Gli Stati Uniti impongono sanzioni a una società che costruisce il gasdotto Nord Stream 2 in Russia

WASHINGTON (Reuters) – Gli Stati Uniti mercoledì hanno imposto sanzioni alla compagnia dietro il gasdotto russo Nord Stream 2 e ampliato le sanzioni contro Mosca dopo aver riconosciuto due regioni separatiste nell’Ucraina orientale.

Le sanzioni contro Nord Stream 2 AG e il suo CEO Matthias Warnig stanno aumentando la pressione sul progetto Mar Baltico, che è progettato per raddoppiare la capacità di flusso di gas dalla Russia alla Germania.

Il progetto energetico più divisivo d’Europa, Nord Stream 2, deve ancora iniziare le operazioni in attesa della certificazione da parte della Germania e dell’Unione Europea.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Martedì la Germania ha interrotto l’oleodotto da 11 miliardi di dollari, citando le azioni della Russia nei confronti dell’Ucraina. Gli Stati Uniti e l’Unione Europea temono che il gasdotto aumenterà la dipendenza dell’Europa dalle forniture energetiche russe e impedirà le tasse di transito verso l’Ucraina, che ospita un altro gasdotto russo.

In una dichiarazione di mercoledì, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che la sua amministrazione stava coordinando da vicino l’azione di Nord Stream 2 con la Germania, aggiungendo: “Oggi ho ordinato alla mia amministrazione di imporre sanzioni a Nord Stream 2 AG e ai dipendenti aziendali”.

“Questi passaggi sono un’altra parte della tranche iniziale di sanzioni in risposta alle azioni della Russia in Ucraina. Come ho chiarito, non esiteremo a prendere ulteriori misure se la Russia continua a intensificare”, ha aggiunto Biden.

Il Tesoro degli Stati Uniti ha rilasciato una licenza generale che autorizza la “terminazione” delle transazioni con Nord Stream 2 AG fino al 2 marzo.

READ  La Cina espande le esercitazioni militari, intensifica le minacce contro Taiwan

Le sanzioni non hanno colpito Gerhard Schroeder, ex cancelliere tedesco e amico intimo del presidente russo Vladimir Putin, che dal 2005 presiede il comitato degli azionisti di Nord Stream.

Nord Stream 2 AG è una società registrata in Svizzera e la sua società madre è il colosso statale russo del gas Gazprom. Gazprom possiede l’intero gasdotto ma ha pagato la metà dei costi, il resto è stato condiviso dalla Shell austriaca OMV (OMVV.VI)Inge francese e Uniper tedesca (UN01.DE) e Wintershall DEA [RIC:RIC:WINT.UL].

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Jeff Mason, Kanishka Singh e Daphne Psalidakis); Montaggio di Doina Chiako, Chizuo Nomiyama e Howard Guller

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.