Guerra russo-ucraina: ultime notizie e aggiornamenti in tempo reale

I funzionari di Wimbledon hanno confermato che intendono vietare ai giocatori russi e bielorussi di partecipare al torneo di quest’anno a causa dell’invasione russa dell’Ucraina e del sostegno della Bielorussia alla guerra.

Il divieto renderebbe Wimbledon il primo evento di tennis del Grande Slam a limitare la concorrenza degli atleti russi e bielorussi. Wimbledon ha confermato, in una dichiarazione mercoledì pomeriggio, che altri tornei di tennis che si terranno quest’anno nel Regno Unito prevedono di seguire lo stesso approccio.

“Dato il profilo dei tornei nel Regno Unito e in tutto il mondo, è nostra responsabilità svolgere la nostra parte negli ampi sforzi del governo, dell’industria, dello sport e delle istituzioni creative per ridurre l’influenza globale della Russia attraverso i mezzi più forti possibili”, si legge nella dichiarazione .

“Nelle condizioni di tale aggressione militare ingiustificata e senza precedenti, sarebbe inaccettabile per il regime russo trarre vantaggio dalla partecipazione di giocatori russi o bielorussi ai tornei”.

Wimbledon, uno dei quattro tornei del Grande Slam, dovrebbe iniziare a fine giugno. E il campionato, nel suo comunicato, ha lasciato la porta aperta alla possibilità di rivedere la propria posizione, rilevando che “se le condizioni dovessero cambiare materialmente da qui a giugno, valuteremo la questione e risponderemo di conseguenza”.

La decisione escluderà un certo numero di giocatori di alto livello. Quattro uomini russi sono classificati tra i primi 30 del tour ATP, incluso il secondo seme Daniil Medvedev, il campione del singolare maschile agli US Open, nonostante si stia riprendendo da un’operazione di ernia. La Russia ha cinque top 40 femminili nella classifica del WTA Tour, guidata dalla testa di serie delle prime 15 Anastasia Pavlyuchenkova. Aryna Sabalenka della Bielorussia è quarta e ha raggiunto le semifinali di Wimbledon l’anno scorso. La sua connazionale Victoria Azarenka, precedentemente classificata al numero 1, è arrivata al numero 18.

READ  L'India ha avuto mesi di caldo soffocante e questa settimana diventerà ancora più calda

Dopo lo scoppio della guerra a febbraio, gli organizzatori di tennis professionistici hanno rapidamente vietato ai russi e ai loro alleati bielorussi di partecipare a eventi di gruppo come la Coppa Davis e la Coppa Billie Jean, entrambe vinte dalle squadre russe nel 2021. Le sette discipline dello sport corpi Questo divieto è stato annunciato collettivamente Il 1 marzo.

Gli eventi del tour maschile e femminile a Mosca più avanti nella stagione sono stati cancellati, così come una serie di eventi di livello inferiore in Russia e Bielorussia. La Federazione internazionale di tennis ha anche annunciato la sospensione dell’appartenenza alla Federazione russa di tennis e alla Federazione bielorussa di tennis.

Tuttavia, ai giocatori russi e bielorussi è stato permesso di continuare a competere nei tour professionistici come individui, anche se senza alcuna identità nazionale. Non ci sono più bandiere o paesi elencati accanto ai loro nomi sui tabelloni segnapunti, nelle lotterie o nelle classifiche computerizzate pubblicate.

credito…Adrien Dennis/AFP – Getty Images

Ma ci sono state richieste di squalifica completa da diversi ex e attuali giocatori ucraini, tra cui la stella nascente Marta Kostyuk e l’ex giocatore Olga Savchuk, capitano La squadra ucraina della Billie Jean King Cupche ha gareggiato con gli Stati Uniti ad Asheville, nella Carolina del Nord, la scorsa settimana.

“Penso che sia solo una questione di tempo”, ha detto Savchuk in un’intervista. “Non sono io a prendere la decisione, ma penso che anche loro dovrebbe essere impedito di giocare individualmente. Non può essere solo una punizione contro il 90 per cento del popolo russo e il 10 per cento no”.

READ  Il grano indiano stava alleviando la crisi alimentare. Poi le esportazioni sono state vietate

Deve essere uguale, ha aggiunto Savchuk. “E penso che sia un senso di colpa collettivo.”

Ma mentre altri sport mondialecompreso l’atletica leggera e il pattinaggio artistico, ha bandito singoli atleti russi e bielorussi da alcune competizioni e il tennis professionistico ha adottato un approccio più conservativo.

Alexander Dolgopolov, ex stella del tennis ucraino che ora fa parte dell’esercito ucraino, ha espresso il suo sostegno alla decisione di Wimbledon. “Sì, i russi sono responsabili delle azioni del loro paese, del loro esercito e dei leader che scelgono da 20 anni”, ha detto Dolgopolov in un tweet su Twitter.

I funzionari dei tour maschili e femminili hanno sostenuto che i giocatori russi e bielorussi non dovrebbero essere incolpati dell’invasione o delle politiche del loro paese e hanno notato che diversi giocatori di alto profilo, tra cui la star russa Andrei Rublev, si sono classificati ottavi nel singolare maschile e Pavlyuchenkova aveva parlato contro la guerra.

credito…Matthew Stockman / Getty Images

“Sento fortemente che questi singoli atleti non dovrebbero essere quelli puniti da decisioni di leadership autoritaria che stanno chiaramente facendo cose terribili e denigratori”, ha affermato il presidente della WTA Steve Simon. In un’intervista con la BBC il mese scorso. “Ma se ciò accade, ed è ancora una volta parte della strategia generale per convincere la Russia e i cittadini russi a pagare per la decisione presa dal loro governo, non sarà qualcosa che sosteniamo”.

È probabile che Wimbledon, il più antico torneo del Grande Slam, sia lontano dal caso. L’Open di Francia, che inizierà il prossimo mese ed è il prossimo evento del Grande Slam in calendario, non ha indicato di voler bandire i giocatori in singolo. Né gli US Open, che si terranno a New York tra fine agosto e inizio settembre. Attualmente, eventi regolari del tour, come gli eventi di questa settimana a Barcellona, ​​​​in Spagna; Belgrado, Serbia; Istanbul. Stoccarda, Germania – Continuano ad affrontare russi e bielorussi nel loro sorteggio.

READ  Il premier israeliano incontra Putin per discutere dell'Ucraina

Ma Wimbledon, che inizierà il 27 giugno a Londra, ha subito forti pressioni da parte del governo britannico, guidato dal primo ministro Boris Johnson, affinché prenda una posizione più forte. Nigel Huddleston, ministro dello sport britannico, ha dichiarato il mese scorso in un’audizione parlamentare che ai giocatori russi piace Medvedev Potrebbe essere necessario fornire “conferme” Non supportano il presidente Vladimir Putin per giocare a Wimbledon.

Ma il torneo, probabilmente ancora il più famoso di questo sport, a quanto pare ha deciso di non chiedere ai giocatori di denunciare i propri governi per paura che ciò mettesse loro o le loro famiglie in una posizione precaria. Il divieto, sebbene non faccia parte del pensiero iniziale dei funzionari di Wimbledon, impedirebbe ai giocatori di fare una scelta del genere.

Wimbledon non ha bandito singoli atleti da alcuni paesi Dall’indomani della seconda guerra mondiale Quando i giocatori provenienti da Germania, Giappone e altri paesi non potevano partecipare al torneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.