I mercati dell’Asia Pacifica sono scambiati al ribasso; I dati commerciali cinesi di agosto hanno deluso le aspettative

Ministro: Il Pakistan sta pagando il prezzo della crisi climatica provocata da altri Paesi

Grazie in parte alle azioni del mondo sviluppato, il Pakistan sta affrontando le peggiori conseguenze della crisi climatica, ha affermato il ministro delle finanze Muftah Ismail, mentre il paese è alle prese con le peggiori inondazioni della sua storia.

Ismail si unisce al coro di sostenitori del paese allagato dicendo che, nonostante la sua ridotta impronta di carbonio, ha subito il peso maggiore del cambiamento climatico.

“Il Pakistan è uno dei paesi più colpiti dai cambiamenti climatici. Abbiamo, sai, un’impronta di carbonio molto ridotta e non produciamo anidride carbonica e altri gas nocivi”, ha detto Ismail alla CNBC.segnali stradali asia” di lunedi.

– Allora Lin Tan

Lo yen potrebbe superare i 150, 160 nei “prossimi due mesi”, afferma Jesper Koll

Lo yen giapponese potrebbe indebolirsi ulteriormente, ha affermato Jesper Cole, direttore del Gruppo Monex, in un’intervista al canale “Street Science Asia” della CNBC.

“Penso che il sorpasso in parabola sia ancora sulla buona strada, quindi mi aspetto che ne vedremo 150, 160 nei prossimi due mesi”, ha detto Cole, citando il deficit commerciale e delle partite correnti del paese come fattori “forti” che spingeranno lo yen debole. .

commercio giapponese Il deficit si è approfondito E i dati ufficiali hanno mostrato il mese scorso, lo scorso luglio, che il volume delle importazioni ha superato di un importo record le esportazioni.

– Jihee Lee, Charmaine Jacob

Goldman Sachs afferma che è probabile che le normative “moderate” guidate dagli Stati Uniti aumenteranno il surplus commerciale della Cina

Hui Shan, capo economista cinese di Goldman Sachs, ha dichiarato a “Squawk Box Asia” della CNBC che la “moderata quantità di controlli” da parte del governo statunitense sulle esportazioni in Cina probabilmente stimolerà la Cina piuttosto che danneggiare il mercato.

Indicando i dati sulle importazioni più deboli come un fattore trainante del persistente surplus commerciale del paese, ha affermato che le ultime normative degli Stati Uniti richiedono Nvidia per limitare le vendite di chip alla Cina potrebbe invece fungere da catalizzatore.

“In un certo senso, ciò stimolerà la Cina a produrre di più a livello nazionale, quindi il lato della produzione, in particolare il lato del surplus commerciale, potrebbe ottenere una spinta”, ha affermato.

READ  Elon Musk afferma che il team legale di Twitter gli ha detto che ha violato un accordo di non divulgazione

Ha aggiunto che i funzionari cinesi hanno “sottovalutato” l’obiettivo di crescita del 5,5% del PIL e non stavano più cercando di difendere lo yuan cinese dal raggiungere 7.

“Il sette è solo un numero, se guardi solo in superficie, non sembra molto interessante, ma penso che i responsabili politici stiano dando un messaggio in cui stanno cercando di essere pragmatici”, ha detto.

– Jie Lee

Barkin dice che tende a “muoversi più rapidamente”: Financial Times

Lo ha detto il presidente della Federal Reserve di Richmond, Thomas Barkin Intervista al Financial Times Ha la tendenza a “muoversi più velocemente” piuttosto che lentamente.

“In genere ho una propensione a muovermi più rapidamente, piuttosto che più lentamente, purché non si rompa inavvertitamente qualcosa lungo la strada”, ha detto al giornale, aggiungendo che è probabile che i politici continueranno ad aumentare i prezzi finché non saranno soddisfatti che ” l’inflazione è sotto controllo”.

“La destinazione sono i tassi reali in territorio positivo e intendo mantenerli lì fino a quando non saremo convinti di mettere a tacere l’inflazione”, ha detto al Financial Times.

La probabilità di un aumento di 75 punti base alla riunione del Federal Open Market Committee di settembre è salita al 74,0% alle prime ore di mercoledì mattina negli Stati Uniti, secondo il Strumento FedWatch di CME. FedWatch ha mostrato che la possibilità di un aumento di 50 punti base ora è del 26%.

– Jie Lee

Lo yen giapponese si indebolisce ulteriormente, avvicinandosi lentamente a 145

Lo yen giapponese si è ulteriormente indebolito a 144,35, il più debole dalla metà del 1998, mentre l’indice del dollaro USA si è rafforzato, Raggiungere un nuovo picco per 24 anni contro la valuta giapponese.

Anche lo yuan cinese offshore si è indebolito a 6,99, avvicinandosi leggermente al livello 7, dopo dati commerciali più deboli del previsto.

Anche il won sudcoreano si è indebolito, superando per la prima volta il livello di 1.380 in più di 13 anni.

Nomura taglia ancora una volta le previsioni del PIL cinese

Nomura ha abbassato la previsione del PIL cinese per l’intero anno al 2,7%, un altro calo rispetto alla precedente stima del 2,8% fissata ad agosto.

READ  Le azioni asiatiche sono rimbalzate, ma i mercati osservano i rischi a lungo termine tra Russia e Ucraina

La nuova previsione si basa sull’analisi di Nomura che ha rilevato che il 12% del PIL cinese è interessato dai controlli Covid su base ponderata, rispetto al 5,3% della scorsa settimana.

Diverse città, incluso il polo tecnologico di Shenzhen, hanno inasprito i controlli Covid nelle ultime settimane dopo che sono state segnalate nuove infezioni locali. Chengdu ha anche ordinato alle persone di rimanere a casa mentre le autorità conducono test di massa sui virus.

Leggi il La storia completa è qui.

“Evelyn Cheng”

Le esportazioni cinesi di agosto hanno deluso le aspettative. Ha registrato un surplus commerciale per le importazioni deboli

Cina Le esportazioni sono aumentate del 7,1% ad agosto Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, i dati ufficiali hanno mostrato che mancava una stima del 12,8% dopo un aumento del 18% a luglio.

Le importazioni sono aumentate dello 0,3%, meno delle aspettative per un aumento dell’1,1% in un sondaggio Reuters e un aumento del 2,3% a luglio.

Il paese ha registrato un surplus commerciale di 79,39 miliardi di dollari ad agosto, trainato da numeri deboli delle importazioni, dopo aver registrato un surplus commerciale record di 101,26 miliardi di dollari a luglio.

Ji Lee

I prezzi del petrolio scendono a causa delle aspettative di tassi di interesse più elevati e di una minore crescita della domanda

prezzi del petrolio Gocce Mercoledì dopo ulteriori restrizioni Covid in Cina e aspettative di ulteriori aumenti dei tassi di interesse a livello globale.

Il Stati Uniti intermedi del Texas occidentale Mentre i futures sono scesi dell’1,45% a 85,62 dollari al barile Greggio Brent I futures sono scesi dell’1,14% a 91,77 dollari al barile, rinunciando ai guadagni precedenti dopo l’ultimo incontro dell’OPEC+ e la sua decisione di tagliare la produzione.

Le previsioni di Reuters prevedono che il WTI estenda il suo trend ribassista a 83,17 dollari al barile.

– Lee Ying Shan

CNBC Pro: le tensioni tra Russia ed Europa potrebbero innescare uno “shock rialzista” per i mercati petroliferi

Secondo un analista, le azioni di petrolio e gas riceveranno una spinta dalle crescenti tensioni che circondano le forniture di gas russo all’Europa.

Kenny Polkari, chief market strategist di SlateStone Wealth, ha dichiarato a “Street Signs Asia” della CNBC che gli investitori dovrebbero concentrarsi sui grandi nomi energetici statunitensi che sono anche buoni motori di guadagno.

READ  Investitori di criptovalute indiani in modalità panico mentre Bitcoin Exchange disattiva i depositi

Un titolo che ha nominato è salito del 125% quest’anno e dice che c’è “più spazio per correre”.

Gli abbonati professionisti possono leggere di più qui.

– Weezin Tan

L’economia australiana cresce dello 0,9% nel secondo trimestre

I dati ufficiali hanno mostrato che il PIL reale dell’Australia è cresciuto dello 0,9% nel secondo trimestre dopo essere aumentato dello 0,7% nel periodo precedente.

Il Lo ha detto l’Australian Bureau of Statistics La continua crescita è stata supportata dal primo trimestre completo della riapertura del confine.

I dati hanno anche mostrato che l’economia australiana è cresciuta del 3,6% nell’ultimo anno. ABS ha affermato che la forte domanda interna e l’aumento dei viaggi stanno sostenendo la crescita complessiva.

– Jie Lee

CNBC Pro: quest’anno questo titolo di chip ha sovraperformato in modo convincente i suoi concorrenti e gli analisti pensano che potrebbe aumentare

Dopo anni di forti rendimenti di mercato, quest’anno le azioni dei semiconduttori sono andate esaurite pesantemente. Ma un titolo è uscito relativamente illeso dalla carneficina del mercato. Non solo ha superato i suoi colleghi, ma ha battuto l’S&P 500 di un miglio diagonale.

Gli analisti ritengono che il titolo possa ancora salire.

Gli abbonati professionisti possono Leggi di più qui.

– Saverio Ong

I rendimenti dei Treasury USA sono ai massimi da metà giugno

La vendita delle obbligazioni ha spinto i rendimenti dei Treasury USA ai livelli più alti da metà giugno mentre gli investitori valutano cosa significhino dati economici forti per futuri aumenti dei tassi di interesse per la Federal Reserve.

Il rendimento del Tesoro USA a 10 anni è aumentato del 3,353%, il più alto dal 16 giugno, quando il rendimento era del 3,495%. Il rendimento è opposto al prezzo.

Il rendimento dei Treasury USA a 30 anni è stato del 3,484% e quello dei Treasury USA a 5 anni è stato del 3,334%, entrambi i livelli più alti da metà giugno.

Anche il rendimento a due anni è salito a un massimo giornaliero del 3,535%, ma è il rendimento delle banconote più alto da venerdì.

-Carmen Renick

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.