Esercito russo, con scarsa retribuzione, morale e problemi di disciplina. Volodymyr Zelensky annuncia vittorie sul fronte Kherson

Le truppe russe in Ucraina continuano ad affrontare problemi di morale e disciplina. Oltre a combattere la fatica e le pesanti perdite subite finora, una delle maggiori lamentele tra i soldati russi è che sono sottopagati, ha affermato il ministero della Difesa britannico in un briefing domenica, il 193° giorno. Guerra in Ucraina. Uno dei motivi per cui i soldati russi non beneficiano dei bonus assegnati ai soldati che partecipano al combattimento è lo status altamente legale delle “operazioni speciali”, poiché i funzionari russi non riconoscono ufficialmente che l’esercito russo è in una “guerra”.

Guarda dal vivo il testo di Digi24.ro che copre gli eventi in Ucraina Qui.

Le tue impostazioni sui cookie potrebbero non consentire la visualizzazione del contenuto di questa sezione. Puoi aggiornare le impostazioni di blocco dei cookie direttamente dal tuo browser o da Qui – Devi accettare i cookie dei social media

Volodymyr Zelensky: Le bandiere del paese ricominciano a sventolare dove dovrebbero essere

Aggiornamento 23:59 Volodymyr Zelensky SAltri successi dell’esercito ucraino sul fronte di Kherson. Domenica sera ha incontrato i funzionari del Consiglio di sicurezza del Paese.

“In guerra, non c’è fine settimana. Siamo in contatto permanente con la prima linea. Non ti dirò i dettagli, ma le bandiere ucraine stanno tornando al loro posto legittimo. Non c’è posto per gli invasori sulla nostra terra”, ha detto Volodymyr Zelensky. Sito web della Presidenza ucraina.

Rinforzi in Oriente: I primi soldati del reggimento tedesco arrivano in Lituania.

Aggiornamento 23:30 I primi soldati di una nuova brigata tedesca sono arrivati ​​​​in Lituania domenica, in linea con la promessa della NATO di rafforzare il suo fianco orientale sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina, riferisce Afp catturato da Agerpres.

L’unità di comando del reggimento, composta da un centinaio di soldati ed equipaggiamento militare, è arrivata a Klaipeda in barca da Kiel (Germania).

Circa 1.500 soldati tedeschi sono attualmente di stanza in Lituania come parte del Multinational Battle Group della NATO, creato nel 2017.

Dopo il vertice della NATO di quest’anno a Madrid, la Germania, che ha confermato il comando del gruppo, si è impegnata a intensificare i suoi sforzi.

Al vertice della NATO, i leader partecipanti si sono impegnati a dispiegare ulteriori forze forti e pronte al combattimento nell’est, espandendosi se necessario dai gruppi tattici esistenti alle unità a livello di brigata.

READ  Joe Biden ha annunciato misure globali per frenare l'aumento dei prezzi del carburante

Un reggimento ha circa 4.000 soldati.

L’unità di comando del reggimento rimarrà permanentemente in Lituania, mentre le unità combattenti faranno rapporto per le esercitazioni. Le prime esercitazioni a livello di battaglione potrebbero aver luogo in ottobre, ha detto un alto funzionario militare tedesco all’AFP.

La Lituania ha un battaglione statunitense a rotazione, che è stato rafforzato dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio, così come aerei da combattimento ungheresi e cechi che partecipano alle pattuglie aeree.

Nel 2017, quattro gruppi tattici multinazionali delle dimensioni di un battaglione guidati da Germania, Regno Unito, Canada e Stati Uniti sono stati schierati in Lituania, Estonia, Lettonia e Polonia.

Dopo l’invasione dell’Ucraina, gli Stati membri della NATO hanno deciso di istituire quattro nuovi gruppi di battaglia tattici in Bulgaria, Ungheria, Romania e Slovacchia.

Washington non ha più un ambasciatore in Russia

Aggiornamento 23:00 L’ambasciatore John Sullivan, che ha rappresentato gli Stati Uniti in Russia quando Vladimir Putin ha invaso l’Ucraina e riportato la guerra nel continente europeo, ha lasciato Mosca, ponendo fine al suo mandato, ha affermato domenica l’ambasciata degli Stati Uniti in una dichiarazione.

“The Washington Post” ha osservato che la partenza di John Sullivan, un diplomatico di grande esperienza, è stata improvvisa e non c’era alcuna indicazione che il suo ritiro fosse imminente.

Sabato, John Sullivan ha partecipato al funerale a Mosca di Mikhail Gorbaciov, l’ultimo leader dell’Unione Sovietica, che ha definito “un politico che ha cambiato il mondo attraverso la pacifica convivenza e la trasformazione del suo paese e di altri paesi”. mondo”.

John Sullivan è stato nominato ambasciatore degli Stati Uniti in Russia dall’ex presidente Donald Trump nel dicembre 2019, ma il presidente Joe Biden gli ha chiesto di rimanere.

“John Sullivan è stato nominato alla carica nel dicembre 2019 e ha servito come ambasciatore per quasi tre anni. Con la sua partenza, si ritirerà da quattro decenni di servizio pubblico e incarichi sotto cinque presidenti degli Stati Uniti, incluso quello di vice segretario di Stato e posizioni di alto livello in i dipartimenti di giustizia, difesa e commercio”, a Mosca. Ambasciata degli Stati Uniti a detto in una dichiarazione.

READ  Video Soldati ucraini in tournée in uno stato abbandonato dai russi: si chiamava "Moskva", ora Moskva ucraina

Leggi il seguito Qui.

L’esercito russo ha finora lanciato 3.500 missili “intelligenti” e da crociera contro l’Ucraina.

Aggiornamento 15:06 La Russia ha finora lanciato 3.500 missili “intelligenti” o da crociera contro l’Ucraina, secondo il ministero della Difesa di Kiev.

Numerose esplosioni causate dalle esplosioni negli ultimi 6 mesi stanno già causando inquinamento ambientale e avranno impatti a lungo termine sul clima della regione.

“Le esplosioni di razzi causano emissioni di inquinanti nell’atmosfera, nel suolo e nell’acqua e portano alla scomparsa della flora e della fauna nelle aree colpite”, ha affermato il funzionario ucraino.

Inoltre, secondo la fonte citata, vengono estratti circa 200.000 chilometri quadrati del territorio dell’Ucraina. Negli ultimi sei mesi, i pirotecnici ucraini hanno neutralizzato più di 186.000 diversi tipi di esplosivi e più di 2.000 ordigni inesplosi.

Olena Zelenska Inflazione e crisi energetica per la BBC: gli inglesi possono contare i loro resti, ma noi contiamo i nostri morti

Aggiornamento 12:55 L’impatto economico della guerra in Ucraina è difficile da sopportare per gli alleati del paese, ma se gli inglesi sono in grado di contare il denaro lasciato dopo aver pagato enormi fatture, gli ucraini sono nella posizione peggiore di dover contare i morti. Lo dicono tutti, ha detto domenica la first lady ucraina Olena Zelenska in un’intervista alla BBC.

Olena Zelenska ha affermato che se il sostegno all’Ucraina rimarrà forte, la crisi sarà breve. In un’intervista registrata a Kiev, ha anche affermato che è importante sottolineare il costo umano della guerra.

Alla moglie di Volodymyr Zelensky è stato chiesto quali notizie avesse per i britannici che affrontano bollette energetiche, parte dell’impatto che l’invasione russa dell’Ucraina e la sanguinosa guerra di Putin hanno avuto sui prezzi del gas e del petrolio.

“Capisco che la situazione è molto difficile. Ma ricordiamoci dell’epidemia di Covid, è ancora con noi – tutti abbiamo aumentato i prezzi, l’Ucraina ha sofferto. Ora i prezzi stanno aumentando in Ucraina, ma oltre a questo, i nostri ragazzi vengono uccisi. Quindi ora tu avere soldi nel tuo conto in banca o in tasca “Tu conti i soldi rimasti, noi contiamo i morti”, ha detto.

Soldati russi che combattono in Ucraina, mal pagati e senza bonus

Secondo il Ministero della Difesa britannico, all’interno dell’esercito russo, i soldati ricevono un normale stipendio base, che è integrato da vari bonus e vantaggi.

READ  Il governo di riforma di Grill Petkov estromesso dalla mozione di censura contro l'ex primo ministro Borisov, bersaglio della campagna anticorruzione

Molti militari russi in Ucraina hanno avuto grossi problemi con gli enormi bonus offerti per la loro partecipazione alla guerra.

Inoltre, ai soldati che prendono parte alle battaglie vengono concessi alcuni bonus molto grandi, che molti soldati in Ucraina non ricevono ora.

Le tue impostazioni sui cookie potrebbero non consentire la visualizzazione del contenuto di questa sezione. Le impostazioni del modulo cookie possono essere aggiornate direttamente dal tuo browser o da Qui – Devi accettare i cookie dei social media

Tali problemi derivano non solo dall’inefficiente burocrazia militare, ma anche dalle complicazioni legali che implica la cosiddetta “operazione speciale”, il rifiuto di Mosca di riconoscere che i suoi militari sono impegnati in una “guerra”.

Zelensky: La Russia sta preparando un “colpo decisivo” contro i Paesi europei del settore energetico

Inoltre, altri motivi includono la corruzione nel corpo degli ufficiali e l’incapacità dell’esercito russo di dotare i propri soldati di attrezzature e uniformi adeguate o di fornire loro cibo e indennità adeguati.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato la Russia di condurre una guerra energetica contro l’Europa e ha parlato della necessità di una maggiore unità tra le nazioni europee. I commenti del presidente ucraino sono arrivati ​​dopo che la Russia ha annunciato che avrebbe chiuso il gasdotto Nord Stream a tempo indeterminato, un apparente tentativo di esercitare pressioni sull’UE prima dell’arrivo dell’inverno.

“In questi giorni, la Russia sta cercando di aumentare ancora di più la pressione energetica sull’Europa. Il pompaggio di gas tramite Nord Stream si è completamente interrotto”, ha detto Volodymyr Zelensky nel suo videomessaggio quotidiano. “La Russia vuole distruggere la vita normale di ogni europeo in tutti i paesi del nostro continente”. Ha detto che l’obiettivo era quello di indebolire e intimidire i paesi europei. Oltre ai carri armati e ai missili, la Russia usa anche l’energia come arma. Quest’inverno la Russia sta preparando un “colpo decisivo” nel settore energetico. Più unità aiuterà solo a combattere il piano, ha detto Zelensky.

Editore: M.L

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.