I paesi dell’UE hanno ufficialmente adottato il piano di emergenza dell’incontro per ridurre i consumi di gas

I paesi dell’UE hanno formalmente adottato venerdì il piano di emergenza del blocco per ridurre il consumo di gas nel tentativo di risparmiare carburante per le forniture russe incerte durante l’inverno, sebbene Polonia e Ungheria si siano opposte alla legislazione finale.

I paesi dell’UE hanno raggiunto un accordo la scorsa settimana per ridurre la loro domanda di gas, ricostituire le riserve di gas e tagliare completamente le forniture russe.

L’accordo prevede che tutti i paesi dell’UE riducano volontariamente il consumo di gas del 15% questo inverno e, sebbene ci siano molte esenzioni per alcuni paesi e industrie, i tagli possono essere forzati in caso di emergenza di approvvigionamento.

Venerdì, i paesi dell’UE hanno ufficialmente approvato la legislazione di attuazione dell’accordo.

Tutti tranne Ungheria e Polonia hanno ratificato la legge, secondo un documento diffuso dalla Repubblica Ceca, che attualmente guida i negoziati dell’UE. K

Prima di invadere l’Ucraina, la Russia forniva il 40% del fabbisogno di gas dell’UE. Da allora, Mosca ha ridotto i flussi di gas verso l’Europa, rendendo difficile per i paesi dell’UE riempire i depositi prima dell’inverno e spingendo molti ad acquistare carburante al di fuori della Russia e ad adottare misure per frenare la domanda di gas.

L’Ungheria, che è in trattative per acquistare più gas dalla Russia, è stato l’unico paese a opporsi all’accordo la scorsa settimana, mettendo in dubbio la legalità delle norme dell’UE che incidono sul mix energetico nazionale di un paese o sulla sicurezza energetica.

Nonostante abbia approvato l’accordo la scorsa settimana, Varsavia si è anche opposta all’atto finale.

La Polonia ha descritto la base giuridica della legge come “imperfetta” e ha affermato che le decisioni che incidono sul mix energetico degli Stati membri devono essere prese all’unanimità di tutti i paesi.

READ  La figlia di Sergei Soigu in topless nel Mar Nero. Che aspetto ha il volto del ministro della Difesa russo - galleria fotografica

La loro opposizione non ha fatto deragliare il piano, che richiede il sostegno di una maggioranza unificata in 15 paesi per diventare legge.

Inoltre, la Commissione europea sta “valutando urgentemente” la possibilità di introdurre massimali per i prezzi del gas, ha affermato in una nota, senza precisare quale forma assumerebbe tale tetto.

Passo e…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.