Gary Mueller, assistente capo allenatore di lunga data del Michigan, è morto

Lima, OhioGary MüllerLunedì mattina (11 luglio), assistente e capo allenatore del programma di football dell’Università del Michigan è morto. Mueller, 81 anni, ha trascorso 23 anni associato al programma di football del Michigan. È stato uno degli 11 allenatori nella storia della scuola a lavorare con il programma per più di 20 anni e una di quelle 11 persone che hanno servito come capo allenatore per i Wolverines (1990-1994).

Mueller ha portato i Wolverines a quattro vittorie nel Bowl e un totale di 44-13-3 nei suoi cinque anni come capo allenatore, inclusa una vittoria su Washington nel Rose Bowl del 1993. Mueller ha guidato le squadre a tre campionati principali, cinque apparizioni in bowl (1991 Gator, 1992 e 1993 Rose, 1994 Hall of Fame e 1994 Holiday) e cinque finali consecutive tra i primi 20 delle elezioni nazionali finali.

Wolverines Moeller ha stabilito un record vincendo 19 partite consecutive di conference dal 1990 al 1992. Vincendo il Big Ten nella sua prima stagione come capo allenatore, si è unito a Fielding Yost, Bennie Oosterbaan e Bo Schembechler come gli unici allenatori nella storia della scuola a raggiungere questo obiettivo lavoro.

Dopo essersi diplomato all’Ohio State nel 1963, Mueller ha iniziato la sua carriera di allenatore alla Bellefontein High School in Ohio. È entrato a far parte dello staff di Schembechler a Miami (Ohio) nelle stagioni 1967 e 1968 e si è trasferito in Michigan con Bo nel 1969. Muller ha servito come allenatore difensivo fino a quando non è stato promosso coordinatore difensivo nel 1973. Le sue unità difensive hanno guidato la nazione nel punteggio delle difese nel 1974 e nel 1976.

Nel 1977, Mueller ha assunto la carica di capo allenatore presso l’Università dell’Illinois, posizione che ha ricoperto per tre anni prima di tornare ad Ann Arbor nel 1980 come quarterback allenatore dei Wolverines. Mueller ha ripreso le sue funzioni come coordinatore difensivo dal 1982 al 1988. Poiché le sue unità hanno fatto due volte a metà degli anni ’70, la squadra del 1985 ha guidato la nazione nel punteggio difensivo. Prima di essere nominato capo allenatore del Michigan nel 1990, Mueller è stato coordinatore offensivo della squadra per tre stagioni (1987-89).

READ  Oleksandr Usyk: campione dei pesi massimi parlando esclusivamente alla CNN dopo essersi unito al battaglione di difesa ucraino

Mueller lascia sua moglie Anne, le sue tre figlie, Susan, Amy e Molly, e suo figlio Andy, un ex quarterback e capitano dei Wolverines.

La famiglia sarà in visita venerdì 15 luglio dalle 14:00 alle 20:00 presso la casa funeraria Chiles-Laman a Lima, Ohio (1170 Shawnee Rd.). Sabato 16 luglio si terranno i funerali privati ​​della famiglia.

Di seguito le dichiarazioni dei funzionari del dipartimento sportivo:

Il mondo del calcio ha perso un grande uomo in Gary Mueller. L’allenatore Muller si prendeva cura dei suoi giocatori e delle sue squadre ed era dedicato all’Università del Michigan. Ha dato tanto al gioco del calcio, eccellendo come coordinatore offensivo e difensivo e come capo allenatore nei ranghi del college e della NFL.

Abbiamo perso un meraviglioso padre di famiglia. I miei pensieri e le mie preghiere vanno a sua moglie Ann, così come alle loro figlie Susan, Amy e Molly, e al mio ex compagno di classe e compagno di classe, il capitano Andy.

Riposa in pace, coach Mo, e diventa blu!

Jim Harbaugh, l’allenatore di calcio J. Ira del Michigan e Nikki Harris, capo della famiglia del calcio

Gary Mueller era un meraviglioso padre di famiglia, un amico meraviglioso, un allenatore meraviglioso e un uomo di integrità e carattere. Mi piaceva, lo rispettavo e lo amavo.

Lloyd Carr, allenatore di calcio del Michigan in pensione

Ho avuto la fortuna di lavorare con Coach Mo sia a Miami (Ohio) che nel Michigan. Gary Mueller era un allenatore che si prendeva cura di tutti coloro che hanno lavorato con lui e di tutti i giocatori che hanno giocato con lui e hanno rappresentato il nostro programma. Era un uomo di buon cuore che prendeva decisioni e cercava input dal suo staff per assicurarsi che le decisioni fossero giuste per il Michigan. Ci mancherà Gary Mueller ma non lo dimenticheremo. Era un uomo meraviglioso del Michigan e un caro amico della mia famiglia.

– John Falk, manager dell’attrezzatura calcistica in pensione dello Stato del Michigan

Molto triste per la scomparsa di Gary Mueller.

READ  Regalo Coach K per i giocatori di Duke dopo una sconfitta: il loro sollievo dal dolore

Secondo me, è stato uno dei giganti della recente storia del football del Michigan. Come capo allenatore, ha vinto Big Ten Championships, Rose Bowls e innumerevoli big games contro Notre Dame, MSU e Ohio State.

In qualità di assistente, è stato determinante nello sviluppo di piani di gioco e strategie “out of the box” che hanno dato al Michigan un vantaggio sui suoi avversari. A volte, anche quando Mueller era in inferiorità numerica rispetto allo staff, trovava un modo come coordinatore per preparare i suoi compagni a giocare il gioco della loro vita.

Come coordinatore difensivo, ha sviluppato una difesa nello Sugar Bowl contro Auburn che ha tenuto Bo Jackson, Lionel James e Tommy Agee, tre futuri giocatori della NFL, fuori dalla end zone. Auburn, l’eventuale campione, ha segnato solo tre field goal contro la difesa del Michigan e Mueller. La migliore prestazione difensiva in una singola partita che abbia mai visto da una squadra del Michigan.

Come coordinatore offensivo, ha ideato un attacco non collettivo per il Michigan ed è stato determinante nel portare Desmond Howard nelle posizioni per avere un anno fantastico e vincere la Heisman Cup. Era un allenatore di calcio incredibile.

E, soprattutto, era molto apprezzato e rispettato dai suoi giocatori. A livello professionale e di squadra, Mo era un allenatore di giocatori. Si è preso cura di questi giocatori dopo che avevano finito di giocare. Amo guidare mo! Sebbene fosse un genio di X e O, ha sempre ritenuto che l’aspetto più importante del carattere di un giocatore fosse lo sviluppo dei suoi tratti di leadership. Non ha smesso di allenare il comportamento e il carattere. Amava i giocatori che mostravano doti di leadership e credeva che fossero il cuore e l’anima di ogni squadra che allenava.

READ  2022 NCAA Baseball Arch: risultati del campionato mondiale maschile di college, programma

Ha anche lottato con brutte pause e scarso tempismo nella sua carriera. Ma non hai mai sentito Gary Mueller lamentarsi o trovare scuse. È stato un atto di classe. Ha detto che era un brav’uomo.

Mi sento così umiliato quando le persone si riferiscono a me come “l’uomo del Michigan”. Secondo me, Gary Mueller era un buon “uomo del Michigan” come troverai. Nel football del Michigan abbiamo perso un gigante. Gary Mueller, laureato nello stato dell’Ohio, è in prima fila tra i grandi del football del Michigan. Purtroppo ha sofferto più difficoltà di quelle che meritava, eppure le ha superate con la sua forza e il suo carattere intatti.

Prego per sua moglie Ann e la sua famiglia. Era un padre meraviglioso. Era un grande amico. Amavo l’uomo. Non sono il solo. Mi mancherà. Riposa in pace Mo.

— Jim Brandstatter, analista radiotelevisivo in pensione nel Michigan; Ex giocatore del Michigan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.