Dichiarazione straordinaria. L’ex ambasciatore cinese di Kiev critica Putin e dice all’Ucraina che “la Russia ha perso tutto”.

A parte la condanna di Pechino dell’invasione di Vladimir Putin, l’ex ambasciatore cinese a Kiev è stato aspramente critico nei confronti dell’invasione russa dell’Ucraina in una dichiarazione straordinaria. I giornali cinesi hanno riferito del suo discorso, ma ha detto di aver immediatamente cancellato le informazioni Difensore.

Gao Yucheng, che si è ritirato 10 anni fa dopo una carriera diplomatica in Russia e in Asia centrale, ha detto a un seminario online presso l’Accademia cinese delle scienze sociali che la guerra russa era fallita.

Gao ha affermato che sotto la guida di Putin, Mosca non ha veramente riconosciuto la sovranità e l’indipendenza dell’ex Unione Sovietica e che le frequenti “invasioni” nei loro territori hanno rappresentato la “più grande minaccia alla pace, alla sicurezza e alla stabilità in Eurasia”.

“La direzione centrale e primaria della politica estera di Putin è considerare l’ex Unione Sovietica come una sfera di influenza separata e ripristinare l’impero attraverso meccanismi di integrazione nei vari settori dominati dalla Russia”, ha affermato l’ex ambasciatore.

Ha detto che dopo la fine della guerra in Ucraina, sarebbe probabile che emergesse un nuovo ordine mondiale, in cui Kiev si sarebbe trasferita fuori dalla “zona di influenza” di Mosca e si sarebbe avvicinata all’Europa. Al contrario, la Russia sarà indebolita e gravemente isolata politicamente, economicamente, militarmente e militarmente.

“Ci è semplicemente venuto a conoscenza che la Russia aveva completamente perso l’Ucraina.

I rapporti di Cao sono stati riportati dalla pubblicazione cinese Phoenix News, ma sono stati successivamente rimossi dal sito.

Il leader cinese Xi Jinping è uno stretto alleato di Putin e il Partito Comunista Cinese si è rifiutato di condannare l’invasione dell’Ucraina. Sebbene Gao non sia considerato nella sfera di influenza del Partito Comunista, gli analisti affermano che le sue opinioni potrebbero essere condivise da altri membri dell’élite politica cinese.

READ  Zhelensky ha negato la visita del presidente tedesco a Kiev. "Non è il benvenuto in questo momento"

Autore: MB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.