I passeggeri sono partiti per ore sugli aerei al Reagan National dopo le tempeste

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Thai Austin voleva tornare nel distretto dopo aver visitato la sua famiglia durante il fine settimana a Jacksonville, in Florida, e invece ha detto che lei e altri passeggeri sono rimasti bloccati sulla pista dell’aeroporto nazionale Reagan per tre ore domenica notte, incapaci di scendere dall’aereo.

“All’inizio hanno detto ‘Oh, ci vorrà un minuto'”, ha detto Austin. “Poi è stata un’altra ora e un’ora. Il tempo passava. “

Centinaia di passeggeri su almeno altri sei voli hanno riportato ritardi simili dopo che i temporali hanno abbattuto alberi, inondato strade e lasciato migliaia di persone senza elettricità nell’area di Washington. L’incidente ha sollevato dubbi sul fatto che il settore sia pronto per la stagione estiva dei viaggi, poiché è alle prese con la persistente carenza di manodopera e le interruzioni legate al clima che sono state a lungo la principale fonte di ritardi.

La Federal Aviation Administration ha sospeso temporaneamente i voli domenica sera al National, così come agli aeroporti internazionali di Washington Dulles, Baltimora e Washington Marshall International, fino a quando le condizioni non migliorano. Ma nel National più colpito, sembra che un arretrato abbia lasciato l’aeroporto senza abbastanza gate per accogliere tutti gli arrivi.

United multato per aver tenuto migliaia di passeggeri bloccati sugli aerei per ore

Secondo il sito web di monitoraggio del volo Volo consapevolePiù di un quarto dei voli in arrivo domenica per National è stato posticipato, mentre un ulteriore 14% è stato cancellato. Tra le partenze, quasi il 30 percento è stato ritardato mentre il 19 percento è stato cancellato.

Il National e il Dolce hanno visto raffiche di vento fino a 59 miglia orarie mentre le tempeste passavano.

READ  Il 4% è il "numero magico" per i tassi ipotecari che perforano il mercato immobiliare (e le azioni)?

Nonostante l’impennata della domanda di viaggi aerei, negli ultimi mesi le compagnie aeree hanno ridimensionato i loro programmi sperando di evitare una ripetizione della scorsa estate, quando i ritardi dovuti alle condizioni meteorologiche, aggravati dalla carenza di personale, hanno lasciato decine di migliaia di clienti bloccati. Le compagnie aeree stanno cercando di sostituire più di 50.000 lavoratori che hanno lasciato il settore dall’inizio della pandemia. Migliaia di neoassunti sono ancora in formazione.

Mentre le compagnie aeree affermano di concentrarsi sull’esecuzione di operazioni affidabili, alcuni viaggiatori, compresi quelli coinvolti nei ritardi della domenica notte al National, hanno affermato che le frequenti interruzioni li stanno facendo ripensare al viaggio aereo.

La pazienza di Eric Sherling stava già finendo quando raggiunse Washington. Il suo volo originale da Birmingham, in Alabama, che doveva partire presto domenica, è stato cancellato e il volo riprenotato è stato ritardato diverse volte. Sperava che la sua lunga giornata si avvicinasse Di più quando è arrivato al National Stadium alle 00:24 di lunedì, solo per vedere il capitano annunciare un altro problema.

“Il pilota ci ha detto che non c’erano cancelli perché tutti arrivavano all’aeroporto allo stesso tempo”, ha detto Shierling, l’ingegnere del progetto.

Quando guardò fuori dal finestrino e vide altri due aerei parcheggiati sulla destra e altri due sulla sinistra, il suo cuore sprofondò.

Ci vollero quattro ore prima che i passeggeri potessero scendere dall’aereo, poi doveva comunque prendere un altro volo per raggiungere il Connecticut, dove era diretto al lavoro. Ha detto che l’equipaggio ha fatto del suo meglio, fornendo spuntini e acqua, fino a quando non hanno fatto irruzione in una serie di prelibatezze destinate ai passeggeri di prima classe.

READ  Guarda il vortice elettrico che ha quasi battuto il record per la scalata di Goodwood Hill

Le compagnie aeree riducono gli orari estivi, con l’obiettivo di evitare incidenti di alto profilo

I due giorni di ritardo hanno comportato spese e fastidi aggiuntivi.

“Sono arrabbiato e pazzo”, ha detto lunedì mentre aspettava. Inizialmente doveva volare a Bradley International fuori Hartford, a 30 minuti di auto dal suo luogo di lavoro, ma l’unico volo disponibile lunedì era per Albany, a circa 90 minuti di distanza. “Non sarei in questa situazione se il mio volo originale non fosse stato cancellato. Questo è ciò che mi fa arrabbiare così tanto con American Airlines”.

I passeggeri hanno affermato che i funzionari dell’aeroporto hanno negato le richieste degli Stati Uniti di utilizzare i bus navetta Può trasportare passeggeri al terminal, nonché richiedere di spostare l’aeromobile vicino alla hall in modo che i passeggeri possano essere scortati al terminal.

I funzionari della Washington, DC Airports Authority, che gestisce le operazioni nell’aeroporto nazionale, hanno rifiutato di commentare. Rob Yingling, un portavoce dell’aeroporto nazionale, ha rivolto domande sugli eventi di domenica sera alle singole compagnie aeree.

In una dichiarazione, i funzionari dell’American Airlines hanno accusato il tempo.

“Un piccolo numero di voli in arrivo ha subito ritardi nell’atterraggio mentre aspettava i cancelli disponibili nella sala arrivi”, si legge nella nota. “Ci scusiamo con i nostri clienti per l’inconveniente e ringraziamo i membri del nostro team che hanno lavorato duramente per risolvere la situazione”.

Il Ministero dei Trasporti regola da vicino i ritardi di pista che si verificano prima del decollo o dopo l’atterraggio degli aeromobili.

READ  Camion USPS: gli attivisti fanno causa per impedire l'acquisto di veicoli che consumano gas

Secondo la regola del 2010, le compagnie aeree sono tenute a consentire ai passeggeri nazionali di uscire entro tre ore, mentre i passeggeri internazionali devono poter partire. Entro quattro ore. Dopo due ore, le compagnie aeree sono tenute a fornire acqua e snack assicurandosi che i servizi igienici funzionino.

Il regolamento è stato adottato dopo incidenti di alto profilo in cui i passeggeri sono rimasti bloccati sugli aerei per 10 ore o più. Tali casi sono indagati dall’Ufficio per la protezione dei consumatori dell’aviazione del Ministero.

Lunedì non era chiaro se American Airlines sarebbe stata multata per il ritardo. Domenica i funzionari del Dipartimento dei trasporti non hanno risposto alle richieste.

John Rodriguez, residente ad Arlington, ha detto che sarebbe tornato a casa domenica da un viaggio a Birmingham. Il suo volo originale doveva atterrare alle 20:30, ma il volo riprenotato non è atterrato fino a dopo la mezzanotte. Lui e i suoi compagni di viaggio hanno trascorso altre quattro ore seduti sull’aereo.

Rodriguez ha detto di aver visto almeno altri sei aerei che sembravano essere bloccati. I padroni di casa hanno distribuito biscotti e acqua, mentre il capitano ha fornito aggiornamenti orari, ha detto.

Fuori dall’aeroporto, quasi 40.000 clienti sono rimasti senza corrente domenica sera in Virginia, PowerOutage.US. Entro lunedì sera, alcuni clienti erano ancora senza elettricità, secondo Dominion Energy. La società ha affermato che l’alimentazione è stata restituita anche ai clienti di Pepco nella contea e nel Maryland.

Matteo Capucci ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.