Disegno di legge statunitense per frenare la grande tecnologia supportata da dozzine di piccole e grandi aziende

WASHINGTON (Reuters) – Decine di aziende e organizzazioni imprenditoriali hanno inviato lunedì una lettera ai membri del Congresso degli Stati Uniti esortandoli a sostenere un disegno di legge che tenesse a freno le grandi aziende tecnologiche come Amazon.com. (AMZN.O) e l’alfabeto (GOOGL.O) Il Google.

La scorsa settimana, la senatrice democratica degli Stati Uniti Amy Klobuchar e i legislatori di entrambe le parti hanno affermato di avere i voti del Senato necessari per approvare una legislazione che bloccherebbe le piattaforme tecnologiche, inclusa Apple (AAPL.O) e Facebook, di propria preferenza aziendale.

Le società che supportano la misura, tra cui Yelp, Sonos, DuckDuckGo e Spotify, l’hanno descritta come una “fattura moderata e ragionevole che prende di mira direttamente abusi ben documentati da parte delle più grandi piattaforme Internet”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Altri firmatari includono l’American Booksellers Association, l’American Independent Business Alliance, l’Institute for Local Self-Reliance e il Kelkoo Group. Amazon.com, la Camera di Commercio e altri si oppongono al provvedimento. Leggi di più

Loghi Amazon, Apple, Facebook e Google in un’immagine collage/file

I sostenitori hanno esortato i legislatori ad approvare il disegno di legge, dicendo che porterebbe leggi antitrust in modo che le piccole imprese possano competere.

La scorsa settimana, Klobuchar ha affermato di ritenere di avere i 60 voti al Senato necessari per terminare il dibattito e passare a una votazione sull’ultima sezione. C’è un disegno di legge simile alla Camera dei Rappresentanti.

“Non sorprende che a Yelp e Spotify sia piaciuto il disegno di legge perché è stato progettato per aiutarli. Ma i senatori ci dicono che non sentono i loro elettori chiedere modifiche ad Amazon Basics e Google Maps”, ha affermato la Progress Chamber pro-tech. nella situazione attuale.

READ  Musk prende il 9% del capitale di Twitter per diventare il maggiore azionista e inizia a votare sul pulsante di modifica

I giganti della tecnologia hanno affermato che il disegno di legge minaccerebbe prodotti di consumo popolari come Google Maps e AmazonBasics e renderebbe difficile per le aziende proteggere la sicurezza e la privacy dei propri utenti.

Carl Szabo di NetChoice ha affermato che la pressione per ottenere un voto sul disegno di legge era un segno che non aveva abbastanza sostegno per farlo approvare. “Questo è l’ultimo momento incombente nel Drowning Bill”, ha detto.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Diane Bartz) Montaggio di Chris Reese e David Gregorio

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.