I leader europei concordano al vertice di Versailles per sostenere l’accesso dell’UE all’Ucraina, ma non in caso di emergenza

Venerdì i leader dell’UE hanno condannato la Russia per la sua “occupazione militare non provocata e ingiustificata”. Contro l’Ucraina E ha promesso di sostenere Kiev E i profughi che lasciano la guerra: Tuttavia, non hanno affrettato il paese sulla strada per entrare a far parte della comunità, come avevano chiesto. Presidente Volodesonoer ZelenskIo, RelaD.Suo Politica.

In una dichiarazione successiva Ulteriore Ore Discussioni ConferenzatuConsiglio europeo Versace, leader europei Ha osservato che “le aspirazioni e i desideri europei dell’Ucraina sono stati accettati” e la domanda di adesione è stata inviata alla Commissione europea “spesso” per la fase iniziale del processo.Sociale Lungo Con quello sarà Dichiarato paese candidato e desiderio Tu inizi Negoziati Unirsi.

“In previsione di ciò e senza indugio, rafforzeremo ulteriormente i nostri legami e approfondiremo la nostra partnership per sostenere la continuazione del percorso europeo dell’Ucraina. L’Ucraina appartiene alla nostra famiglia europea.“, Come mostrato in una dichiarazione rilasciata durante la notte.

Sebbene il rapporto esprimesse inequivocabilmente l’intenzione dell’UE di assistere l’Ucraina, compresa l’assistenza politica e finanziaria e la protezione temporanea per i rifugiati, non garantiva l’accesso richiesto da Zelenski, ha affermato Politico.

Molti paesi dell’UE, guidati dai Paesi Bassi, affermano che non c’è modo di rallentare il processo di adesione, anche nel caso dell’Ucraina, che è occupata dalla Russia.

“Penso che siamo tutti d’accordo sulla situazione molto difficile in cui si troverà l’Ucraina. Tutti sono scioccati”, ha detto il primo ministro olandese Mark Rutte, ma la valutazione della Commissione “ci vorrà tempo per prendere una decisione – mesi, forse anni”.

“Non esiste una procedura immediata per l’adesione all’UE”, ha affermato.

READ  Macrona o Le Penna? I francesi affrontano una scelta storica e due visioni del mondo

Non riteniamo necessario commentare tali invenzioni”.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che l’UE dovrebbe inviare un “segnale forte” di sostegno all’Ucraina, ma ha escluso la possibilità che il paese si unisca presto al campo dell’UE.

“Si può aprire oggi la procedura di accesso all’Ue con un Paese in guerra? Non ci credo. Ha chiuso la porta e ha detto all’Ucraina: ‘Mai?’ Non è giusto”, ha detto.

Tuttavia, i leader europei hanno promesso un diverso tipo di assistenza all’Ucraina. Charles Michel, presidente del Consiglio europeo, ha parlato della necessità di ulteriori 500 milioni di euro di aiuti attraverso l’UE, la struttura di pace europea utilizzata per fornire assistenza militare a Kiev.

Capi europei Hanno anche promesso di aiutare a ricostruire l’Ucraina dopo la guerra.

“Ci impegniamo a sostenere la ricostruzione della democrazia in Ucraina. Quindi Quale sarà la fine dell’attacco russo. Siamo determinati ad aumentare la pressione su Russia e Bielorussia. Abbiamo accettato ostacoli significativi e siamo pronti ad agire rapidamente con altri ostacoli“, Come mostrato nella dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.