Dopo aver perso 328 miliardi di dollari in riacquisti di azioni dal 2017, le azioni di JPMorgan, Bank of America, Wells Fargo, Citi e Goldman Sachs sono in ribasso.

Il primo trimestre è stato negativo con il crollo delle offerte pubbliche iniziali, il crollo dell’attività bancaria di investimento, l’indebolimento dell’attività sui mutui e altre cose.

di Lupo Richter a Via del lupo.

Delle cinque maggiori banche e holding bancarie statunitensi per totale attivo – JP Morgan, Bank of America, Wells Fargo, Citigroup e Goldman Sachs Group – quattro hanno registrato finora utili del primo trimestre e Bank of America lo farà il prossimo settimana. Questi rapporti sugli utili sono stati caratterizzati da un forte calo delle entrate e dell’utile netto, con ogni sorta di complicazioni nel mezzo. Come gruppo, le sue azioni hanno continuato il loro declino intermittente iniziato nel novembre dello scorso anno.

L’indice di capitalizzazione di mercato dei Big Five WOLF STREET è sceso del 23,5% dall’ultimo picco nell’ottobre 2021 (dati via YGrafici):

Questo disastro si è verificato in mezzo a massicci riacquisti di azioni. Queste banche sono state regolarmente tra i più grandi riacquisti di azioni negli Stati Uniti, tranne durante la pandemia, quando la pratica è stata interrotta per tre quarti.

Nei cinque anni dal 2017 al 2021, le cinque banche hanno bruciato, sperperato e distrutto 328 miliardi di dollari in contanti quando hanno riacquistato le loro azioni per rafforzare le loro azioni, e ora le loro azioni non hanno nulla da mostrare (dati tramite YCharts):

Il primo trimestre è stato negativo con il crollo delle offerte pubbliche iniziali, l’indebolimento dell’attività sui mutui e altre cose.

c. B. Morgan Chase [JPM] La presentazione bancaria trimestrale è iniziata mercoledì mattina quando ha riferito che il suo utile netto è sceso del 42% a 8,3 miliardi di dollari nel primo trimestre rispetto al primo trimestre dello scorso anno. I ricavi sono diminuiti del 5% a 30,7 miliardi di dollari, trainati da un calo del 35% dei ricavi nella divisione investment banking.

READ  L'uomo del Michigan Sergio Enrique Diaz Navarro ha citato in giudizio dopo che il meccanico della Jeep Jeffrey Hawkins è stato ucciso durante un cambio dell'olio

Nei due giorni di negoziazione dalla pubblicazione degli utili mercoledì mattina, le azioni JP Morgan sono scese del 4,1% e del 25% rispetto al massimo di 52 settimane di gennaio.

In preparazione alla pressione finanziaria causata dall’aumento dei tassi di interesse sui mutuatari, ha stanziato 902 milioni di dollari per le riserve per perdite su prestiti, rispetto a un beneficio di 5,2 miliardi di dollari all’anno prima del lancio delle riserve per perdite su prestiti che aveva creato durante la pandemia. Ha registrato $ 582 milioni di sconti netti, portando i costi totali del credito a $ 1,5 miliardi.

I suoi guadagni aziendali e bancari di investimento sono stati colpiti da una perdita di 524 milioni di dollari, “guidata da un’espansione del margine di finanziamento e dagli aggiustamenti della valutazione del credito relativi sia all’aumento dell’esposizione alle materie prime che alla riduzione dei crediti derivati ​​dalle controparti legate alla Russia”. rilascio guadagni.

Durante la chiamata sugli utili, il CEO Jamie Dimon ha affermato che la banca vede “significative sfide geopolitiche ed economiche future dovute all’inflazione elevata, ai problemi della catena di approvvigionamento e alla guerra in Ucraina”.

Goldman Sachs [GS] Ha riferito che le entrate sono diminuite del 27% nel primo trimestre, a $ 12,9 miliardi, e l’utile netto è sceso del 42% a $ 3,9 miliardi.

Giovedì la quota di Goldman Sachs è leggermente scivolata, in calo del 24,5% dal massimo di 52 settimane all’inizio di novembre.

I ricavi dell’investment banking sono diminuiti del 36% a 2,4 miliardi di dollari. Ha messo da parte $ 561 milioni per perdite su crediti, rispetto a un vantaggio di $ 70 milioni un anno prima. I ricavi della gestione patrimoniale sono crollati dell’88% a 546 milioni di dollari, “principalmente riflettendo perdite nette in investimenti azionari e entrate nette significativamente inferiori in investimenti di debito e prestito”.

READ  Quali sono le prospettive per il mercato azionario mentre la Fed si muove verso l'apice del picco di falco

Ma nella divisione Consumer and Wealth Management, i ricavi sono cresciuti del 21% a 2,10 miliardi di dollari. Le entrate del mercato globale sono aumentate del 4% a 7,87 miliardi di dollari. E sì, a causa delle turbolenze nei mercati delle materie prime, valutari e obbligazionari, le entrate della FICC (reddito fisso, valuta e materie prime) sono aumentate del 21% a 4,71 miliardi di dollari.

“Il contesto di mercato in rapida evoluzione ha avuto un impatto significativo sull’attività dei clienti poiché è emersa l’intermediazione del rischio e l’emissione di azioni è stata completamente interrotta”, rilascio guadagni Lei disse.

Le offerte pubbliche iniziali erano pessime dappertutto.

Con l’emissione di azioni “completamente sospesa”, Goldman parla di IPO e SPAC, molte delle quali sono esplose in modo spettacolare negli ultimi 12 mesi. Ora ne sto monitorando alcuni, compresi quelli in cui Goldman Sachs era il garante principale, nella categoria WOLF STREET. scorte che esplodono.

Le offerte pubbliche iniziali sono enormi generatori di commissioni per le banche di investimento. Ma il crollo di questi titoli appena quotati ha ora sostanzialmente spazzato via l’appetito per nuove IPO, il che è solo divertente nell’incessante clamore e nel panico del mercato. Nel primo trimestre, secondo Renaissance Capital, ci sono state appena 18 IPO, di cui solo due a marzo, in calo rispetto alle 118 IPO del secondo trimestre dello scorso anno:

Gruppo cittadino [C] Ha riferito che le entrate sono diminuite del 2,5% a $ 19,2 miliardi. L’utile netto è diminuito del 46% a 4,3 miliardi di dollari, come risultato di maggiori spese operative (+15%) e perdite su crediti di 755 milioni di dollari, rispetto agli interessi di 2,05 miliardi di dollari dell’anno precedente.

READ  Il CEO di Microstrategy dissipa silenziosamente le voci secondo cui l'azienda sta vendendo Bitcoin - Notizie in evidenza sui Bitcoin

Il problema non sono i consumatori statunitensi. Citibank ha detto nel suo rapporto: Stanno bene rilascio guadagni: “Continuiamo a vedere la salute e la resilienza del consumatore americano attraverso il costo del credito e i tassi di rimborso. Abbiamo avuto un buon coinvolgimento in fattori chiave come la crescita dei prestiti delle carte e la forte crescita delle vendite di buyout, quindi ci piace dove si trova questo business diretto.”

Il principale colpevole è stato l’investment banking, comprese le IPO: “L’attuale contesto macroeconomico ha influenzato l’investment banking poiché abbiamo assistito a una contrazione dell’attività sul mercato dei capitali. “Questa rimane un’area chiave di investimento per noi”, ha affermato Citigroup.

Le sue azioni sono aumentate dell’1,6% giovedì, ma sono scese del 36% dal massimo di 52 settimane di giugno.

Wells Fargo [WFC] Ha riferito che le entrate sono diminuite del 5% a $ 17,6 miliardi. L’utile netto è sceso del 21% a 3,67 miliardi di dollari.

Uno dei colpevoli è stata l’attività di prestito ipotecario, che è scesa del 33% nel trimestre a causa dell’aumento dei tassi ipotecari. Wells Fargo ha detto in un giornale rilascio guadagni.

Le azioni sono scese del 4,5% giovedì e del 23% in due mesi da un massimo di 52 settimane all’inizio di febbraio.

banca americana [BAC] Lunedì verranno comunicati i guadagni. In previsione, le sue azioni sono crollate del 3,2% giovedì e sono scivolate del 25% da un massimo di 52 settimane a febbraio.

Ti piace leggere WOLF STREET e vuoi supportarlo? Usa gli ad blocker – capisco perfettamente il motivo – ma vorresti supportare il sito? Puoi donare. Lo apprezzo molto. Clicca su un boccale di birra e tè freddo per imparare a farlo:

Vuoi essere avvisato via email quando WOLF STREET pubblica un nuovo articolo? Registrati qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.