I futures su azioni sono leggermente aumentati poiché i trader valutano i recenti commenti di Powell sull’inflazione

I futures sulle azioni statunitensi sono aumentati venerdì mattina dopo una sessione di negoziazione instabile poiché i trader hanno preso in considerazione i recenti commenti sull’inflazione del presidente della Federal Reserve Jerome Powell.

I futures Dow Jones Industrial Average sono aumentati di 138 punti, ovvero dello 0,43%. I futures S&P 500 e Nasdaq 100 sono aumentati rispettivamente dello 0,52 e dello 0,79%.

condivisioni DocuSign È aumentato di oltre il 17% nel commercio esteso dopo che la società di accordi elettronici ha riportato una vittoria di profitto. La società ha anche pubblicato una previsione dei ricavi del terzo trimestre che era al di sopra delle aspettative.

Il Dow Jones Industrial Average è balzato di 193 punti, o dello 0,61%, durante la sessione regolare di giovedì, chiudendo in rialzo dopo aver alternato guadagni e perdite per tutta la giornata. L’S&P 500 è salito dello 0,66% e il Nasdaq Composite dello 0,60%.

Questi guadagni mettono tutte e 3 le medie principali sulla rotta per le perdite per 3 settimane consecutive. Giovedì il Dow è salito dell’1,45%. Nel frattempo, l’S&P 500 è in rialzo del 2,09% e il Nasdaq Composite è in rialzo dell’1,99%.

Tuttavia, le azioni rimangono sotto pressione poiché le aspettative di un aumento del tasso di 0,75 punti percentuali questo mese sono cresciute a Wall Street, dopo che il presidente della Federal Reserve ha affermato ancora una volta di essere “fortemente impegnato” a ridurre l’inflazione.

“Penso che le persone stiano sottovalutando grossolanamente ciò che la Fed dovrebbe fare per combattere l’inflazione”, ha detto giovedì il CEO di Richard Bernstein, Richard Bernstein, a “Shutdown Bell: Overtime” della CNBC.

READ  Spotify arriva agli audiolibri: The Verge

“È incredibilmente ironico che gli investitori stiano persino pensando al pivot della Fed quando il tasso reale dei Fed Funds rimane allo stesso livello negativo di quello storico. Quindi la Fed non ha ancora combattuto l’inflazione in modo aggressivo. Non abbiamo un real positivo Money rate. È difficile dire che dovremmo diventare molto rialzisti in qualsiasi momento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.