e ha la capacità di mobilitare collaboratori per presidiare i seggi elettorali nelle aree occupate di recente.

READ  Oroscopo 23 agosto 2022 con Nati Chandu. Buone notizie, denaro potenziale

————-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.