I paesi del G7 hanno annunciato il divieto dell’oro alla Russia all’inizio del vertice alla luce della guerra

  • Il divieto dell’oro prende di mira la “macchina da guerra di Putin”, afferma il primo ministro britannico
  • Si discute anche di un tetto ai prezzi del petrolio all’importazione, afferma una fonte tedesca
  • Il G7 mira anche ad affrontare l’aumento dei prezzi dell’energia

Schloss Elmau, Germania (Reuters) – I membri del Gruppo dei Sette nazioni ricche hanno annunciato domenica il divieto di importazione di oro russo all’inizio del vertice del G7 nelle Alpi bavaresi tra la guerra in Ucraina e le sue conseguenze che vanno dalla carenza di energia a una crisi alimentare .

La mossa di Gran Bretagna, Stati Uniti, Giappone e Canada fa parte degli sforzi per rafforzare la pressione delle sanzioni su Mosca e tagliare i suoi mezzi per finanziare l’invasione dell’Ucraina dopo più di quattro mesi di un conflitto che il presidente russo Vladimir Putin ha definito un esercito speciale operazione. .

“Le misure che abbiamo annunciato oggi colpiranno direttamente l’oligarca russo e colpiranno il cuore della macchina da guerra di Putin”, ha dichiarato il primo ministro britannico Boris Johnson in una nota.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Dobbiamo far morire di fame il regime di finanziamento di Putin. Il Regno Unito ei nostri alleati stanno facendo proprio questo”.

Un alto rappresentante dell’amministrazione statunitense ha affermato che il G7 farà un annuncio formale sul divieto di importazione di oro martedì. Leggi di più

“Questa è una delle principali esportazioni e una delle principali fonti di entrate per la Russia in termini di capacità di interagire con il sistema finanziario globale”, ha affermato il funzionario statunitense.

READ  I senatori si recano in Polonia, India e Germania per raccogliere sostegno per l'Ucraina

Il governo britannico ha affermato che le esportazioni di oro dalla Russia valevano 12,6 miliardi di sterline (15,45 miliardi di dollari) l’anno scorso e che i ricchi russi stanno acquistando lingotti per ridurre l’impatto finanziario delle sanzioni occidentali.

Una fonte del governo tedesco ha affermato che oltre a vietare le importazioni di oro, i leader del G7 hanno avuto colloqui “davvero costruttivi” sulla fissazione di un possibile tetto massimo di prezzo per le importazioni di petrolio russe. Leggi di più

messaggio di unità

Il vertice di tre giorni si svolge in uno scenario molto più cupo rispetto allo scorso anno, quando i leader britannici, canadesi, francesi, tedeschi, italiani, giapponesi e americani si sono incontrati per la prima volta dall’inizio della pandemia di COVID-19.

L’aumento dei prezzi globali dell’energia e dei generi alimentari ha danneggiato la crescita economica sulla scia del conflitto in Ucraina, con le Nazioni Unite che avvertono di una “crisi della fame globale senza precedenti”. Leggi di più

Anche il cambiamento climatico, una Cina sempre più assertiva e l’ascesa dell’autoritarismo saranno all’ordine del giorno.

I leader del G7 dovrebbero mostrare un fronte unito a sostegno dell’Ucraina per tutto il tempo necessario e intensificare la pressione sul Cremlino, anche se vorranno evitare sanzioni che potrebbero aumentare l’inflazione ed esacerbare la crisi del costo della vita che colpisce il loro popolo .

READ  Uno yacht di lusso da 700 milioni di dollari legato a Vladimir Putin è stato sequestrato dall'Italia

“Il messaggio principale del G7 sarà l’unità e il coordinamento dell’azione”, ha affermato un funzionario dell’UE.

I leader del G7 dovrebbero anche discutere le opzioni per affrontare l’aumento dei prezzi dell’energia e per sostituire le importazioni russe di petrolio e gas.

Il vertice offre anche l’opportunità al cancelliere tedesco Olaf Schulz di mostrare una leadership più decisa sulla crisi ucraina.

Schultz ha promesso di rivoluzionare la politica estera e di difesa tedesca dopo l’invasione russa di febbraio, promettendo di rafforzare l’esercito e inviare armi in Ucraina. Ma da allora i suoi critici lo hanno accusato di trascinare i piedi e di aver inviato messaggi contrastanti.

partner globali

Quest’anno Schulz ha invitato al vertice il Senegal, l’Argentina, l’Indonesia, l’India e il Sud Africa come paesi partner.

“Il vertice dovrebbe trasmettere non solo il messaggio che la NATO e il G7 sono più uniti che mai, ma anche che le democrazie del mondo stanno insieme contro l’imperialismo di Putin, proprio come fanno nella lotta contro la fame e la povertà”, ha detto Schulz alla Germania . Parlamento questa settimana.

Molti paesi del sud sono preoccupati per i danni collaterali delle sanzioni occidentali.

Un funzionario dell’UE ha affermato che le nazioni del G7 avrebbero convinto le nazioni partner che gli aumenti dei prezzi alimentari che avevano colpito erano il risultato delle azioni della Russia e che non c’erano sanzioni contro il cibo. È stato anche un errore pensare alla guerra in Ucraina come a una questione interna.

“È più di questo”, ha detto il funzionario, “sta mettendo in discussione il sistema e l’ordine del secondo dopoguerra”.

Segnalazioni aggiuntive di Sarah Marsh, Andrea Shalal, Philip Blinkensop e William Schomberg.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.