Ecco perché i tuoi gadget stanno morendo così in fretta.

(Daniel Diosdado per il Washington Post).

La nostra analisi di 14 dispositivi di consumo popolari ha rilevato che la maggior parte di essi può essere fuori uso entro 3 o 4 anni a causa di batterie insostituibili. Ecco come stiamo convincendo l’industria tecnologica a progettare prodotti che durano più a lungo e danneggiano meno l’ambiente.

Sospensione

Se hai un paio di Apple AirPods, moriranno, molto probabilmente prima piuttosto che dopo.

con batteria Durò poco più di due anni. E quando non reggeva più la carica, l’ho dovuto buttare via e comprare dei nuovi AirPod, perché la batteria era scarica attaccalo dentro.

È così che funziona la tecnologia? No, è così che le aziende tecnologiche guadagnano di più da te.

Noi utenti desideriamo componenti elettronici facili da usare, belli e che durino anche a lungo. Quindi nella mia ricerca di Modi per far funzionare meglio la tecnologia per noiHo cercato di capire quando 14 dei miei dispositivi sarebbero morti. Ho scoperto che la maggior parte di loro può svanire entro tre o quattro anni. La metà è progettata per essere scartata. Puoi vedere Tutti i dettagli Nel mio cimitero degli attrezzi.

Dover continuare ad acquistare aggiornamenti e sostituzioni è fastidioso e dannoso per i nostri budget. Peggio ancora, è un contributo nascosto alla nostra crisi ambientale. Ma ho alcune idee su come cambiarlo costringendo l’industria tecnologica a ripulirsi.

Ecco un piccolo sporco segreto sull’industria tecnologica: “Quasi tutti i dispositivi oggigiorno hanno una batteria che sta per esaurirsi ed è un orologio della morte integrato”, afferma Kyle Wiens, CEO della comunità di riparazione. iFixit. Oggi ci sono batterie in tutto, da uno spazzolino da denti a un aspirapolvere. Sono prodotti di consumo, come inchiostro per stampanti o pneumatici.

Ma acquistare attrezzi con batterie sigillate all’interno è un po’ come comprare un’auto dove non puoi cambiare le gomme. Semplicemente non ci rendiamo conto che lo stiamo facendo, o come stia contribuendo alla nostra crisi climatica e alla sostenibilità.

I dispositivi non consumano tanta energia quanto gli aeroplani e le automobili, ma il danno che provocano deriva dalla loro fabbricazione e smaltimento. La realizzazione di nuovi dispositivi richiede l’estrazione di materie prime come Cobalto, spesso a grande costo umano. Lo smaltimento dei vecchi elettrodomestici è costoso e alimenta Un’ondata di pericolosi incendi di batterie in camion e centri di riciclaggio.

E il Secondo AppleDi tutte le emissioni di carbonio che i loro prodotti aggiungono alla Terra nel corso della loro vita, solo il 70 percento proviene dalla produzione. Ciò significa che ogni volta che acquisti un nuovo dispositivo come un laptop, aggiungi centinaia di libbre di carbonio al cielo prima ancora di accenderlo.

Noi utenti desideriamo componenti elettronici facili da usare, belli e che durino anche a lungo.

Ma anche se si desidera acquistare dispositivi di lunga durata, spesso è impossibile sapere quando un prodotto si esaurirà. Naturalmente, i dispositivi si guastano per molte ragioni, ma le batterie scariche sono l’orologio della morte integrato in essi.

READ  Cosa ha Warner Bros. Discovery In aggregato canali e marchi

Ecco perché ho passato sei settimane a spingere alcune delle più grandi aziende del mondo a trovare questi fatti di base su alcuni dei nostri strumenti preferiti:

  • Innanzitutto, quante ricariche – o “cicli” – può richiedere una batteria del prodotto fino a quando la sua capacità non scende all’80 percento? “Poi, vengono definiti morti”, perché la capacità inizia a diminuire drasticamente, spiega Basso FlipsinProfessore di ingegneria del design industriale presso la Delft University of Technology.
  • In secondo luogo, quando arriverà quel giorno inevitabile, cosa può fare il consumatore per sostituire la batteria?

Quasi la metà delle aziende che ho contattato, tra cui Sony, Dyson, Logitech, Fitbit di proprietà di Google, Amazon, Therabody e JBL di proprietà di Samsung, ha rifiutato di rispondere o ha ignorato le mie domande specifiche.

Niente di tutto questo dovrebbe essere un segreto.

Qualsiasi gadget portatile con una batteria alla fine smetterà di funzionare. L’editorialista Jeffrey A. Fowler afferma che i produttori di hardware devono essere in cima ai clienti. (Video: Jonathan Baran/The Washington Post)

Si tratta di una “obsolescenza programmata”?

Come siamo finiti con i gadget usa e getta? Torniamo indietro di 20 anni all’iPod.

L’Apple Pocket Music Player ha scosso il mondo mettendoci in tasca mille brani. Ma era realizzato in modo diverso dagli altri dispositivi portatili dell’epoca: aveva una batteria ricaricabile ed era sigillato all’interno.

Meno di 18 mesi dopo, i proprietari hanno iniziato a notare che i loro iPod non erano più in grado di gestire molta carica e la seccatura della sostituzione della batteria ha impedito alla maggior parte delle persone di provarci. Gli iPod erano così desiderabili che molti di noi ne acquistarono uno nuovo. Ho ancora una persona morta nel cassetto.

Ha ispirato una delle grandi imprese dell’attività dei gadget di guerriglia: Casey Neistat, ora un popolare utente di YouTube, era così frustrato dalle batterie scariche dell’iPod, Video di se stesso che disegna una carta di avvertimento Sui cartelloni pubblicitari di Apple ovunque nell’ora della morte dell’iPod.

Tuttavia, Apple ha continuato a produrre dispositivi con batterie ricaricabili sigillate all’interno, incluso il suo prodotto più influente di tutti i tempi, l’iPhone. E qualunque cosa Apple faccia, altre aziende la seguono.

“Siamo parte del problema, perché quando acquistiamo un prodotto di breve durata, inviamo ai produttori un segnale che è giusto realizzare prodotti di breve durata”, afferma Wiens di iFixit.

Quanto è grande questo grande schema per farci continuare a spendere soldi? C’è un termine per questo: obsolescenza programmata.

Non ho visto molte prove di stanze fumose in cui i responsabili della tecnologia escogitano modi per far fallire i prodotti. Ma l’elettronica usa e getta è il prodotto della pianificazione. I marketer hanno avuto un enorme successo attirandoci con prodotti ultrasottili o resistenti all’acqua, entrambi facili da realizzare con batterie incollate o saldate. “Questa è la soluzione più semplice, veloce ed economica”, afferma l’ingegnere Flipsen.

READ  I negozi Verizon nello stato di Washington votano per aderire al sindacato

Dice che altri disegni sono possibili. Ad esempio, le fantastiche action cam GoPro hanno batterie rimovibili dall’utente e puoi portare le videocamere a nuotare. I Samsung Galaxy Buds contengono batterie È relativamente facile entrare e uscire. società chiamata Dominio È un ottimo laptop con parti modulari e aggiornabili che hanno sempre lo stesso peso di un MacBook Air.

Apple ha ripulito i suoi affari in qualche modo. Mentre le batterie degli iPhone sono ancora sigillate all’interno, oggi puoi convincere Apple a sostituirne una per $ 69. I laptop Apple, che hanno anche batterie ermetiche ma riparabili, forniscono un modo molto utile per vedere quanti cicli di carica hai bruciato. (Vai su Informazioni su questo Mac> Rapporto di sistema> Alimentazione e vedrai il numero di conteggio ciclo. La maggior parte dei Mac è progettata per 1.000.)

Ma gli AirPods da $ 179, il nuovo prodotto di maggior successo di Apple da anni, mostrano che la longevità rimane una seria preoccupazione. Se ti presenti all’Apple Store e le batterie dell’AirPod sono scariche, te ne venderanno solo di nuove. (Apple non ha commentato quando ho chiesto perché.)

Sfortunatamente, ho scoperto che anche molti altri dispositivi sono progettati per diventare spazzatura. Non solo la batteria del mio spazzolino Philips Sonicare è sostituibile, ma è così rigida all’interno che il manuale dice che devi prendere un martello solo per gettarlo via (perché le batterie possono causare incendi di spazzatura). “La batteria è ben posizionata, in una maniglia impermeabile, per garantire sicurezza, durata, lunga durata e prestazioni robuste”, afferma Phillips.

Molti produttori descrivono i loro programmi di riciclaggio come un segno dei loro impegni ambientali. Amazon, ad esempio, non offre il servizio di sostituzione della batteria per i tablet Fire fuori garanzia, sebbene offra ai clienti uno sconto del 20% su un nuovo tablet Fire se inviano il vecchio dispositivo.

Ma il riciclaggio non è la soluzione che potrebbe sembrare. I riciclatori possono recuperare solo una frazione delle materie prime critiche che entrano in una vecchia macchina. “Non puoi semplicemente smontare un camion pieno di vecchi smartphone per creare un camion pieno di nuovi smartphone”, afferma Wiens.

Gran parte del settore ha a che fare con l’idea che continueremo ad aggiornare. Queste aziende hanno costruito i loro modelli di business sulla base di tassi di sostituzione più rapidi di quelli desiderati dai consumatori”, afferma Ugo Vallauri, co-direttore di Riavvia il progetto, che sostiene l’elettronica salvabile. “Trovano davvero difficile capire un futuro in cui possono prosperare mentre rispondono alle sfide che il pianeta e i consumatori mettono loro davanti”.

La cosa migliore per noi e per l’ambiente è restare con i dispositivi più a lungo. Perché ciò accada, avremo bisogno di informazioni.

Quindi ravviviamo l’atto radicale di trasparenza di Nystat e chiediamo di sapere quando gli strumenti sono progettati per morire. Se le aziende non puliscono da sole, chiedi un’etichetta sullo scaffale che indichi quante ricariche della batteria e quanto costa sostituire la batteria. L’FTC ha già la capacità di richiedere altre etichette sui prodotti: perché non applicarle alle batterie?

READ  2023 Honda Civic Type R debutta come il modello più potente di sempre per il mercato statunitense

Possiamo anche prendere ispirazione dalla Francia, che nel 2021 ha iniziato a ordinare alcune categorie di prodotti Include il punteggio di riparabilità, valutato da 1 a 10. Non puoi perderlo quando fai acquisti. E ci sono già segnali che sta spingendo le aziende a cambiare il modo in cui progettano i loro prodotti, perché ora devono competere per longevità, prezzo e altre funzionalità.

Negli Stati Uniti, saremo presto pronti per emanare leggi che danno ai consumatori il diritto di riparare i prodotti. Potrebbe significare che anche se la batteria è sigillata all’interno di un prodotto, il produttore deve vendere ricambi e condividere istruzioni su come ripararlo.

Tuttavia, alcuni attivisti ambientali sostengono che non possiamo lasciare alle aziende tecnologiche il compito di prendere le decisioni di progettazione che sono fondamentali per il pianeta. Jean-Pierre Schweizer, Chief Policy Officer presso Ufficio europeo dell’ambiente, una rete di organizzazioni ambientaliste, fa parte di un gruppo che cerca di convincere i legislatori europei a vietare le batterie che non possono essere sostituite. “Gli utenti finali e gli operatori indipendenti dovrebbero essere in grado di sostituire le batterie con strumenti comunemente disponibili”, afferma.

Secondo SchweizerRichiedere solo smartphone e tablet per batterie sostituibili dall’utente farebbe risparmiare ai consumatori europei 20 miliardi di dollari e ridurrebbe il contributo del settore alle emissioni di gas serra del 30% nel solo 2030.

Ma il diavolo sta nei dettagli: dovremmo vietare completamente le batterie adesive o qualsiasi batteria che richieda strumenti speciali per essere rimossa? Alcuni lavoratori dell’industria tecnologica si stavano ritirando dalla necessità di un’esenzione per i prodotti progettati per funzionare in “condizioni di bagnato”. Ma questa scusa può essere applicata a qualsiasi dispositivo mobile.

Dobbiamo anche soppesare le nostre responsabilità di fronte alla crisi ambientale. Come addetto agli strumenti professionali, capisco perfettamente il fascino degli aggiornamenti.

Ma dobbiamo resistere a una macchina di marketing che fa sembrare il ciclo annuale degli aggiornamenti dei prodotti qualcosa di diverso dal consumismo schietto. La verità è che gli aggiornamenti spesso offrono pochissime nuove funzionalità. Una delle storie classiche risiede nello slogan “Best iPhone Ever”. Qualcuno si aspettava che fosse peggio del modello dell’anno scorso?

Dobbiamo cambiare il nostro rapporto con la tecnologia. Non molto tempo fa, le persone assemblavano radio e computer a casa, quindi sapevano come funzionavano e come mantenerli in funzione per molto tempo. Al giorno d’oggi, sembra vietato aprire un computer solo per vedere cosa c’è dentro.

È una buona cosa che la tecnologia sia ora più accessibile. Ma se semplicemente non puoi sostituire la batteria con qualcosa che possiedi, è davvero tuo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.