Fiona sbatte Turks e Caicos, Porto Rico deve affrontare una grande pulizia

Caye, Porto Rico (AFP) – L’uragano Fiona ha colpito le Isole Turks e Caicos martedì come una tempesta di categoria 3 dopo aver devastato Porto Rico, con la maggior parte delle persone rimaste senza elettricità o acqua corrente e i soccorritori hanno utilizzato attrezzature pesanti per portare in salvo i sopravvissuti.

L’occhio del ciclone è passato vicino all’isola di Grand Turk, la capitale del minuscolo territorio britannico, martedì mattina dopo che il governo ha imposto il coprifuoco e ha esortato le persone a fuggire dalle aree soggette a inondazioni. Le tempeste possono aumentare il livello dell’acqua fino a 5-8 piedi sopra il normale, secondo il National Hurricane Center degli Stati Uniti.

Nel tardo pomeriggio di martedì, la tempesta è stata centrata a 75 miglia (120 chilometri) a nord dell’isola di North Caicos, con venti di uragano che si estendevano fino a 30 miglia (45 chilometri) dal centro.

Il primo ministro Washington Messick ha esortato le persone a evacuare. “Le tempeste sono imprevedibili”, ha detto in una dichiarazione da Londra, dove ha partecipato al funerale della regina Elisabetta II. “Quindi dovresti prendere ogni precauzione per garantire la tua sicurezza.”

Fiona ha avuto venti massimi sostenuti di 125 mph (205 km/h) e si stava muovendo da nord-nordovest a 8 mph (13 km/h), secondo l’Hurricane Center, secondo il quale è probabile che la tempesta si intensifichi in un uragano di categoria 4 mentre si avvicina alle Bermuda . Venerdì.

Martedì la pioggia è caduta ancora su alcune parti di Porto Rico, con l’eco di persone che spazzano, spazzano e spruzzano le loro case e strade attraverso le aree rurali mentre le storiche acque alluvionali hanno iniziato a ritirarsi.

Nella città di montagna centrale di Kayi, dove il fiume Platone ha straripato le sue sponde e ha consumato torrenti d’acqua marrone da automobili e case, armadi, letti e grandi frigoriferi hanno disseminato i cortili delle persone martedì.

“Porto Rico non è pronto per questo, o altro”, ha detto Mariang Hernandez, una casalinga di 48 anni, che ha affermato di dubitare che il governo avrebbe aiutato la sua comunità di circa 300 persone a lungo termine, nonostante i continui sforzi per sgombrare le strade e ripristinare l’energia. “Questo è solo per pochi giorni e poi si sono dimenticati di noi”.

READ  Talebani mettono in guardia contro l'uccisione di civili con missili pakistani | Notizia

Lei e suo marito erano bloccati in fila in attesa che la Guardia Nazionale ripulisse la frana nel loro quartiere montuoso.

miniatura del video di YouTube

“E’ aperto? E’ aperto?” ha chiesto un guidatore preoccupato che la strada potesse essere completamente chiusa.

Altri conducenti hanno chiesto alla Guardia Nazionale se potevano passare dalle loro case per aiutare a tagliare alberi o rimuovere grumi di fango e detriti.

Lo sforzo di bonifica è avvenuto nel quinto anniversario dell’uragano Maria, che ha colpito come una tempesta di categoria 4 nel 2017 e ha causato un’interruzione di corrente per un anno in alcune parti di Caye.

Janet Soto, una manicure di 34 anni, temeva che la troupe avrebbe impiegato troppo tempo per ripristinare l’alimentazione perché una frana ha spazzato via il sito di illuminazione principale del quartiere.

“E’ la prima volta che succede”, ha detto a proposito delle frane. “Non pensavamo che la quantità di pioggia sarebbe stata così grande”.

Il governatore Pedro Pierluisi ha chiesto martedì una dichiarazione di grave disastro e ha affermato che ci sarebbe voluta almeno una settimana prima che le autorità avessero una stima dei danni causati da Fiona.

Ha detto che i danni causati dalle piogge sono stati “catastrofici”, in particolare nelle regioni centrali, meridionali e sudorientali dell’isola.

“L’impatto dell’uragano è stato devastante per molte persone”, ha detto.

Il capo dell’Agenzia federale per la gestione delle emergenze si è recato a Porto Rico martedì quando l’agenzia ha annunciato che avrebbe inviato centinaia di personale aggiuntivo per rafforzare gli sforzi di risposta locale.

Nel frattempo, il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti ha dichiarato un’emergenza sanitaria pubblica sull’isola e ha schierato due squadre sul suolo statunitense.

L’ondata di tempesta ha continuato a portare forti piogge nella Repubblica Dominicana e a Porto Rico, dove un uomo di 58 anni è stato ucciso dopo che la polizia ha detto di essere stato travolto da un fiume nella città di montagna centrale di Comerio.

READ  Biden ha detto di aver sollevato la questione dell'omicidio di Jamal Khashoggi al principe ereditario saudita durante un incontro durato ore

I funzionari hanno affermato che un altro decesso è stato collegato a un’interruzione di corrente: un uomo di 70 anni è stato bruciato a morte dopo aver tentato di riempire il suo generatore di benzina mentre era in funzione.

Parti dell’isola hanno visto più di 25 pollici (64 centimetri) di pioggia e più sono caduti martedì.

Generale di Brigata della Guardia Nazionale. Il generale Narciso Cruz ha descritto le inondazioni come storiche.

“C’erano comunità che sono state sommerse dalla tempesta e Maria non è stata inondata”, ha detto, riferendosi all’uragano del 2017 che ha ucciso quasi 3.000 persone. “Non ho mai visto niente di simile prima.”

Cruz ha detto che 670 persone sono state salvate a Porto Rico, di cui 19 in una casa di cura a Caye che rischiava di crollare.

“I fiumi hanno rotto le loro sponde e hanno coperto le loro comunità”, ha detto.

Alcune persone sono state salvate in kayak e in barca mentre altre si sono sistemate in un’enorme pala dell’escavatore e sono state sollevate su un terreno più elevato.

Si è rammaricato del fatto che alcune persone inizialmente si fossero rifiutate di lasciare le loro case, aggiungendo che ne capiva il motivo.

“È la natura umana”, ha detto. “Ma quando hanno visto le loro vite in pericolo, hanno accettato di andarsene”.

Il colpo di Fiona è stato ancora più devastante perché Porto Rico non si era ancora ripreso dall’uragano Mariache ha distrutto la rete elettrica nel 2017. Cinque anni dopo, più di 3.000 case sull’isola sono ancora coperte da un telo blu.

Il leader della maggioranza al Senato degli Stati Uniti Chuck Schumer ha dichiarato martedì che pagherà il governo federale per coprire il 100% dei costi di risposta al disastro – invece del solito 75% – come parte di una dichiarazione di emergenza.

“Dobbiamo assicurarci che questa volta Porto Rico abbia assolutamente tutto ciò di cui ha bisogno, al più presto, per tutto il tempo necessario”, ha detto.

READ  L'Ucraina afferma che gli incendi boschivi vicino alla centrale nucleare di Chernobyl controllata dalla Russia stanno aumentando i timori per le radiazioni

Martedì, le autorità hanno affermato che almeno 1.220 persone e più di 70 animali domestici sono rimasti nei rifugi. in tutta l’isola.

Fiona ha causato un’interruzione di corrente quando ha colpito l’angolo sud-ovest di Porto Rico domenica, in memoria dell’uragano Hugo, che ha colpito l’isola nel 1989 come tempesta di categoria 3.

Entro martedì mattina, le autorità hanno dichiarato di aver ripristinato l’elettricità a quasi 300.000 degli 1,47 milioni di clienti dell’isola. Il governatore di Porto Rico ha avvertito che potrebbero volerci giorni prima che tutti abbiano elettricità.

A più di 760.000 consumatori – due terzi del totale dell’isola – è stato interrotto il servizio idrico a causa dell’acqua torbida nelle stazioni di filtraggio o della mancanza di elettricità, hanno affermato i funzionari.

Fiona avrebbe dovuto indebolirsi prima di colpire il Canada più orientale durante il fine settimana. Non si prevedeva che minacciasse gli Stati Uniti continentali.

Nella Repubblica Dominicana, le autorità hanno riportato due morti: un uomo di 68 anni che è stato colpito da un albero caduto e una ragazza di 18 anni che è stata colpita da un palo elettrico mentre era in sella a una moto. La tempesta ha costretto più di 1.550 persone a cercare sicurezza nei rifugi governativi e ha lasciato più di 406.500 case senza elettricità.

L’uragano ha causato la chiusura di diverse autostrade e un molo turistico a Michis Township è stato gravemente danneggiato dalle onde. I funzionari hanno detto che almeno quattro aeroporti internazionali sono stati chiusi.

Il presidente dominicano Luis Abenader ha affermato che le autorità avranno bisogno di diversi giorni per valutare gli effetti della tempesta.

Fiona ha già colpito i Caraibi orientali, uccidendo un uomo nella provincia francese della Guadalupa quando la sua casa è stata spazzata via dalle inondazioni, hanno detto i funzionari.

___

I giornalisti dell’Associated Press Martin Adams hanno contribuito a Santo Domingo, Repubblica Dominicana, e Maricarmen Rivera Sanchez a San Juan, Porto Rico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.