Draymond Green dei Warriors era preoccupato per i punti clamorosi dopo l’espulsione di Gara 1

Draymond Green sa tutto delle squalifiche nei playoff essendo stato a corto di una delle squalifiche più famose delle finali NBA.

Il verde ha una serie di ragioni per essere arrabbiato viene espulso a causa di un errore 2 nel secondo quarto della vittoria per 117-116 dei Warriors sui Memphis Grizzlies nella prima partita del secondo round di domenica. Perché quello che resta sullo sfondo è la possibilità di essere sospeso se commette errori più vistosi in qualifica.

In Gara 4 delle finali NBA 2016 contro i Cleveland Cavaliers, Green ha avuto un’idea di quella che la National Basketball Association ha chiamato “vendetta mano alla coscia” per LeBron James. I Warriors hanno vinto quella partita avanzando 3-1 nella serie, ma Green è stato sospeso per Gara 5 perché ha raccolto quattro punti evidenti nel corso dei playoff.

Quindi, i Warriors hanno perso tre volte consecutive in uno storico tracollo che ha lasciato la squadra della stagione regolare 73 vittorie senza un campionato. Se Green non fosse stato sospeso in Gara 5 all’Oracle Arena, i Warriors avrebbero potuto chiudere i Cavaliers e cambiato il corso della storia della NBA, poiché Kevin Durant probabilmente non avrebbe firmato con i Warriors la stagione successiva.

Il che porta “Green” fino ad oggi. verde Registrato un podcast di “emergenza”. Dal Draymond Green Show dalla sua camera d’albergo a Memphis dopo la partita, dove prova a parlare Perché gli arbitri lo hanno espulso per aver commesso un fallo su Brandon Clark Molti nel mondo NBA pensano che non avrebbe dovuto giustificare il Rocket 2.

Ma Green ha anche sottolineato il fatto che ora ha 2 punti di errore lampanti perché era un errore 2 (1 lampante porta a 1 punto di errore lampante). Due punti aggiuntivi comportano la sospensione automatica di una partita, seguita da una sospensione per ogni punto successivo.

READ  I cechi si uniscono alla Polonia, la Svezia rifiuta di affrontare la Russia in Coppa del Mondo

“La mia più grande preoccupazione per il futuro è che mi avrebbe dato due palesi punti fallo e, come sappiamo, sono stato licenziato per aver accumulato palesi punti fallo”, ha detto Green. “Quindi spero che accada la cosa giusta e che venga demolita almeno per renderlo palese”.

Alla fine del podcast, Green ha aggiornato la sua dichiarazione in: “Non vedo l’ora di cancellarlo”.

Imparentato: La risposta perfetta di Draymond alla dichiarazione di espulsione di Clarke

Anche cancellare il bug su Flagrant 1 sarebbe un grosso problema per Green, perché avrebbe dovuto accumulare altri tre bug di Flagrant 1 prima di appendersi o potrebbe persino prendere un altro Flagrant 2 e stare bene. Ma ora deve superare il resto dei playoff senza raccogliere un altro Flagrant 2, e ha meno spazio per i falli in generale se i giudici li definiscono oltraggiosi.

I Warriors potrebbero aver vinto la loro prima partita, ma hanno ancora molta strada da fare verso un potenziale campionato. Hanno bisogno di Green in campo per portarli lì, e dopo aver sopportato il caos post-stagione 2016, Green lo sa per certo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.